Skin ADV
Text Size

Secondo le nostre sempre ben informate fonti interne, che in questo momento ci stanno regalando parecchie soddisfazioni per quanto riguarda AMD (e che nel prossimo futuro ce ne regaleranno altre per quanto concerne Intel: restate sintonizzati), le linee di processori FX e Opteron x86 dovrebbero tornare in grande stile tra il 2016 e il 2017.

 

 

Si parla di CPU, per i modelli di punta, dotate di 20 core (NO Compute Cores!) e realizzate con processo produttivo a 14nm o 16nm (o con Samsung/GloFo o con TSMC, quindi), a seconda del mercato a cui saranno indirizzate. Come abbiamo già scritto, la nuova architettura x86 di AMD sarà decisamente personalizzabile, e la stessa personalizzazione sarà possibile anche dal punto di vista del processo produttivo, come ha confermato Jim Keller, non molto tempo fa, riferendosi però a K12: “Keller considers largely solved the issues dealing with multiple-patterning lithography required for the 14nm/16nm processes in which his team is designing the first K12 chips. Just adding on more metal layers is no longer an option, but "we have other proprietary tricks," he said”. Non ci saranno particolari problemi, quindi, nel realizzare questi processori a 14nm o 16nm.

Questa nostra soffiata va così a confermare quanto ha comunicato Bernd Lienhard, Corporate Vice President and General Manager, Client Business Unit presso AMD, al sito cinese MyDrivers.com: “Tra circa due anni la linea di processori FX riceverà un sostanzioso aggiornamento”.

Se il gruppo di ingegneri guidato da Keller dovesse riuscire a rendere disponibili queste CPU entro la data stabilita, Skylake-E/EP/EX avrà un concorrente prodotto con un nodo del tutto simile (14/16nm), con un pari numero di Core massimi (20) e su Socket LGA. La Cache, di tutti i livelli, inoltre, sarà realizzata da 0, ex-novo.

È ancora presto per gridare al miracolo, ma queste voci mi riportano indietro nel tempo, quando all'epoca del discreto K6 si vociferava già di SledgeHammer. E sappiamo tutti quale capolavoro sia saltato fuori.

Categoria: Hardware
Commenti (72)   Commenta


Quando Asus lancia una scheda della serie ROG per AMD, è perché questa scheda dovrà avere una vita commerciale molto prolungata. Contrariamente a quanto accade con Intel, le spese di R&D, le spese di produzione e le spese di commercializzazione sono molto più lente da riassorbire, a causa di un'utenza meno disposta a pagare un prezzo Premium, e ad una minore quantità di utenti Enthusiast tra i fan di AMD. Chi acquista una CPU o una APU della casa di Sunnyvale, oggi, lo fa con in mente il miglior rapporto qualità/prezzo, non le prestazioni assolute.

 

 

Per questo motivo, se Asus lancia ufficialmente la Crossblade Ranger della serie ROG, dopo averne realizzato la preview a giugno, è perché il Socket FM2+ resterà sul mercato almeno un altro anno abbondante, confermando implicitamente le voci su un Refresh di Kaveri nel 2015.

 

 

Parlando più nel particolare della scheda, si tratta di una soluzione ATX, caratterizzata, oltre che dai colori tipici della serie ROG, il rosso ed il nero, da varie feature che faranno sicuramente la felicità dei videogiocatori più smaliziati. Tra le tante vorremmo citare:

  • una porta Gigabit Ethernet coadiuvata dal software GameFirst III, in grado di dare priorità ai pacchetti dei videogiochi, diminuendo le latenze;
  • il chip audio ALC1150 di Realtek, attualmente il prodotto di punta della casa cinese, protetto da uno schermo protettivo EMI, così da diminuire al minimo le interferenze elettromagnetiche, migliorando la qualità del suono;
  • Sonic SenseAmp, una tecnologia che aggiusta automaticamente l'impedenza del microfono, al fine di ridurre il deterioramento della qualità del suono della voce.

Non mancheranno, inoltre, un BIOS UEFI particolarmente ricco e ben strutturato, così da poter divertirsi nell'overclockare il proprio processore, ed un hardware adatto allo scopo, capitanato da una sezione di alimentazione da ben 8 fasi. In ultimo, AnandTech ci informa che il prezzo di commercializzazione dovrebbe essere attorno ai 160 dollari, tasse escluse.

