Skin ADV
Text Size

Alla GDC 2014 della scorsa settimana, durante una sessione tecnica sulla grafica di Assassin's Creed 4: Black Flag, Bartlomiej Wronski (programmatore 3D di Ubisoft Montreal) ha parlato di PS4 e XOne come console molto complesse, dotate di GPU con architettura avanzata e con potenzialità non disponibili sugli attuali PC. Eppure entrambe le console di Sony e Microsoft adottano un chip grafico basato sull'architettura GCN 1.1 di AMD, la stessa che ritroviamo sulle GPU Hawaii, Bonaire o Spectre, architettura della quale conosciamo tutti i dettagli.

ac4 console

La possibilità che le GPU di PS4 e XOne supportino feature hardware diverse dalle versioni PC esiste, ma a nostro avviso è molto remota, tuttavia le affermazioni di Wronski trovano sostegno nelle dichiarazioni di Microsoft che ha parlato di pieno supporto alle DX12 da parte della Xbox One mentre AMD, Nvidia e Intel si sono solo limitate a confermare la "compatibilità" delle loro attuali GPU (ricordiamo che Microsoft e AMD hanno lasciato intendere che le DX12 introdurranno anche un nuovo driver model e nuove feature hardware, ndr).

xone dx12

In attesa di ulteriori informazioni, restiamo dell'idea che fino a quando Microsoft non svelerà tutti i dettagli sulle DirectX 12 parlare di "pieno supporto" o "piena compatibilità" a livello hardware non ha assolutamente alcun valore.

Categoria: Hardware
Commenti (13)   Commenta


Il GTC ha portato alla ribalta diverse questioni che avevamo trattato nei mesi passati, e la presentazione da parte della casa del camaleonte della Titan Z non ha fatto altro che renderle ancora più interessanti per il grande pubblico, soprattutto quello degli appassionati.

 

 

Abbiamo avuto modo di spiegare il perché nVidia sia rimasta per il momento ai 28nm HP di TSMC, ma a quanto pare la situazione è ancora più complicata, o interessante, a seconda del punto di vista, di quanto si credesse.

All'interno della casa californiana sembra esserci una disputa tra chi vuole uscire con una GPU a 20nm, così da battere sul tempo AMD, la quale dovrebbe uscire non prima del 2015 con i 16nm FinFET, e chi, al contrario, vorrebbe aspettare proprio quei 16nm così da massimizzare le ottime caratteristiche di Maxwell, offrendo un prodotto dall'eccellente rapporto consumi/prestazioni.

Secondo alcune nostre fonti, nVidia starebbe quindi procedendo alla realizzazione del sostituto naturale della GPU GK104, sia nella variante a 20nm sia nella variante a 16nm. Questo modus operandi è stato scelto in quanto i 16nm FinFET potrebbero tardare o non garantire una buona resa fin da subito (al pari di quanto accaduto con i 28nm), e i 20nm, nonostante non offrano delle grandi caratteristiche velocistiche, sono comunque ottimi per quanto concerne i consumi.

V'è comunque da dire che, secondo queste stesse fonti, nVidia starebbe incontrando diversi problemi di resa con i 20nm, ma non se ne conosce l'esatto motivo: a causa delle limitazioni intrinseche del nodo, o a causa di una GPU troppo estrema per un processo produttivo dedicato ai SoC?

Lo scenario che si sta profilando prevede due soluzioni: o l'uscita della fascia media a 20nm a fine 2014, o l'uscita delle fasce media ed alta a 16nm nel 2015. Il tutto dipenderà da quanto buoni possano risultare i 20nm di TSMC per una GPU.

Categoria: Hardware
Commenti (10)   Commenta


Contrariamente a quello che hanno scritto altri siti, i quali hanno affermato per mesi che nVidia avrebbe utilizzato i 20nm SoC di TSMC per la realizzazione delle GPU Maxwell di fascia alta, noi di B&C siamo andati sempre controcorrente, utilizzando quali fonti principali due giornalisti giapponesi, Ohara Yusuke e Hiroshige Goto. Poco conosciuti in occidente, ma professionisti di prim'ordine.

