Skin ADV
Text Size

pascal introNvidia sceglie il DreamHack di Austin per presentare le prime due schede video desktop basate su GPU GP104 appartenenti alla famiglia Pascal. Si tratta dei modelli GeForce GTX 1080 e GeForce GTX 1070, che saranno commercializzati rispettivamente il 27 maggio ed il 10 giugno al prezzo di 599 Dollari USA e 379 Dollari USA.

Grazie al processo produttivo 16nm FinFET di TSMC la casa di Santa Clara è riuscita a spingere il rapporto performance-consumi ad un nuovo livello e a superare su tutti i fronti l'attuale generazione Maxwell 2. Il mix della nuova architettura Pascal e delle incredibili frequenze di clock raggiunte con il nuovo PP consente alla GTX 1080 di piazzarsi agevolmente al primo posto tra le schede consumer più veloci al mondo e alla GTX 1070 di ridefinire il concetto di proposta da fascia medio-alta.

Per quanto riguarda la GTX 1080: Nvidia parla di performance doppie rispetto ad uno SLI di GTX 980, con un consumo di poco superiore ad una singola GTX 980 (180W vs. 160W), mentre per la GTX 1070 parla di performance superiori a Titan X. Attenzione! si tratta di valori massimi asseriti da Nvidia solo per i giochi e le applicazioni in VR (realtà-virtuale), ottenuti sfruttando la nuova tecnologia Multi-Projection implementata in Pascal, le prestazioni reali con gli attuali titoli saranno leggermente inferiori e saranno svelate solo con l'uscita delle prime review online (questo non toglie nulla alla bontà di entrambe le schede che rappresentano comunque un nuovo punto di riferimento per tutti gli appassionati, nDA).

GTX-1080-vr perfor

Passando alle specifiche (non complete): per la GTX 1080 Nvidia dichiara una potenza di elaborazione di 9 Tflops in FP32 ottenuta grazie alle 2560 unità SP integrate nel core GP104 funzionanti alla frequenza di boost clock di 1750 MHz (Nvidia parla anche di una capacità di overclock manuale in full-air superiore a 2.1 GHz!). Le memorie video sono 8GB di GDDR5X con clock di 10GHz (11GNz in OC manuale).

pascal 05

La GTX 1070 utilizza una versione depotenziata del core GP104 ma, a parte la potenza di elaborazione di 6.5 Tflops e l'utilizzo di 8GB di GDDR5 classiche, Nvidia non ha ancora svelato le restanti caratteristiche techiche.

pascal 06

Entrambe le schede saranno disponibili anche in versione Founders Edition, rispettivamente a 699 e 449 Dollari USA, con frequenze di clock ancora più spinte e con l'esclusivo sistema di raffreddamento NVVP (vapor-chamber) realizzato dalla stessa Nvidia. 

 

Categoria: Hardware
Commenti (23)   Commenta


Online i primi benchmark del nuovo processore HEDT (acronimo di High-End Desktop) i7-6950X (ES) Broadwell-E di Intel, resi noti dall’utente Silicon Lottery sul forum di Overclock.net.

 

 

La CPU è il deca-core i7-6950X, spinto fino alla frequenza di 4,5 GHz, grazia ad un sistema di raffreddamento AIO Corsair H105. Questa è la massima frequenza stabile in Cinebench, mentre nei test con X264/Realbench la CPU non è stato possibile spingerla oltre i 4,3 Ghz con una tensione di funzionamento di 1.35v. Ricordiamo che Realbench utilizza il set di istruzioni AVX2, le quali quando sfruttate aumentano notevolmente i consumi della CPU, e conseguentemente le temperature. Nel thread l'utente Silicon Lottery, inoltre, compara i risultati di Broadwell-E con quelli di Haswell-E (i7-5960X), clock-to-clock, cioè con le CPU alla medesima frequenza.

 

 

 

Ricordiamo che Broadwell-E è derivato direttamente dai Die Broadwell-EP, caratterizzati dalla presenza di 10 core fisici.

Categoria: Hardware
Commenti (3)   Commenta


Una delle nostre fonti ci ha confermato che le schede basate sulla GPU GP100 e dedicate agli OEM saranno disponibili solamente a partire dalla seconda metà del 2016, probabilmente nell’arco dell’ultimo trimestre.

 


Questo significa che le schede Tesla solitamente disponibili presso gli ordinari canali di distribuzione, ad esempio quelle prodotte da PNY, le potremmo vedere in commercio solo a fine anno o nella prima metà del 2017, a seconda dei volumi produttivi raggiunti dal duo NVIDIA-TSMC. Non va dimenticato, infatti, che le due case si trovano a dover fronteggiare una sfida non da poco, non solo producendo un Die da oltre 600 mm2 con un nodo completamente nuovo, cioè i 16nm FinFET, ma anche nel dover integrare questo con un Interposer dalle dimensioni mastodontiche, pari a quasi 1200 mm2. Se poi ci aggiungiamo anche la penuria di memorie HBM2, la cui produzione è partita da poco, abbiamo un quadro abbastanza completo della situazione.