Categoria: Hardware
Commenti (18)   Commenta


EXPReview ci informa che AMD ha mostrato, con una presentazione avvenuta in Cina, due nuove CPU dotate di moltiplicatore sbloccato e dedicate all'utenza Enthusiast. Si tratta del FX-8300, per Socket AM3+, e dell'Athlon II X4 860K, per Socket FM2+.

 

 

L'uscita del FX in parte era prevista, ma le sorprese non dovrebbero essere finite, ed AMD potrebbe presentare nelle prossime settimane altri processori per Socket AM3+ con cui sostituire l'FX-9370 e FX-9590, così come gli FX-8350/8320.

Per quanto riguarda l'Athlon II X4 860K, si tratta di una versione delle APU “Kaveri” con la iGPU disabilitata tramite Laser Cut, e che dovrebbe rinverdire i fasti dell'Athlon II X4 750K, un vero e proprio gioiellino per il rapporto prezzo/prestazioni (qui la nostra recensione).

 

Processore FX-8300 Athlon II X4 860K
Architettura Piledriver Steamroller
Moduli/Core 4/8 2/4
Frequenza (Turbo) 3,2 GHz (3,5 GHz) 3,7 GHz (?)
TDP 95W 95W
Socket AM3+ FM2+

 

Ancora non si conoscono prezzi e disponibilità, ma AMD non dovrebbe tardare molto a comunicarle.

Categoria: Hardware
Commenti (12)   Commenta


ADATA ha presentato ufficialmente le prime DDR4 ad alte prestazioni, dedicate cioè agli overclocker ed agli utenti enthusiast, le XPG Z1, operanti alla frequenza di 2800 MHz.

 

 

Dopo aver mostrato le proprie DDR4 di fascia Value, ADATA ci mostra delle DDR4 di fascia ben più elevata, così come più elevato è il prezzo Retail suggerito: 229 euro per il kit 2x4GB e 469 euro per il kit 2x8GB.

I prezzi sono tutt'altro che popolari, come è logico che sia per prodotti dedicati al tipo di utenza sopra menzionata, ma quello che più stona di queste DDR4 sono i timing: 17-17-17. Le rivali DDR3-2800 hanno timing pari a 12-14-14, e sono vendute a prezzi mediamente più bassi. È vero che le tensioni di funzionamento delle DDR4 sono molto più basse rispetto a quelle delle DDR3 (1.2v contro 1.65v), che le DDR4 teoricamente potrebbero salire molto di più in frequenza, e che i prezzi potrebbero scendere velocemente, ma allo stato attuale delle cose le DDR4 non sembrerebbero essere quel Jolly che in molti si aspettavano. Attendiamo quindi con impazienza i primi test condotti con Haswell-E, al fine di comprendere se le DDR4 saranno davvero utili all'utente consumer/prosumer o se, per il momento, non siano altro che un bel esercizio di stile.

 

 

Il comunicato stampa ufficiale qui di seguito.

Taipei, Taiwan – 7 Agosto, 2014 – ADATA® Technology, azienda leader nella produzione di memorie DRAM ad elevate prestazioni e in soluzioni basate su tecnologia NAND Flash, annuncia quest’oggi le prime memorie DDR4 per overclocking della propria famiglia XPG - XPG Z1, dotate di supporto alla nuova piattaforma Intel Haswell-E. Grazie alla tecnologia DDR4 le memorie XPG Z1 non solo si rivelano essere una soluzione ideale per il gaming, ma anche un componente importante per l’overclocking del sistema.

Prestazioni incrementate con grande efficienza energetica
Le memorie DDR4 superano quelle DDR3 grazie alle migliori prestazioni velocistiche e ai consumi più contenuti. La tensione di alimentazione è diminuita da 1.5V a 1.2V, una riduzione pari al 20%, contribuendo a mantenere il sistema a temperature più contenute per una maggiore stabilità operativa. Con frequenze di funzionamento sino a 2.800 MHz, timing pari a CL 17-17-17 e bandwidth che raggiunge i 22 GB/s, le memorie XPG Z1 permettono di incrementare l’efficienza nel trasferimento dei dati. Una tensione di soli 1,2V è richiesta per ottenere la frequenza di clock di ben 2.800 MHz. Oltre a questo il chip SPD (Serial Presence Detect) delle memorie XPG Z1 permette di abilitare automaticamente I parametri di funzionamento corretti senza dover entrare a impostare i valori nel bios, a tutto vantaggio della facilità d’uso.