 

 

I fatti odierni lo stanno dimostrando. Come scrisse Yusuke lo scorso luglio, i 20nm SoC di TSMC sarebbero stati improponibili per le GPU Maxwell di nVidia, mentre i 28nm si sarebbero potuti utilizzare sia per Maxwell, in maniera limitata, come è poi accaduto con la serie GTX750, sia per portare avanti le GK104 e GK110 fino ai 16nm FinFET, così da realizzare con quest'ultimo nodo Big Maxwell e fratelli minori.

Hiroshige Goto, d'altra parte, ha confermato questa visione grazie ad alcune informazioni avute da AMD, la quale, attraverso un proprio ingegnere, ha affermato che i 20nm SoC di TSMC sono inadatti per le GPU High End.

A questo punto si può affermare che le GPU a 20nm, salvo annunci kamikaze (a causa di eventuali ritardi con i 16nm da parte di TSMC), siano del tutto saltate. Sempre come abbiamo affermato lo scorso dicembre, nVidia avrebbe utilizzato i 20nm solo per i futuri SoC Tegra, e così è stato, dopo aver assistito alla presentazione di “Erista”, aka Tegra K2.

In ultimo, la presentazione dell'imponente Titan Z, dual GPU GK110, la quale sarà disponibile nella seconda metà del 2014, dovrebbe fare calare definitivamente il sipario su qualsiasi speranza relativa a Maxwell sui 20nm di TSMC per quest'anno.

Categoria: Hardware
Commenti (1)   Commenta


Dopo aver presentato la scheda video GeForce GTX Titan Z e l'architettura di transizione Pascal in occasione della GTC 2014, NVIDIA ha ufficializzato inoltre un interessante kit di sviluppo basato sul nuovo e prestante SoC Tegra K1.

La piattaforma Jetson TK1 si basa sulla distribuzione "Linux For Tegra R19" e fornisce agli sviluppatori gli strumenti per creare sistemi e applicazioni che possono consentire ai robot di spostarsi autonomamente, ai medici di eseguire ecografie in mobilità, ai droni di evitare oggetti in movimento e alle auto di rilevare i pedoni. Tutto questo grazie a prestazioni pari a 326 gigaflop e supporto completo al toolkit C/C ++ basato su architettura NVIDIA CUDA®.

Maggiori informazioni riguardanti la potenza di calcolo e tali capacità del SoC Tegra K1 sono diponibili sul nostro portale in un articolo dedicato, a questa pagina.

"Jetson TK1 porta l'embedded computing in un futuro in cui le macchine interagiscono e si adattano al loro ambiente in tempo reale.", ha dichiarato Ian Buck , Vice President of Accelerated Computing di NVIDIA. "Questa piattaforma consente agli sviluppatori di sfruttare appieno la computer vision sui dispositivi handheld, portando capacità di supercalcolo su dispositivi a basso consumo."

Jetson TK1 pres

Queste le specifiche tecniche complete del Development Kit:

  • SoC Tegra K1 (4-Plus-1 quad-core ARM Cortex A15 CPU/Kepler GPU con 192 CUDA cores) dotato di dissipazione attivo mediante ventola ed heat-sink;
  • 2 GB di RAM (64 bit width);
  • memoria eMMC 16 GB 4.51;
  • 1 slot mini-PCIE;
  • 1 porta espansione SD/MMC;
  • 1 porta HDMI Full-size;
  • 1 porta microUSB 2.0;
  • 1 porta USB 3.0 Full-size;
  • 1 porta seriale RS232
  • 1 chip audio ALC5639 Realtek (supporto per linea di uscita ed ingresso microfono);
  • 1 chip rete LAN RTL8111GS Realtek GigE;
  • 1 porta SATA.

Attualmente è possibile pre-ordinare l'intero kit per 192$ - equivalenti a circa 139€ secondo la valuta di cambio attuale - con spedizioni a partire dal mese di Aprile.

