Skin ADV
Text Size

Arriva dal team di overclocker russi di oclab.ru la guida alla vMod della scheda video ASUS R9 290X DirectCU II, una delle prime soluzioni custom basate su GPU Hawaii.

DISCLAIMER: l'autore non si assume nessuna responsabilità per eventuali malfunzionamenti e/o problemi di qualunque natura ai componenti utilizzati causati direttamente o indirettamente da quanto segue! L´utente è consapevole che sta eseguendo modifiche al proprio hardware a suo completo rischio e pericolo.

Per abilitare il sistema VGA Hotwire (che permette di modificare le tensioni di GPU, Mem e PLL attraverso il BIOS delle schede madri ROG compatibili o tramite il dispositivo OC Panel) occorre prime mettere in contatto i due punti di saldatura in figura:

hotwire on

A questo punto possiamo seguire lo schema seguente per le connessioni Hotwire:

hotwire guide

Chi non dispone di una scheda madre ROG o non ha l'Asus OC Panel può sfruttare comunque i punti Hotwire per la saldatura delle varie resistenze variabili (trimmer). Ecco come:

vGPU

  • connettere una resistenza variabile tra il pin OVC e Ground per modificare la tensione di alimentazione della GPU (default pari a 1.25V). Con una resistenza di 5Kohm la tensione sale a 1.3V mentre con una da 1Kohm si passa a 1.5V (è sconsigliato superare 1.5V di vGPU)

vMEM

  • connettere una resistenza variabile tra il pin OVM e Ground per modificare la tensione di alimentazione delle memorie video (default pari a 1.5V). Con una resistenza di 1.5Kohm la tensione sale a 1.7V mentre con una da 0.6Kohm si passa a 2.0V (è sconsigliato superare 2.0V di vMEM)

vPLL

  • connettere una resistenza variabile tra il pin OVCI e Ground per modificare la tensione di alimentazione PLL (default pari a 1.0V). Con una resistenza di 2Kohm la tensione sale a 1.1V mentre con una da 1Kohm si passa a 1.2V (è sconsigliato superare 1.2V di vMEM)

Per gli overclocker estremi c'è la possibilità di disabilitare la funzione PCC (PEAK CURRENT CONTROL) rimuovendo l'integrato XR87 mostrato in figura:

PCC

Di seguito il link per scaricare il BIOS XOC per l'ASUS R9 290X DirectCU II che disabilita il 2D clock, porta il power limit a 500W e consente di selezionare frequenze di clock fino a 2000/9999 MHz (GPU/Mem).

xoc bios 290X

Categoria: Hardware
Commenti (5)   Commenta


La linea di prodotti ASUS ROG (Republic of Gamers) si arricchisce della nuova Rampage IV Black Edition, una scheda madre gaming in formato E-ATX, progettata per sfruttare al massimo la potenza dei processori Intel LGA 2011 Core i7 (Ivy Bridge-E).

La scheda ASUS Rampage IV Black Edition si basa sul chipset Intel X79 Express e dispone di otto socket DIMM per un massimo di 64 GB di DRAM (DDR3 2800MHz+ in overclock) installabile, supporta configurazioni con schede grafiche fino a 4 vie (multi-GPU), include un modulo di alimentazione VRM Extreme Engine DIGI+ III e adotta la tecnologia SupremeFX Black per garantire una più elevata qualità sonora.

Rampage-IV-Black-Edition-3D

Rampage IV Black Edition è stata progettata per offrire il massimo agli overclocker: a tal proposito include la console di tuning e monitoraggio del sistema in tempo reale OC Panel, la quale può essere installata nel case per il monitoraggio quotidiano di temperature, base clock e velocità delle ventole, oltre alla funzione CPU Level Up per aumentare istantaneamente la frequenza della CPU con un singolo clic. In alternativa, si può usare esternamente per ottenere il massimo livello di ottimizzazione monitorando e controllando molteplici parametri in tempo reale attraverso i pulsanti disponibili. Inoltre, Rampage IV Black Edition offre molte possibilità per le configurazioni multi-GPU, con pieno supporto per AMD CrossFireX e NVIDIA SLI a 4 vie.