Un bel design per prestazioni elevate
Le memorie XPG Z1 sono basate su un design sviluppato sulla forma tipica delle ali di un jet, con una finitura che è simile a quella del carbonio utilizzata nelle auto da corsa: tutti simboli che rimandano al concetto della velocità e delle prestazioni elevate. Grazie alla tecnologia Thermal Conductive e al PCB a 10 strati con rame da 2oz, i chip memoria utilizzati nei moduli XPG Z1 sono posti a diretto contatto con il dissipatore di calore così da assicurare che sia PCB come chip memoria possano operare ad una temperatura ambiente uguale, riducendo la resistenza elettrica e consumando di meno così da migliorare la qualità del segnale trasmesso.

Elevata durata nel tempo
Le memorie XPG Z1 DDR4 sono costruite utilizzando chip memoria di elevata qualità, selezionati attraverso un rigido processo interno. Utilizzano un PCB (Printed Circuit Board) di elevate qualità che contribuisce a incrementare la vita utile delle memorie. Oltre a questo, le memorie ADATA sono fornite ai clienti con garanzia a vita, così da abbinare durata nel tempo con un servizio di supporto a livelli d’eccellenza.

Disponibilità
Le memorie ADATA XPG Z1 DDR4 verranno proposte sul mercato al prezzo medio retail suggerito di 229 € per 2*4GB e 469 € per 2*8GB.

Categoria: Hardware
Commenti (2)   Commenta


La casa taiwanese, con un comunicato ufficiale, ci informa che sono finalmente disponibili i primi Kit di memorie DRAM DDR4, per il momento solo di fascia Value, dedicati alla piattaforma Socket 2011-3 e ai processori Haswell-E. I kit sono disponibili nei formati 2x4GB e 2x8GB, a prezzi suggeriti molto concorrenziali: 69.90 euro per il primo, 139.90 euro per il secondo.

 

 

Qui la pagina alle DDR4 sul sito A-DATA, mentre qui di seguito il comunicato ufficiale nella propria interezza.

 

ADATA presenta memorie DDR4 2133 di tipo U-DIMM
DDR4: ecco il nuovo nome per l’upgrade del proprio sistema.


Taipei, Taiwan – 31 Luglio, 2014 – ADATA® Technology, produttore leader nella costruzione di moduli memoria DRAM e in prodotti basati su tecnologia NAND Flash, annuncia quest’oggi le nuove memorie DDR4 2133 Unbuffered DIMM, compatibili con la più recente piattaforma Intel® Haswell-E posizionata nel segmento top di gamma del mercato. Grazie ai benefici della memoria DDR4 e alla produzione di qualità di ADATA, le memorie DDR4 2133 U-DIMM rappresentano una eccellente soluzione di upgrade del sistema per gli utenti PC enthusiast.

Elevata velocità di trasferimento dei dati, grande efficienza energetica
Con velocità di trasferimento dei dati sino a 2.133 MHz e bandwidth che raggiunge i 17GB/s, le memorie Premier DDR4 2133 Unbuffered DIMM assicurano una superiore efficienza nel trasferimento dei dati rispetto alle precedenti generazioni di memorie DRAM. Nel confronto con i moduli DDR3 le memorie DDR4 sono capaci di superiori frequenze di clock e consumi più ridotti. Con una tensione di alimentazione di soli 1.2V le nuove memorie DDR4 Unbuffered DIMM permettono di ottenere un contenimento dei consumi del 20%, a maggior tutela dell’ambiente. In un sistema PC desktop questa caratteristica porta a inferiori costi di gestione e prestazioni velocistiche più elevate.

Massima qualità e garanzia a vita
Tutti i moduli memoria ADATA sono costruiti e testati seguendo un rigoroso processo di controllo qualità, grazie al quale è assicurato un funzionamento sempre stabile. Oltre a questo i moduli ADATA sono offerti con garanzia a vita, così da assicurare funzionamento stabile unito ad eccellente supporto al cliente.