Maggiori informazioni ad esso riguardanti sono disponibili sul portale Nvidia, a questa pagina.

Categoria: Hardware
Commenti (2)   Commenta


keystonetitanzNo, il titolo non è sbagliato. Durante la GPU Technology Conference 2014, Jen-Hsun Huang (CEO di Nvidia) ha tolto i veli sulla GeForce GTX Titan Z: la prima scheda video basata su due GPU GK110.

La nuova proposta top di gamma del produttore americano vanta un totale di 5760 Cuda Core (2880 CC per GPU) abbinati a 12GB di memoria video (6GB per GPU) ed utilizza un sistema di raffreddamento triple-slot con singole ventola assiale. Si tratta in pratica di due GeForce GTX Titan Black montate su un singolo PCB, che comunicano tra loro mediante la tecnologia SLI, ma le prestazioni non saranno equivalenti a quelle di due GTX Titan Black in SLI poichè Nvidia dichiara una potenza in single-precision di "soli" 8 TeraFLOP, contro i 10.2 Teraflop raggiunti da due GTX Titan Black in parallelo. Calcolatrice alla mano questo significa che le due GPU GK110 operano a circa 700 MHz di clock: 5760 (SPs) x 700 (Clk) x 2 (Mul_add) = 8064000 (floating point operations per second). Tradotto: Nvidia ha praticato un downlock di 190 MHz, probabilmente per rientrare nei 375W di TDP.

Ma veniamo al pezzo forte: oltre a non andare come due GTX Titan Black la scheda costa quanto tre GTX Titan Black. Sì, perchè Nvidia ha scelto di venderla a 2999 Dollari USA, con disponibilità prevista a metà del 2014, una cifra astronomica che la rende la scheda video consumer più cara del nuovo millennio.

1

E chiaro che un prodotto del genere è difficile da consigliare persino al videogiocatore più facoltoso ed esigente ma questa scheda ha un suo perchè nell'ambito semi-professionale e nelle applicazioni che necessitano di un'elevata potenza di calcolo in doppia precisione o DP (double precision). Infatti, come tutte le GeForce della famiglia Titan, anche Titan Z ha tutte le unità DP abilitate.

GTX Titan Black GTX Titan Z
GPU GK110 2 x GK110
Stream Processors 2880 2 x 2880
Core Clock 889MHz ~700MHz
Boost Clock 980MHz ~800MHz
Memory Clock 7GHz GDDR5 7GHz GDDR5
Memory Bus Width 384bit 2 x 384bit
VRAM 6GB 2 x 6GB
Double Precision (FP64) 1/3 FP32 1/3 FP32
TDP 250W 375W
Price (Dollari USA) 999 2999

 

Categoria: Hardware
Commenti (11)   Commenta


Corsair ha annunciato la disponibilità del nuovo case mid-tower per PC Obsidian Series 450D il quale unisce il design in alluminio spazzolato ad un flusso d'aria superiore ottenendo un prodotto dal look accattivante e dal raffreddamento ottimale.

Dietro la griglia di aspirazione a maglie in alluminio del 450D si trovano due ventole AF140L da 140 mm per il raffreddamento diretto della scheda grafica. La ventola posteriore AF120L da 120 mm garantisce un flusso d'aria costante, mentre la predisposizione per l'installazione di cinque ventole opzionali offre opzioni di raffreddamento estremamente flessibili. I punti di montaggio per ventole del case possono essere utilizzati anche per installare un'ampia gamma di radiatori per il raffreddamento ad acqua (fino a 360 mm nel pannello superiore, 280 mm in quello frontale e 240 mm in quello inferiore).

obs-450

Il nuovo 450D offre tutte le caratteristiche che rendono i case Obsidian Series popolari come i filtri antipolvere facilmente accessibili posti sui pannelli superiore, frontale e inferiore o gli alloggiamenti modulari senza viti per dischi rigidi da 3,5"/2,5".