Rampage-IV-Black-Edition-3D-1

I tecnici ASUS hanno combinato un progetto molto sofisticato con l'uso di componenti di qualità superiore. Ad esempio, il modulo VRM Extreme Engine DIGI+ III garantisce un'alimentazione estremamente stabile e precisa facendo uso di MOSFET NexFET, bobine da 60 A e condensatori giapponesi a lunga durata. Oppure la tecnologia SupremeFX Black, che offre una qualità sonora elevata grazie a componenti di classe superiore, quali i condensatori audio ELNA e i condensatori tedeschi a film WIMA, gli amplificatori operazionali ad alta fedeltà ed il DAC Cirrus Logic CS4398 che raggiunge una rapporto segnale/disturbo (SNR) di 120 dB. A tutto ciò si aggiunge l'amplificatore per cuffie Hi-Fi Texas Instruments TPA6120A2, la tecnologia di isolamento EMI (Electromagnetic Interference) ed i relais audio NEC/TOKIN UC2.

Rampage-IV-Black-Edition-SupremeFX-Black

Non manca poi un dissipatore atto a migliorare l'efficienza e la stabilità della scheda raffreddando l'area MOSFET e la sezione Input/Output.

Rampage-IV-Black-Edition-heatsink

La scheda madre ASUS Rampage IV Black Edition è disponibile da subito ad un prezzo consigliato di 490,00 Euro IVA inclusa. ASUS fornisce in bundle una copia gratuita di Assassin's Creed IV: Black Flag.

Specifiche tecniche:

  • Socket: LGA 2011
  • Chipset: Intel X79 Express
  • Memoria: 8 x DIMM, up to 64GB, DDR3 2800MHz+ (OC), quad-channel; Intel Extreme Memory Profile (XMP)
  • Power delivery: Extreme Engine Digi+ III (8+3+2+2 phase) con MOSFET NexFET, choke 60A e 10K condensatori allo stato solido black metallic
  • Slot di espansione: 4 x PCI Express 3.0 x16 (singolo x16, doppio x16/x16, triplo x16/x8/x16, quadruplo x16/x8/x8/x8); 2 x PCI Express 2.0 x1
  • Supporto multi-GPU: 4-Way/3-Way/Quad-GPU NVIDIA SLI e AMD CrossFireX
  • Storage: 4 x SATA 3.0 Gbit/s; 2 x SATA 6.0 Gbit/s per Intel Rapid Storage Technology (RAID 0, 1, 5 e 10); 4 x SATA 6.0 Gbit/s solo per data drives
  • USB: 8 x USB 3.0, 10 x USB 2.0
  • Wireless: Wi-Fi GO! 802.11ac (dual-band 2.4/5.0 GHz); Bluetooth 4.0
  • Networking: 1 x Intel Gigabit Ethernet, ROG GameFirst II
  • Audio: SupremeFX Black con audio a 8 canali; Sonic Radar
  • OC Panel: si
  • Form factor: E-ATX (30.5cm x 27.2cm)
  • Gioco incluso: Assassin’s Creed IV: Black Flag

 

 

 

Categoria: Hardware
Commenti (2)   Commenta


L'assemblatore statunitense Puget Systems, a questo indirizzo, ha pubblicato una prima recensione, abbastanza lacunosa, della nuova APU Kaveri A10-7850K: i test effettuati sono tutt'altro che capaci di farci comprendere appieno le potenzialità dell'ultimo nato di AMD.

 

 

Per i test sono state utilizzate due suite di benchmark sintetici, PC Mark08 e Geek Bench 3, e l'utility di benchmarking Cinebench R15 di Maxon. Sono stati testati anche diversi giochi, ma tutti a risoluzioni molto basse e senza l'utilizzo di filtri, situazione che avvantaggia particolarmente la CPU Intel presente nella comparativa, l'i5-4440, dotata di una buona GPU ma castrata da pessimi driver.