Per quanto concerna una futura Titan, invece, i casi che ci si parano davanti sono due: o NVIDIA utilizzerà la GPU GP100, con una commercializzazione a data da destinarsi, oppure realizzerà effettivamente la tanto chiaccherata GPU GP102, di cui però non ci sono informazioni concrete che ne avvallino l'esistenza.

Categoria: Hardware
Commenti (4)   Commenta


Dopo aver collaborato nel 2014 con OCZ per realizzare un SSD da 2.5” SATA 3 ad alte prestazioni, il Radeon R7, di cui siamo rimasti piacevolmente colpiti, AMD presenta un SSD low cost dotato di NAND Flash TLC, questa volta realizzata da un'altra azienda, la cinese Galt Advanced Technology (Fondata nel 2013 ad Hong Kong).

 

 

Invece di sfruttare come base per il Radeon R3 il recente Trion 150 di OCZ (come già fece con il Radeon R7, che aveva come base l'OCZ Vector 150), AMD ha deciso di cambiare fornitore, evidentemente per offrire un prodotto dal prezzo d'acquisto ancora più aggressivo. Galt Advanced Technology ha realizzato un SSD basato sul NAND CTRL Silicon Motion SM2256KX, accoppiato a delle NAND Flash TLC (ancora ignoti il produttore ed il nodo produttivo).

Le prestazioni garantire sono mediamente buone, in linea con il prezzo offerto, pari a 41$ per la versione da 120GB, 70$ per la versione da 240GB e 137$ per la versione da 480GB. Ancora ignoto il prezzo della versione da 960GB.

Qui di seguito, in ultimo, le specifiche tecniche dei nuovi SSD di AMD.

 

Categoria: Hardware
Commenti (1)   Commenta


Dopo aver recensito l’APU Godavari A8-7670K, appena un paio di mesi fa, siamo nuovamente qui per parlarvi di una seconda APU, e più precisamente della sorella maggiore A10-7860K, caratterizzata da una iGPU ben più prestante, almeno sulla carta.

Come abbiamo avuto modo di testare sia nella recensione sia nell’articolo dedicato all’overclock dell’APU A8-7670K (Link più in basso), il componente più importante da considerare quando si acquista una APU è la RAM. L’overclock, infatti, non sembra portare grandi giovamenti, mentre il passare da delle DDR3-1866 a delle DDR3-2400 risulta essere una vera e propria manna da cielo.

In questa recensione, quindi, punteremo l’attenzione soprattutto su questo aspetto, in quanto risulta essere la Bandwidth garantita delle DDR3 il vero tallone d’Achille delle APU di AMD. Riusciranno le nostre DDR3-2400 a garantire un flusso dati abbastanza cospicuo da far rendere al massimo l’iGPU da 512SP integrata nell’A10-7860K? Andiamo a scoprirlo!

 

 

Altre recensioni che vi potrebbero interessare:

Realizziamo un PC Mini-ITX da gioco con l'APU A8-7670K

Overclock dell'A8-7670K con il nuovo dissipatore Wraith

L’A10-7860K non è il modello di punta tra le APU FM2+ “Godavari” di AMD, come è possibile osservare dalla tabella sottostante, ma rappresenta con tutta probabilità quella più equilibrata nel rapporto prezzo/prestazioni, almeno teoricamente.

Al pari di tutte le altre APU Godavari, l’A10-7860K integra i set di istruzioni più recenti (a parte le AVX2 e le AVX512), rendendola di fatto un ottimo prodotto anche per quei programmatori che vogliono realizzare un PC a buon prezzo e dalle buone prestazioni. Per ritrovare la medesima varietà di SIMD in una CPU Intel bisogna arrivare agli i5, che costano mediamente 60 Euro in più. Altra caratteristica peculiare delle APU Godavari è il l’IHS saldato al Die, fattore che ne migliora notevolmente le temperature di esercizio e la propensione all’overclock. In ultimo, va menzionata la iGPU caratterizzata da 512 Shader Core, funzionante a 757 MHz e capace di pilotare fino a 4 monitor. Relativamente alla frequenza si tratta di un valore piuttosto basso, se pensiamo che le iGPU dell'A10-7870K e dell’A10-7890K operano a 866 MHz, ma questo è stato fatto per limitare al massimo il consumo (TDP).

 

Il dissipatore fornito in bundle è prodotto da Cooler Master, e si configura come un ottimo prodotto grazie anche alla presenza di due heatpipe. Se non avete particolari esigenze potrete evitare di acquistare un dissipatore aftermarket. Questo si è rivelato sia silenzioso, sia decisamente efficiente.