"La linea di case Obsidian Series ha rappresentato da subito una forza importante all'interno del mercato", ha dichiarato George Makris, Product Manager presso Corsair. "Con Obsidian 450D, la linea si arricchisce di un case mid-tower che offre opzioni per il raffreddamento ad aria straordinarie, oltre a spazio sufficiente per installare anche numerose parti per il raffreddamento ad acqua."

Queste le specifiche del case Obsidian Series 450D

  • Possibilità di espansione: 
    • Tre alloggiamenti senza viti per dischi rigidi da 3,5"/2,5" combinati in una disposizione modulare, con due alloggiamenti senza viti per unità da 2,5" dietro la scheda madre
    • Due alloggiamenti da 5,25" senza viti per le espansioni
    • Due porte USB 3.0 sul pannello frontale per collegare agevolmente periferiche e dispositivi di storage esterni
    • 7 slot di espansione
  • Flessibilità di raffreddamento:
    • Tre ventole a flusso d'aria elevato incluse, che garantiscono un flusso d'aria ottimale e rumorosità ridotta
    • 2 frontali da 140 mm
    • 1 posteriore da 120 mm
    • Fascia frontale perforata in alluminio spazzolato per un migliore flusso d'aria
    • Spazio sufficiente per un totale di 8 ventole
  • Compatibilità con i radiatori:
    • Lato superiore: 360 mm/280 mm
    • Lato frontale: 280 mm/240 mm
    • Lato inferiore: 240 mm
    • Lato posteriore: 120 mm
  • Funzionalità per la creazione di PC in modo semplice
    • Rimozione dei pannelli laterali con viti a testa zigrinata e slot di espansione
    • Alloggiamenti per unità senza viti
    • Supporto centrale per mantenere la scheda madre in posizione durante l'installazione
    • Semplicità di accesso e rimozione del filtro antipolvere frontale, posteriore e superiore
    • Eccellente instradamento dei cavi con passaggi dotati di guarnizioni in gomma per un flusso dell'aria di livello superiore e sistemi più ordinati
  • Dimensioni e peso
    • Lunghezza x profondità x altezza: 494 x 210 x 497 mm
    • Peso: 7 kg

Prezzi, disponibilità e garanzia

Obsidian Series 450D sarà disponibile da Aprile tramite la rete globale di rivenditori autorizzati Corsair a un prezzo consigliato di € 119,95. È coperto da una garanzia limitata di 2 anni accompagnato dal servizio di assistenza tecnica Corsair. 

Categoria: Hardware
Commenti (5)   Commenta


In Spagna e Messico, fino a non molti decenni fa, era usanza che nei villaggi e nelle cittadine di campagna gruppi di ragazzini (spesso orfanelli) in processione, i giorni prima di Natale, andassero di porta in porta a chiedere: “Potete darci ospitalità?”. Questo simboleggiava il pellegrinare di Giuseppe e Maria, alla ricerca di un luogo di ristoro (las posadas).

 

 

La ricerca di una casa che li accettasse era molto lunga, ma una volta trovata, la festa iniziava, fino al gioco della Piñata!

AMD si trova nella medesima situazione di quei bambini: è alla ricerca di un luogo dove poter ristorarsi, dove poter mangiare, dove, infine, trovare la Piñata! Il processo produttivo che darà felicità sia ai consumatori finali sia agli investitori.

Ad oggi, a quanto pare, sembra si sia sempre sentita rispondere un “No posada!” (Niente ospitalià), ma forse le cose potrebbero cambiare nel prossimo futuro. La famiglia accogliente potrebbe averla trovata in GloFo, la piñata nella tecnologia FD-SOI. Uno scherzo del destino, si potrebbe affermare, visti gli insuccessi cui è stata costretta AMD proprio a causa di GloFo .

Su BSN, Marcus Pollice ha scritto una news riguardo alcune possibili informazioni trafugate relative a Carrizo, la prossima APU di AMD, e si parla dell'utilizzo quale nodo produttivo di un non identificato 28nm. Di questo abbiamo parlato alcune settimane fa, e la fonte sembra essere la medesima: un profilo linkedin. Lo stesso Pollice afferma in calce alla news: “Overall, the information I was able to dig up gives us a better picture of Carrizo, but quite a few things need some clarification. Since Carrizo is scheduled for 2015 there is still some time for AMD to apply changes to this design, so the information presented here may or may not resemble the final product”. Insomma, non c'è nulla di certo, assolutamente nulla. E questo non ci meraviglia, essendo Carrizo previsto per il 2015 inoltrato.