Disponibilità
Le memorie DDR4 2133 U-DIMM sono disponibili presso rivenditori selezionati e distributori al prezzo medio retail suggerito di € 69.90 per 8GB e € 139.90 per 16GB.

Categoria: Hardware
Commenti (14)   Commenta


MSI ha pubblicato sul proprio canale di Facebook la prima immagine della scheda madre X99S SLI: soluzione basata sul nuovo chipset X99 per socket LGA 2011-3 (diverso dall'attuale socket LGA 2011) e sviluppata per i futuri processori Inte Core i7 serie 5000 della famiglia Haswell-E, il cui debutto è previsto per il mese prossimo.

msi icon

La scheda presenta la medesima disposizione dei componenti nella parte superiore già utilizzata dalle mainboard con chipset X79: socket centrale, slot RAM sui lati di destra e sinistra e sezione VRM in alto, ma in questo caso i blocchi di moduli memoria di sistema supportati sono di tipo DDR4.

Nella parte inferiore troviamo 4 slot PCI-E 3.0 x16: 2 funzionanti a piena banda, il terzo - pilotato sempre dal controller integrato nella CPU - passa a 8 linee per abilitare correttamente le configurazione 3-way GPU, mentre il quarto è controllato dal southbridge. La novità riguarda il comparto storage, aggiornato con il supporto M.2 e SATA Express, oltre al classico SATA 3.

msi x99

La colorazione scelta da MSI (completamente nera) ricorda molto quella utilizzata da ASUS sulla Rampage 4 Black Edition.

 

Categoria: Hardware
Commenti (3)   Commenta


AMD estende la propria gamma di proposte APU per sistemi desktop basate su architettura Kaveri ufficializzando tre nuovi modelli della famiglia A. Queste APU condividono la tecnologia produttiva a 28 nanometri, continuano a sfruttare una CPU "Steramroller" abbinata ad una iGPU "GCN 1.1" e sono utilizzabili sulle schede madri con socket FM2+.

apu kaveri 99

Queste le versioni di APU Kaveri che debuttano oggi:

  • A10-7800: architettura CPU Quad-Core (2M/4C, 2 Moduli / 4 Cluster) e GPU integrata Radeon R7 con 8 CU (512 SPs); TDP configurabile e moltiplicatore di frequenza bloccato.
  • A8-7600: architettura CPU Quad-Core (2M/4C) e GPU integrata Radeon R7 con 6 CU (384 SPs); TDP configurabile e moltiplicatore di frequenza bloccato.
  • A6-7400K: architettura CPU Dual-Core (1M/2C) e GPU integrata Radeon R5 con 4 CU (256 SPs); TDP configurabile e moltiplicatore di frequenza sbloccato.

Nella tabella seguente troviamo tutte le caratteristiche a confronto (il listini per il mercato italiano non è ancora disponibile).

1

La caratteristica principale di questi modelli è il TDP configurabile, ottimizzato da AMD per funzionare a 45W ma può essere impostato a 65W a seconda delle esigenze dell'utente. Comunque stando ai test effettuati dalla casa di Sunnyvale la differenza prestazionale tra la configurazione a 64W e quella a 45W è minima grazie all'ottimo lavoro fatto sulla gestione della frequenza e del risparmio energetico.

2

Per promuovere quest'aggiornamento AMD si è concentrata molto sul parco software, raggiungendo interessanti risultati grazie alla collaborazione diretta con i produttori ISV e con l'estensioni delle funzioni HSA.

Continuiamo a trovare il supporto alle API Mantle e alla tecnologia TrueAudio...

6 7 

...e la possibilità di utilizzare la potenza dell'APU per i calcoli della fisica nei giochi in abbinamento ad una scheda video discreta.

8

Categoria: Hardware
Commenti (28)   Commenta


Il rallentamento di Intel nel mercato Desktop, con la commercializzazione di Haswell Refresh, sta dando una mano ad AMD nel restare abbastanza competitiva senza la necessità di spendere cifre folli in R&D nel breve periodo, e per questo motivo, molto probabilmente, la casa di Sunnyvale per il 2015 si limiterà a commercializzare una versione affinata, dalle frequenze più elevate a parità di TDP, delle attuali APU “Kaveri”.