Alla luce di questa breve recensione sembra che Kaveri non sia poi questa rivoluzione, e che anzi Trinity/Richland possano risultare addirittura preferibili in certi ambiti: “Our GeekBench benchmark indicated lower single-core performance, but as more and more programs use multi-core technology, that is really not even much of an issue”.

Interessanti, comunque, i test relativi all'impatto dei timings e delle frequenze delle RAM DDR3, soprattutto nei videogiochi. Il passaggio dai 1600 ai 2133 MHz porta a guadagni prestazionali pari a quasi il 30% (Just Cause 2).

In conclusione, una recensione che va presa con le pinze, soprattutto perché mancano completamente i programmi che supportano l'accelerazione OpenCL tramite GPU (WinZip, Photoshop, Sony Vegas tra i tanti), che supportano HSA (la suite AIDA64) o che per loro natura favoriscono l'architettura AMD su quella Intel (WinRar ne è l'esempio principe). Senza dimenticare il fatto che i test sui videogiochi sono stati fatti in condizioni surreali: chi gioca oggigiorno alla ridicola risoluzione di 800x600 su PC?

 

Categoria: Hardware
Commenti (26)   Commenta


La compatta scheda madre ASUS Maximus VI Impact (formato Mini-ITX) subisce l'ormai immancabile personalizzazione del sistema di raffreddamento da parte di EK grazie ad un nuovo waterblock denominato EK-FB ASUS M6I.

L'azienda slovena classifica questa soluzione come AIO (all-in-one) perchè raffredda contemporaneamente la CPU Haswell, il chipset Z87 e la sezione VRM/Mosfet, ma sappiamo tutti che in ambito liquid-cooling tale definizione vale solo per i sistemi muniti anche di pompa, radiatore e vaschetta integrati (tutti componenti che EK non offre in bundle con il waterblock EK-FB ASUS M6I).

A seconda delle versioni disponibili la base di contatto è realizzata in rame elettrolitico o in rame elettrolitico nichelato, così come il TOP in POM Acetal o in Plexi trasparente.

I prezzi variano da 99.95 Euro fino a 108.95 Euro.

Il bundle comprende:

  • waterblock EK-FB ASUS M6I
  • kit di montaggio
  • staffa di supporto EK-LGA 115x TRUE Backplate
  • pasta termoconduttiva EK-TIM Ectotherm (1g)
  • pad termici

ASUS M6I EK mini

                                     SKU

MSRP (inc. IVA)
EK-FB ASUS M6I 99,95€
EK-FB ASUS M6I - Acetal 99,95€
EK-FB ASUS M6I - Nickel 108,95€
EK-FB ASUS M6I - Acetal+Nickel 108,95€
EK-FB ASUS M6I - Nickel (Original CSQ) 108,95€
EK-FB ASUS M6I - Acetal+Nickel (Original CSQ) 108,95€

 

12

34

56

Categoria: Hardware
Commenti (0)   Commenta


steam machine icon2Come promesso Valve ha mostrato all'International CES 2014 le Steam Machines realizzate dai partner ufficiali, svelando anche i prezzi e le principali caratteristiche hardware.

Escludendo i modelli costruiti direttamente dalla casa di Bellevue, troviamo 14 diverse Steam Machines che portano la firma d'importanti assemblatori: iBuyPower, Digital Storm, Alienware, Falcon Northwest, CyberPowerPC, Origin PC, Gigabyte, Materiel.net, Webhallen, Alternate, Next, Zotac e Scan Computers.