D'altra parte una nostra fonte cinese ci ha comunicato, diversi mesi fa, che Carrizo dovrebbe essere prodotto a 20nm. Considerando che secondo BSN Carrizo dovrebbe integrare l'FCH, un doppio IMC (DDR3+DDR4), il supporto a AVX2 ed altre migliorie, e dovrebbe portare il TDP da 95W (Kaveri) a 65W, una domanda dovrebbe sorgere spontanea: tutto questo sarà possibile con i 28nm?

E' anche vero, comunque, che AMD potrebbe commercializzare un primo Carrizo a 28nm, limitato nelle frequenza e/o con pochi Moduli Excavator/CU GCN per mantenere il TDP a 65W, per poi shirnkare a 20nm successivamente, aumentando Moduli e CU. Ma questa strategia converrebbe davvero?

Poiché GloFo ha già operativi i 28nm FD-SOI presso la FAB di Dresda, poiché il passaggio ai 20nm FD-SOI è molto semplice e, poiché, in ultimo, gli FD-SOI saranno meno costosi del BULK, forse ci si sta complicando eccessivamente la vita alla ricerca di chissà quali soluzioni esotiche. D'altra parte, se l'FD-SOI non lo vuole veramente nessuno, perché GloFo ci sta mettendo tempo e denaro?

 

 

 

 

Categoria: Hardware
Commenti (3)   Commenta


Secondo nostre fonti interne, nVidia a breve dovrebbe presentare la nuova GPU GM108 di fascia bassa basata su architettura Maxwell, prodotta sempre con il PP 28nm di TSMC. Di GM108 sono già trapelate alcune informazioni due settimane fa, ma il quadro è ancora incompleto.

 

 

GM108 sarà inizialmente resa disponibile solo ai produttori di Notebook, mentre in un secondo tempo, nel caso il mercato consumer retail si mostrasse ricettivo, verrebbe commercializzata anche attraverso schede video discrete di fascia bassa.

Questa GPU dovrebbe essere l'ultima su architettura Maxwell prodotta a 28nm, dopo GM107. Le future GPU saranno prodotte a 20nm o 16nm; a quanto pare, infatti, nVidia sta facendo diversi tape out delle proprie GPU con entrambi i PP, in quanto TSMC potrebbe posticipare ulteriormente i 16nm FinFET. Dovesse questo nodo tardare eccessivamente, nVidia dovrà ripiegare sui non molto adatti (per le GPU discrete) 20nm SoC.

L'annuncio di nVidia riguardo le specifiche complete di GM108 dovrebbe uscire a giorni.

Categoria: Hardware
Commenti (3)   Commenta


Secondo gli analisti asiatici, le consegne di Notebook durante questo trimestre subiranno una netta contrazione. Si parla di un - 22,95%, rispetto al trimestre precedente, per i produttori di Taiwan.

 

 

Questo calo è da ricercarsi, secondo gli analisti, nella volontà di rinnovare il parco macchine con i nuovi SoC Bay Trail-M di Intel. Questo sta spingendo gli OEM a svuotare i magazzini delle macchine più vecchie, attraverso una diminuzione temporanea della produzione, come spiega Jane Yeh, analista presso MIC: “Contract notebook makers’ total shipments are forecast to drop at a double-digit rate quarter-on-quarter this quarter partly because of their clients’ anticipation for Intel’s new chip products and also because of seasonality”.

Una tale notevole diminuzione nella produzione di Notebook, però, potrebbe non spiegarsi solamente con l'attesa dei nuovi SoC di Intel. Potrebbe trattarsi, infatti, di un calo fisiologico determinato dal successo dei Tablet, strumenti che oggi hanno sostituito i Notebook in molti utilizzi, grazie allo schermo touch ed a una maggiore facilità di utilizzo rispetto ad un terminale dotato di un SO classico come Windows (soprattutto tra gli anziani).