 

APU A6-7470K A8-7670K A10-7860K A10-7870K A10-7890K
uArch Steamroller Steamroller Steamroller Steamroller Steamroller
Core Godavari Godavari Godavari Godavari Godavari
Numero Moduli/Core 1/2 2/4 2/4 2/4 2/4
Frequenza/Turbo (MHz) 3700/4000 3600/3900 3600/4000 3900/4100 4100/4300
Cache L2 1 MB 2x2 MB 2x2 MB 2x2 MB 2x2 MB
iGPU Radeon R5 Radeon R7 Radeon R7 Radeon R7 Radeon R7
Shader Core 256 384 512 512 512
Frequenza (MHz) 800 757 757 866 866
Monitor Supportati 2 4 4 4 4
Controller DRAM
Dual Channel Dual Channel Dual Channel Dual Channel Dual Channel
DDR3 Supportate
DDR3-2133 DDR3-2133 DDR3-2133 DDR3-2133 DDR3-2133
SIMD MMX instructions
SSE
SSE2
SSE3
SSSE3
SSE4/SSE4.1/SSE4.2
SSE4a
AES
AVX
BMI1
F16C
FMA3
FMA4
TBM
XOP
AMD64
AMD-V
MMX instructions
SSE
SSE2
SSE3
SSSE3
SSE4/SSE4.1/SSE4.2
SSE4a
AES
AVX
BMI1
F16C
FMA3
FMA4
TBM
XOP
AMD64
AMD-V
MMX instructions
SSE
SSE2
SSE3
SSSE3
SSE4/SSE4.1/SSE4.2
SSE4a
AES
AVX
BMI1
F16C
FMA3
FMA4
TBM
XOP
AMD64
AMD-V
MMX instructions
SSE
SSE2
SSE3
SSSE3
SSE4/SSE4.1/SSE4.2
SSE4a
AES
AVX
BMI1
F16C
FMA3
FMA4
TBM
XOP
AMD64
AMD-V
MMX instructions
SSE
SSE2
SSE3
SSSE3
SSE4/SSE4.1/SSE4.2
SSE4a
AES
AVX
BMI1
F16C
FMA3
FMA4
TBM
XOP
AMD64
AMD-V
TDP 65 Watt 95 Watt 65 watt 95 Watt 95 Watt

Per testare l’A10-7860K, AMD ci spedito una scheda madre Mini-ITX MSI A68HI e un kit di memorie Radeon DDR3-2400 da 16GB (2x8GB). Invero la MSI A68Hi sfrutta un chipset più datato rispetto alla Biostar Hi-Fi A88ZN, ma d’altra parte tutte le funzioni vitali per una CPU/APU da oltre un decennio sono integrate on die. Stiamo parlando, naturalmente, della Cache, del Memory Controller e delle linee PCI-e dedicate alla GPU discreta. Il chipset, quindi, risulta essere un fattore non determinante in relazione alle prestazioni velocistiche assolute con giochi e programmi, mentre continua ad essere decisivo nella gestione delle periferiche (SSD, HDD, schede PCI-E, ecc).

Nel paragrafo precedente abbiamo notato che la iGPU dell’A10-7860K viaggia a velocità ridotta rispetto alle APU di fascia più elevata, quindi abbiamo deciso di effettuare i benchmark anche con l’iGPU overclockata. La nostra APU si è dimostrata così propensa all’overclock che siamo stati in grado di raggiungere la frequenza di 4,4 GHz per i Core Steamroller e di 960 MHz per la iGPU, a vCore default! Teoricamente abbiamo una APU migliore dell’A10-7890K!

 

CPUZ Validator @ 4,4 GHz

 

 

 

Il fatto di non aver dovuto toccare le tensioni di funzionamento ci ha permesso di poter continuare ad utilizzare il nuovo dissipatore stock di AMD, presentato recentemente. Questo però non si è rivelato altrettanto efficiente del ben più massiccio Wraith, testato in questo articolo, tanto che la temperatura di esercizio ha raggiunto frequentemente i 72° durante le sessioni di gioco. Ricordiamo che le APU AMD sono tarate per una temperatura massima di esercizio pari 72° o 73° (a seconda del modello), e che raggiunta tale soglia entra in funzione un sistema di protezione (AKA, la CPU va in throttling per evitare che la temperatura si alzi ulteriormente). Questo potrebbe spiegare (il cndizionale è d'obbligo) il perché overclockando la GPU le prestazioni non aumentino eccessivamente.