 

 

Come abbiamo scritto alcuni giorni addietro, Kaveri avrà una vita commerciale più lunga del previsto nel settore Desktop, così come Trinity ha avuto una vita commerciale più lunga di quanto preventivato, attraverso la commercializzazione di Richland. AMD applicherà la medesima strategia con Kaveri, e questo modus operandi potrebbe spiegare la commercializzazione con il contagocce delle ultime APU, per ora limitate ai soli modelli A10-7850K e A8-7700K, nonostante la recente presentazione sia dei modelli non-K sia dell'Athlon II X4 860K, i quali dovrebbero vedersi in buon numero a breve.

Alla luce di ciò, l'offerta Consumer di AMD si potrebbe suddividere in due rami, nel 2015, per le APU basate su architettura Bulldozer: Kaveri per il mercato Desktop, Carrizo per il mercato Notebook.

Riguardo HSA, invece, per il momento la maggior parte delle Software House giudica più che sufficiente l'implementazione che si ha con Kaveri, quindi non servirà necessariamente Carrizo per migliorarne l'appeal: la priorità, per AMD, è aumentare il più velocemente possibile la base installata di APU HSA-Capable.

Categoria: Hardware
Commenti (25)   Commenta


Secondo la medesima fonte che ci ha informato degli ultimi piani di AMD su Carrizo, veniamo a sapere che Toronto, versione Server del medesimo SoC, avrà abilitati sia l'IMC DDR3 sia l'IMC DDR4. Carrizo, in teoria, potrebbe quindi gestire anche le DDR4, ma si è scelto di abbandonare questa soluzione, disabilitanto l'IMC dedicato alle DDR4, così da contenerne anche i consumi (attraverso un Laser Cut).

 

 

Questa decisione è stata presa da AMD per una serie di motivi:

  • eccessivo costo delle DDR4 per il mercato Consumer, ma non per quello Server;
  • maggiore densità dei moduli DDR4 rispetto ai moduli DDR3;
  • minori consumi con le DDR4;
  • possibilità di futuri upgrade (le DDR4 nel 2016 dovrebbero costare meno delle DDR3).

 

 

Questa informazione, in conclusione, mette in chiaro come le voci che vogliono Toronto in grado di gestire le DDR4 siano fondate al 100%, ed al contempo continua a tenere in vita la possibilità di vedere utilizzata la Stacked DRAM per le versioni Notebook di Carrizo.

Categoria: Hardware
Commenti (2)   Commenta


HIS ha presentato la Radeon IceQ R9 290X Hybrid, modello custom basato su GPU Hawaii XT caratterizzato dall'utilizzo del sistema di raffreddamento Accelero Hybrid di Arctic Cooling.

 

HIS-IceQ-Hybrid-2

Questa soluzione è in grado di dissipare fino a 500W grazie ad un radiatore esterno con ventola 120mm che lavora insieme al blocco wb/pompa installato direttamente sulla GPU. Lo smaltimento del calore dei chip VRAM e della sezione VRM è affidato ad una seconda ventola integrata nella copertura in plastica che sovrasta il PCB e che soffia aria fresca direttamente sul face-plate in metallo.

HIS-IceQ-Hybrid-1

Il produttore di Hong Kong ha overcloccato di fabbrica la GPU a 1100 MHz (contro i 1000MHz di default), mentre i 4GB di memoria video GDDR5 (con bus a 512Bit) continuano a viaggiare alla frequanza stock di 1250 MHz (5000 MHz effettivi).

Il prezzo dalla HIS Radeon IceQ R9 290X Hybrid è di 599 Euro.

Categoria: Hardware
Commenti (1)   Commenta


Asus aggiorna la gamma dei monitor da gaming, realizzati dal reparto ROG (Republic of Gamers), presentando il modello Swift PG278Q.

 image005

Si tratta di un display pensato per i videogiocatori dai palati più esigenti, il primo che supporta una risoluzione WQHD (Wide Quad-High definition, ovvero 2560x1440 pixel) in abbinamento alla tecnologia G-Sync. Questa tecnologia è di proprietà nVidia, può essere utilizzata solo in abbinamento alle schede GeForce basate su GPU Kepler e Maxwell, ed è stata pensata per eliminare i problema di stuttering, tearing e lag nei videogiochi. Ricordiamo che l'analoga risposta di AMD a tali problemi si chiama Freesync ed arriverà all'inizio del prossimo anno, ma sfrutterà uno standard aperto a tutti i produttori.