Per questa ragione si cerca di spingere, dal punto di vista commerciale, i Notebook dotati di schermo touch, ma rimane difficile raggiungere la giusta alchimia tra prezzo e feature: “Although the costs associated with touch components have reduced, touch-enabled notebooks are still not quite appealing to consumers, mainly due to the radical changes to the user interface, limited added-value of touch, and the relatively high prices compared to traditional models”, afferma sempre Yeh.

Non è un caso, quindi, che il mercato dei Notebook si sia contratto del 12,4% nel 2013, passando dalle 171 milioni di unità distribuite nel 2012 alle 150 milioni dell'anno scorso. Quest'anno la riduzione potrebbe essere ancora più forte, secondo i più pessimisti.

Categoria: Hardware
Commenti (2)   Commenta


uffiOltre a presentare la scheda video GeForce GTX Titan Z, nel keynote di apertura della GTC 2014 Jen-Hsun Huang ha mostrato la roadmap aggiornata delle prossime generazioni di architetture GPU di Nvidia.

Rispetto alla roadmap vista alla GTC 2013 c'è un'importante novità. L'architettura Volta è stata posticipata ed il suo posto è stato preso da una nuova generazione denominata Pascal.

Anche se i dettagli non sono completi, Pascal possiamo inquadrarla come un'architettura di transizione che metterà in comunicazione Maxwell con Volta. In che modo? Pascal erediterà alcune feature presenti o previste (e successivamente cancellate) in Maxwell e le abbinerà ad una delle due grandi novità attese con Volta.

Pascal dovrebbe utilizzare lo stesso Streaming Multiprocessor della seconda generazione di Maxwell (o comunque avere un'organizzazione simile) ma aggiungerà il supporto alla memoria unificata e, soprattutto, sarà il primo chip grafico con memoria stacked (anticipando Volta). A questo punto l'unica vera novità di Volta sarà il un nuovo shader-core.

new roadmap

Per implementare la memoria stacked, Nvidia ha scelto la tecnologia HMB (High Bandwidth Memory) di Hynix che consiste nell'installazione di memoria DRAM su più stradi, sfruttando l'interconnessione TSV (Through Silicon Vias), direttamente sul package della GPU. Questa struttura consentirà al chip grafico di comunicare con la memoria ad una velocità impressionate, si parte da un minimo di mezzo TB/s (TeraByte al secondo) a salire. Il limite di questa tecnologia sarà dettato esclusivamente dal costo e non dall'architettura.

nv stack

(GPU nV Pascal com memoria stacked)

nv 3DMemory

Ricordiamo che la soluzione di Nvidia non è una novità assoluta nel campo dei chip grafici, anche AMD ci sta lavorando sopra da molto tempo ed ha iniziato ben prima della casa di Santa Clara. Circa 3 anni fa AMD propose una soluzione simile (e realizzò anche un prototipo) per le GPU delle nuove Xbox di Microsoft e Playstation di Sony, ma i costi assolutamente proibitivi scoraggiarono persino i due colossi delle console.

amd interposer

(Prototipo di GPU AMD con memoria stacked)

Altra novità di Pascal riguarda il sistema di connessione NVLink che velocizzerà la comunicazione GPU-to-GPU e GPU-to-CPU rispetto al tradizione bus PCI-Express. Si tratta di una soluzione molto interessante ma che richiede la riprogettazione del formato delle schede video (non più su slot ma su socket), nuovi design delle scheda madri e necessita di speciali CPU compatibili. Difficilmente AMD e Intel adotteranno questa connessione, per questo riteniamo NVLink una tecnologia che inizialmente troverà spazio solo nel mercato server (in collaborazione con IBM) o in abbinamento alle CPU ARM appositamente modificate da Nvidia.

Prototipo di "scheda video" con GPU Pascal e tecnologia NVLink.