Per quanto riguarda i prezzi si parte dai 500 Dollari per le soluzioni entry-level (con hardware paragonabile a quello delle console PS4 e XOne) fino ad arrivare ai 6000 Dollari del modello più costoso. Insomma, ce n'è davvero per tutti i gusti e tutte le tasche. Ricordiamo che parecchie Steam Machines di fascia alta sono dei PC Win con il dual-boot prioritario sullo SteamOS.

Da segnalare la massiccia presenza di CPU Intel abbinate a dGPU Nvidia a discapito dei componenti AMD. Valve lamenta una scarsa collaborazione da parte della casa di Sunnyvale, anche se quest'ultima sostiene che il debutto imminente di Kaveri convincerà parecchi assemblatori ad utilizzare le nuove APU all'interno delle Steam Machines.

1

2

3

4

5

6

Categoria: Hardware
Commenti (11)   Commenta


Nonostante la transizione societaria in atto (Toshiba sta portando avanti l'acquisizione di OCZ), OCZ continua a sfornare nuovi ed interessanti prodotti. In occasione del CES 2014 di Las Vegas, l'azienda ha mostrato l'SSD Vertex 460 basato su celle di memoria NAND Flash MLC Toshiba prodotte a 19nm e gestite dal controller Indilinx Barefoot 3 M10.

vertex 460

Il nuovo OCZ 460 sarà disponibile entro Gennaio con capacità da 120GB e 480GB, in formato da 2,5 pollici. Sulla carta il disco è in grado di un transfer rate massimo di 550 MB/s e prestazioni random con blocchi da 4k di circa 95.000 IOPS.

 

 

 

 

 

Categoria: Hardware
Commenti (3)   Commenta


mini kaveri iconAl Consumer Electronics Show (CES) 2014 di Las Vegas AMD annuncia le prime APU della famiglia Kaveri. Come previsto gli unici due modelli presentati, A10-7850K e A10-7700K, sono destinati ai sistemi desktop e saranno disponibili sul mercato a partire da martedì prossimo (14 gennaio).

Confermate tutte le specifiche tecniche che abbiamo riportato nelle ultime settimane, compreso il TDP configurabile e l'integrazione del DSP TrueAudio, con l'aggiunta della frequenza di boost clock pari a 4 GHz per l' A10-7850K e 3.8 GHz per l'A10-7700K. Ricontro positivo anche per il bundle con il gioco Battlefield 4 (supporto a Mantle).

Ricordiamo che le APU Kaveri sono costruite con il processo produttivo a 28nm di GlobalFoundries ed integrano una CPU "SteamRoller" insieme ad una GPU "Radeon R7" con design GCN. Caratteristica principale di queste soluzioni è il supporto HSA (Heterogeneous System Architecture) grazie alle funzioni hUMA e hQ che mettono a disposizione un'infrastruttura eterogenea tra CPU e GPU per consentire di sfruttare al meglio tutte le risorse d'elaborazione. Si tratta di un potente strumento destinato a rivoluzionare la programmazione attuale.

Purtroppo ancora una volta è dal punto di vista del marketing che AMD si è dimostrata poco chiara. Dopo aver chiamato i "Cluster" che compongono i moduli Bulldozer con il termine (errato) di "Core" (ma la stessa cosa vale per Trinity, Richland e in parte Kaveri) ecco che con Kaveri arriva un altro concetto ambiguo: il "Compute Core".

Per AMD un Compute Core è un blocco funzionale in grado di eseguire un'operazione in HSA sul singolo "Core" della CPU o sulla singola "Compute Unite" (4 x 16 wide vector SIMD) della GPU. Secondo questa logica Kaveri dispone di 12 Compute Core (4 sono della CPU "Steamroller" e 8 della GPU "GCN"). A nostro avviso si tratta di una semplificazione troppo azzardata che rischia di creare confusione nel consumatore.

kaveri 1

*A compute core is an HSA-enabled hardware block that is programmable (CPU, GPU or other processing element), capable of running at least one process in its own context and virtual memory space, independently from other cores. A GPU Core is a GCN-based hardware block containing a dedicated scheduler that feeds four 16-wide SIMD vector processors, a scalar processor, local data registers and data share memory, a branch & message processor, 16 texture fetch or load/store units, four texture filter units, and a texture cache. A GPU Core can independently execute work-groups consisting of 64 work items in parallel.