Il pannello del Swift PG278Q, pilotato dal famigerato modulo aggiuntivo G-Sync, ha una diagonale da 27 pollici e supporta un refresh a 144 Hz con tempo di risposta di 1 ms.

ASUS ROG Swift PG278Q

Display

27-inch (68.5cm) widescreen with 16:9 aspect ratio

Resolution

2D mode: 2560 x 1440 (up to 144 Hz)

3D mode: 2560 x 1440 (up to 120 Hz)

2D/3D surround: 7680 x 1440 (2D up to 144 Hz / 3D up to 120 Hz)

Pixel pitch

0.233mm / 109 PPI

Colors (max)

16.7M

Viewing angles

170-degree (H) / 160-degree (V)

Contrast Ratio

100,000,000:1 ASUS Smart Contrast Ratio

Brightness (max)

350cd/m²

Response time

1ms (GTG)

ASUS-exclusive technologies

ASUS GamePlus Technology (Crosshair / Timer)

ASUS Refresh Rate Turbo Key (60 Hz /120 Hz/ 144Hz Overclocking)

ASUS 5-way OSD Navigation Joystick

NVIDIA® technologies

NVIDIA® G-SYNC™ Technology

NVIDIA® 3D Vision™ Ready

NVIDIA® Ultra Low Motion Blur Technology

Input/output

1 x DisplayPort 1.2

2 x USB 3.0 (Upstream x 1, Downstream x 2)

Stand

Tilt: +20°~-5°, Swivel: ±60°, Pivot: 90° clockwise

Height adjustment: 0~120mm

VESA wall mount: 100 x 100mm

Size

619.7 x 362.96 x 65.98mm

 

Il monitor ASUS ROG Swift PG278Q è disponibile al prezzo di Euro 799 IVA inclusa.

*Cernusco sul Navigio, 30 luglio 2014 —* Per soddisfare i requisiti grafici dei giochi più frenetici, ASUS ROG (Republic of Gamers) ha annunciato oggi il monitor gaming Swift PG278Q, un display WQHD da 27 pollici con velocità di refresh a 144 Hz e tempo di risposta di 1 millisecondo. Il monitor ha una serie di caratteristiche dedicate ai gamer volte a migliorare l'esperienza di gioco, come la tecnologia NVIDIA® G-SYNC™ che garantisce la riproduzione fluida e omogenea delle immagini e un design straordinariamente elegante ed ergonomico.

Progettato in modo specifico per i gamer più appassionati, il monitor ROG Swift PG278Q adotta un panello WQHD 2560 x 1440 da 27 pollici con densità di pixel di 109 PPI (Pixel Per Inch). L’adozione di un pannello WQHD offre una risoluzione 720p quattro volte superiore per la riproduzione di immagini estremamente nitide e offre uno spazio di lavoro sullo schermo maggiore del 77% rispetto ai display 1080p con dimensioni similari.

Ideale per i giochi dalle azioni più veloci e concitate, visualizza le immagini con una grande fluidità grazie alla velocità di refresh a 144 Hz e al tempo di risposta di 1 ms. L’utente ha la possibilità di scegliere le velocità di refresh che preferisce, mentre l’esclusivo tasto Turbo permette di passare con un singolo click tra le modalità di visualizzazione a 60 Hz, 120 Hz o 144 Hz.

Il monitor PG278Q integra la tecnologia NVIDIA G-SYNC per riprodurre le immagini nel modo più fluido e rapido che si possa immaginare. La tecnologia G-SYNC sincronizza la velocità di refresh del display con la GPU nei PC che dispongono di una scheda NVIDIA® GeForce®® GTX™, eliminando ogni effetto di tearing sullo schermo e minimizzando il movimento a scatti e i ritardi nell’input.

ROG Swift PG278Q dispone dell’esclusivo hotkey GamePlus di ASUS con funzioni di timer e sovrapposizione di un mirino a croce. Questa funzionalità permette all’utente di scegliere tra quattro diversi mirini a croce per meglio adattarsi a ogni ambiente di gaming, mentre il timer sullo schermo consente di tenere traccia dei tempo trascorso o rimanente nell’azione del gioco. L’intuitivo joystick di navigazione a 5 direzioni permette di accedere in modo semplice e rapido alle impostazioni dell’OSD e consente all’utente di cambiare i parametri di visualizzazione con un singolo movimento del dito. Il monitor PG278Q è stato progettato per le lunghe maratone di gioco e adotta una bocchetta di aerazione intelligente che contribuisce a dissipare il calore garantendo il raffreddamento ottimale anche dopo molte ore di utilizzo.