PascalBoard 575px

Categoria: Hardware
Commenti (8)   Commenta


In ambito gaming l'unico vantaggio delle costosissime schede video GTX Titan e GTX Titan Black è il buon supporto offerto alle configurazioni 4K-Surround, ovvero a quelle configurazione che prevedono 3 monitor da 3840 × 2160 pixel affiancati tra loro e abbinati alla tecnologia multi-monitor di Nvidia, grazie al quantitativo di memoria video doppio rispetto alle GTX 780/780Ti. Ovviamente parliamo di sistemi 4K-Surround pilotati da 3 o 4 GTX Titan/T.Black in parallelo, perchè una sola scheda non è in grado di gestire in maniera fluida l'enorme numero di pixel (25 milioni!) nei giochi più complessi.

4k surround 

Tuttavia anche questo beneficio è destinato a scomparire visto che a partire dalla fine di questo mese Nvidia darà ai propri partner il via libera alla commercializzazione delle GTX 780 e 780 Ti custom con 6GB di VRAM. Le prime soluzioni disponibili saranno di EVGA, che ha intenzione di presentare diversi modelli: GTX 780 6GB (ACX), GTX 780 Ti 6GB (ACX) e GTX 780 Ti Kingpin Edition 6GB. La casa di Brea abiliterà anche per queste schede il programma EVGA Step-Up, che offre all'utente la possibilità di restituire l'attuale schede video EVGA (purchè acquistata entro gli ultimi 90 giorni) e di prendere una nuova GTX 780/780Ti 6GB pagando la differenza.

6GB StepUp

Sul fronte AMD il discorso è analogo, anche se la tecnologia "4K-Eyefinity" può già contare sui 4GB di VRAM delle R9 290/290X sono comunque in arrivo soluzioni dotate di 8GB di memoria on-board (come le R9 290X Vapor-X 8GB e R9 290X Toxic 8GB di Sapphire).

r9 290x toxic 8GB

Categoria: Hardware
Commenti (5)   Commenta


Sottocategorie

Pagina 43 di 194

Contenuti correlati

  • Dallo stesso autore
  • Dalla stesso categoria
  • Ultime notizie
 
 

Quotazioni

Loading
Chart
o Advanced Micro Devices 1.82 ▲0.03 (1.68%)
o Intel Corp. 28.52 ▼0.56 (-1.93%)
o ARM Holdings 42.58 ▼0.41 (-0.95%)
o NVIDIA Corp. 21.75 ▼0.52 (-2.33%)
o Microsoft Corp. 42.61 ▼0.89 (-2.05%)
o Texas Instruments 46.53 ▼0.93 (-1.96%)
o Apple Inc. 109.27 ▼1.10 (-1.00%)
NYSE:AMD

Advanced Micro Devices

Company ID [NYSE:AMD] Last trade:1.82 Trade time:6:05PM EDT Value change:▲0.03 (1.68%)
NASDAQ:INTC

Intel Corp.

Company ID [NASDAQ:INTC] Last trade:28.52 Trade time:6:05PM EDT Value change:▼0.56 (-1.93%)
NASDAQ:ARMH

ARM Holdings

Company ID [NASDAQ:ARMH] Last trade:42.58 Trade time:6:05PM EDT Value change:▼0.41 (-0.95%)
NASDAQ:NVDA

NVIDIA Corp.

Company ID [NASDAQ:NVDA] Last trade:21.75 Trade time:6:05PM EDT Value change:▼0.52 (-2.33%)
NASDAQ:MSFT

Microsoft Corp.

Company ID [NASDAQ:MSFT] Last trade:42.61 Trade time:6:05PM EDT Value change:▼0.89 (-2.05%)
NASDAQ:TXN

Texas Instruments

Company ID [NASDAQ:TXN] Last trade:46.53 Trade time:6:05PM EDT Value change:▼0.93 (-1.96%)
NASDAQ:AAPL

Apple Inc.

Company ID [NASDAQ:AAPL] Last trade:109.27 Trade time:6:05PM EDT Value change:▼1.10 (-1.00%)

Newsletter



Ricevi HTML?