Categoria: Hardware
Commenti (24)   Commenta


E' destinato alle configurazione da gaming di fascia enthusiast munite di 3 o 4 GPU in parallelo, e ai sistemi da overlock estremo, il nuovo alimentatore AX1500i sviluppato da Corsair.

Questa PSU mette a disposizione ben 1500 Watt di potenza su una poderosa single-rail da 125A per la +12v e offre 8 connettori PCIe AUX 8-pin, 12 Molex, 20 SATA, oltre ai classici cavi MoBo ed ESP; tutto con un design completamente modulare.

Il produttore americano parla di certificazione 80PLUS Titanium, superiore all'80 PLUS Platinum, ma fornisce solo i dati relativi alla tensione di rete 115 Vac (con un rendimento del 94% al 50% di carico) quando in realtà le specifiche "Titanium" sono attualmente disponibili solo per le Regioni con corrente 220~230VAC.

In ogni caso si tratta di un alimentatore dall'incredibile efficienza se consideriamo la potenza in gioco e dall'ottima qualità costruttiva visto che il circuito stampato porta la firma di Flextronics. Questo, abbinato ai materiali di supporto, consente a Corsair di fornire una garanzia di 7 anni sul prodotto assemblato.

L'AX1500i ha dimensioni di 150 x 86 x 225 (la lunghezza è fuosi specifica ATX tradizionale) e dispone di una ventola di raffreddamento da 140mm che si attiva solo quando il carico supera i 450W.

Il prezzo? Circa 400 Euro.

corsair 1500w

corsair 1500w spec

Categoria: Hardware
Commenti (5)   Commenta


amd freesyncL'ottima impressione che la tecnologia G-SYNC di Nvidia ha suscitato nei giornalisti che hanno avuto la possibilità di provarla non ha lasciato indifferente AMD. La casa di Sunnyvale ha subito sviluppato una soluzione alternativa in modo da proporre una funzione di v-sync variabile anche sulle GPU serie Radeon.

Sorprendentemente la tecnologia implementata da AMD, battezzata "FreeSync", non richiede l'installazione di un modulo aggiuntivo o spese extra da parte dell'utente in quanto si appoggia al sistema VBLANK variabile - già presente nello standard VESA - che consente di ottenere una frequenza di refresh dinamica quasi simile al G-Sync.

FreeSync è supportata dalle GPU e dalle APU di nuova generazione ma AMD non ha specificato quali saranno e quando arriveranno i display pienamente compatibili. Non è da escludere che un semplice aggiornamento firmware possa rendere compatibile questa tecnologia con gli attuali monitor.

Al CES di Las Vegas AMD ha mostrato la tecnologia FreeSync all'opera grazie ad una demo alpha eseguita su due laptop Toshiba Satellite.

Fonte: Anandtech

Categoria: Hardware
Commenti (34)   Commenta


Arriverà il 23 gennaio il nuovo monitor P2815Q di Dell, caratterizzato da una diagonale di 28-pollici e dalla risoluzione 4K (3840 x 2160 pixels).

Il prezzo di vendita, secondo lo stesso produttore texano, ammonta a circa 699 Dollari USA. Si tratta di una cifra estremamente interessante rispetto all'attuale trend dei monitor Ultra-HD.

Tra le restanti specifiche troviamo un tempo di risposta di 5ms, una luminosità di 300 cd/m2 ed un angolo di visualizzazione pari a 170°.

Peccato per il pannello di tipo TN e per il refresh fermo a 30Hz, due fattori che rendono questo monitor adatto solo all'utilizzo multimediale ma escludono il mondo del gaming e buona parte di quello professionale.