ROG Swift PG278Q include una porta DisplayPort 1.2 per l’output WQHD nativo e due porte USB 3.0 che offrono una comoda connettività passante.

Sotto l’aspetto estetico, ROG Swift PG278Q è caratterizzato dalla presenza di linee nette e precise a esemplificare robustezza e affidabilità. La base, caratterizzata da un design particolarmente complesso e intrigante, viene illuminata dalla speciale funzionalità LED Light-in-Motion.

PG278Q ha un profilo particolarmente snello con una cornice estremamente sottile da 6 mm, che lo rende ideale nelle configurazioni multi-display. Il piedestallo è stato progettato per offrire la massima ergonomia con possibilità di inclinazione, rotazione e regolazione dell'altezza che garantiscono sempre la posizione di visualizzazione ideale nelle lunghe maratone di gioco. L’apposita funzionalità di gestione dei cavi nella parte posteriore del monitor permette di mantenere un ambiente di gioco molto ordinato, senza cavi ingarbugliati.

Categoria: Hardware
Commenti (2)   Commenta


Pagina 2 di 165

Contenuti correlati

  • Dallo stesso autore
  • Dalla stesso categoria
  • Ultime notizie

Ultime dal forum



Tre nuove CPU FX presentate all'AMD30Live (28)
30/08/2014 08:16, dobermann77

Da AMD nuove APU desktop della serie 'Kaveri' (28)
29/08/2014 16:13, Alessio89

IntelBurnTest Intel i7-4790K (16)
29/08/2014 14:00, monti001

Buongiorno e buonasera (4207)
27/08/2014 12:07, Alessio89

Red Hat: i SoC ARM per server dovrebbero essere tutti come “Seattle” di AMD (6)
26/08/2014 15:38, Alessio89

notebook per foto-editing, chiarimenti e idee (14)
26/08/2014 15:35, Sasha

Articolo sui P.P. (4)
25/08/2014 19:35, Fottemberg

Quotazioni

Loading
Chart
o Advanced Micro Devices 4.17 ▲0.03 (0.72%)
o Intel Corp. 34.92 ▲0.27 (0.78%)
o ARM Holdings 48.53 ▲0.37 (0.77%)
o NVIDIA Corp. 19.45 ▲0.06 (0.31%)
o Microsoft Corp. 45.43 ▲0.55 (1.23%)
o Texas Instruments 48.18 ▲0.16 (0.33%)
o Apple Inc. 102.50 ▲0.25 (0.24%)
NYSE:AMD

Advanced Micro Devices

Company ID [NYSE:AMD] Last trade:4.17 Trade time:4:00PM EDT Value change:▲0.03 (0.72%)
NASDAQ:INTC

Intel Corp.

Company ID [NASDAQ:INTC] Last trade:34.92 Trade time:4:00PM EDT Value change:▲0.27 (0.78%)
NASDAQ:ARMH

ARM Holdings

Company ID [NASDAQ:ARMH] Last trade:48.53 Trade time:4:00PM EDT Value change:▲0.37 (0.77%)
NASDAQ:NVDA

NVIDIA Corp.

Company ID [NASDAQ:NVDA] Last trade:19.45 Trade time:4:00PM EDT Value change:▲0.06 (0.31%)
NASDAQ:MSFT

Microsoft Corp.

Company ID [NASDAQ:MSFT] Last trade:45.43 Trade time:4:00PM EDT Value change:▲0.55 (1.23%)
NASDAQ:TXN

Texas Instruments

Company ID [NASDAQ:TXN] Last trade:48.18 Trade time:4:00PM EDT Value change:▲0.16 (0.33%)
NASDAQ:AAPL

Apple Inc.

Company ID [NASDAQ:AAPL] Last trade:102.50 Trade time:4:00PM EDT Value change:▲0.25 (0.24%)

Newsletter



Ricevi HTML?