Panel: Anti-glare TN
Resolution: 3840 x 2160 @30Hz, 1920 x 1080 @60Hz
Diagonal: 28-inch
Connections: DisplayPort (v 1.21)/Mini-DisplayPort, HDMI 1.4 (MHL 2.0), DispayPort out (MST), 1 USB upstream, 4 x USB 3.02 downstream
Color Depth: 1.073 billion colors
Viewing angle: 170 degrees
Response time: 5ms
Brightness: 300 cd/m2
Power Consumption: 75W

Dell P2815Q img

Categoria: Hardware
Commenti (11)   Commenta


G.Skill, già tra i più importanti sponsor della comunità di overclocker HWBot.org, sarà la principale promotrice di una grandiosa gara di overclock che si terrà oggi al CES di Las Vegas. Ad appoggiare l'iniziativa della casa taiwanese ci saranno Intel, Enermax e Gigabyte.

 

 

Qui di seguito il comunicato ufficiale. 

 

g.Skill has teamed up with gigabyte, intel & enermax to host the first major overclocking event in 2014! professional overclockers are invited from around the globe for attempts to smash a list of overclocking benchmark world records using g.Skill extreme performance ddr3 memory and sata3 ssd, 4th gen intel core processor, gigabyte z87 oc motherboard, and enermax power supply.

“g.Skill is excited to be at las vegas for the ces 2014 extreme overclock event. With the best oc hardware from gigabyte, intel, and enermax, we are eager to see g.Skill memory being pushed to the absolute limits by overclockers from around the globe”. Frank hung - product marketing at g.Skill.

the event will be held on monday, 6th january 2014, from 2:00pm – 7:00pm, octavius ballroom 5 & 6 @ caesars palace conference center, las vegas. For more event coverage, please visit g.Skill website and facebook page.

 

 

Categoria: Hardware
Commenti (0)   Commenta


Sottocategorie

Pagina 43 di 187

Contenuti correlati

  • Dallo stesso autore
  • Dalla stesso categoria
  • Ultime notizie
 
 

Quotazioni

Loading
Chart
o Advanced Micro Devices 2.28 0.00 (0.00%)
o Intel Corp. 33.45 ▼0.10 (-0.30%)
o ARM Holdings 52.26 ▼0.41 (-0.78%)
o NVIDIA Corp. 20.86 ▼0.03 (-0.14%)
o Microsoft Corp. 46.90 ▼0.52 (-1.10%)
o Texas Instruments 55.36 ▼0.13 (-0.24%)
o Apple Inc. 132.54 ▲1.15 (0.88%)
NYSE:AMD

Advanced Micro Devices

Company ID [NYSE:AMD] Last trade:2.28 Trade time:4:03PM EDT Value change:0.00 (0.00%)
NASDAQ:INTC

Intel Corp.

Company ID [NASDAQ:INTC] Last trade:33.45 Trade time:4:03PM EDT Value change:▼0.10 (-0.30%)
NASDAQ:ARMH

ARM Holdings

Company ID [NASDAQ:ARMH] Last trade:52.26 Trade time:4:03PM EDT Value change:▼0.41 (-0.78%)
NASDAQ:NVDA

NVIDIA Corp.

Company ID [NASDAQ:NVDA] Last trade:20.86 Trade time:4:03PM EDT Value change:▼0.03 (-0.14%)
NASDAQ:MSFT

Microsoft Corp.

Company ID [NASDAQ:MSFT] Last trade:46.90 Trade time:4:03PM EDT Value change:▼0.52 (-1.10%)
NASDAQ:TXN

Texas Instruments

Company ID [NASDAQ:TXN] Last trade:55.36 Trade time:4:03PM EDT Value change:▼0.13 (-0.24%)
NASDAQ:AAPL

Apple Inc.

Company ID [NASDAQ:AAPL] Last trade:132.54 Trade time:4:03PM EDT Value change:▲1.15 (0.88%)

Newsletter



Ricevi HTML?