Ultima menzione alle DDR3-2400 Radeon. Queste, prodotte da Patriot, si sono rivelate sempre perfettamente stabili e capaci di operare a 2400 MHz fin da subito, impostando i preset AMP. Il dissipatore Low-Profile le rende perfette per i sistemi Mini-ITX, come quello da noi utilizzato per questa recensione.

 

APU AMD A8-7670K AMD A10-7860K
Dissipatore Stock New Stock Cooler
Scheda Madre Biostar Hi-Fi A88ZN MSI A68HI
RAM Transcend AXE DDR3-2400 2x4GB AMD Radeon DDR3-2400 2x8GB
SSD OCZ Trion 100 240GB OCZ Trion 100 240GB
Alimentatore Chieftec SFX-250VS 85+ Chieftec SFX-250VS 85+
Case Chieftec BT-04B-U3 Chieftec BT-04B-U3
Sistema Operativo Windows 10 Windows 10
Driver Video AMD Crimson 16.4.1 AMD Crimson 16.4.1
Driver Chipset AMD Catalyst 15.7 AMD Catalyst 15.7
Software Fraps 3.5.99
Steam
Batman: Arkham Knight
Bioshock: Infinite
Tomb Raider
Fraps 3.5.99
Steam
Batman: Arkham Knight
Bioshock: Infinite
Tomb Raider

 

Per eseguire i test sulle CPU abbiamo rispettato le seguenti regole:

  • Sulla scheda sono stati installati solo i componenti necessari: CPU, memoria, scheda video e hard disk.
  • L'hard disk è stato formattato, sono stati poi installati il sistema operativo, i drivers per le periferiche e, quando necessario, sono state installate patch  e aggiornamenti.
  • Ogni test è stato ripetuto per tre volte e, se i risultati di qualche test si mostrano troppo lontani dalla media (elevata varianza), il test stesso è stato di nuovo ripetuto, scartando il risultato non corretto.
  • Alla fine di ogni sessione di prova l'hard disk è stato formattato.
  • Per effettuare i Benchmark in Windows è stata selezionata la seguente modalità di Risparmio energetico: "Bilanciato".
  • I processori, a frequenza Default, hanno attive tutte le opzioni di risparmio energetico disponibili.
  • Per il test di consumo a riposo, in Windows è stata selezionata la seguente modalità di Risparmio energetico: "Bilanciato".
  • La CPU è stata settata con un TDP di 65W.

Lo avevamo già visto nell’articolo dedicato all’overclock dell’A8-7670K, ed anche in questa tornata di test possiamo affermare che il limite della piattaforma FM2+ non è determinata dalla frequenza di funzionamento della CPU o della GPU integrate nelle APU, ma nella Bandwidth garantita dalle DDR3.

Passando da delle memorie DDR3-1866 a delle DDR3-2400 le prestazioni aumentano quasi del 25% in determinate circostanze, mentre un overclock della CPU o della GPU si traduce in guadagni miseri, per non dire inesistenti.

 

 

 

Nel paragrafo precedente, comunque, avevamo parlato della possibilità che fossero le eccessive temperature a limitare le prestazioni della APU. Per fugare anche questo dubbio abbiamo ripetuto il benchmark di Batman: Arkham Asylum sostituendo il dissipatore stock di Cooler Master con il vecchio, ma sempre eccezionale, OCZ Vendetta 2. Le temperature sono diminuite notevolmente, come è possibile osservare dalla tabella qui in basso, ma le prestazioni sono rimaste praticamente invariate. Questo significa che il throttling non è la causa dei marginali guadagni prestazionali derivanti dall'overclock. Il collo di bottiglia sono le DDR3.

 

APU A10–7860K @ 4,4 Ghz & GPU @ 960 MHz
Idle Temp (Stock Cooler) 50°
Idle Temp (OCZ Vendetta 2) 42°
Batman: Arkham Asylum - Temp (Stock Cooler) 72°
Batman: Arkham Asylum - Temp (OCZ Vendetta 2) 58°
Batman: Arkham Asylum (Min-Avg-Max fps) Stock Cooler 25 - 52 - 63
Batman: Arkham Asylum (Min-Avg-Max fps) OCZ Vendetta 2 26 - 52 - 64

Partiti con grandi aspettative, siamo rimasti decisamente spiazzati dal povero guadagno prestazionale derivato dalla più potente iGPU integrata nell’A10-7860K rispetto a quella integrata nell’A8-7670K.

La Bandwidth garantita dalle DDR3-2400 si rivela a malapena sufficiente per i 384 Shader Core dell’A8-7670K, rendendo del tutto inutile l’investimento in una APU più potente e costosa. Il costo dell’A8-7670K è di circa 100 Euro, mentre quello dell’A10-7860K è di circa 125 Euro. La domanda finale che ci dobbiamo porre, quindi, è la seguente: ha senso spendere il 25% in più, per avere un guadagno prestazionale spesso inferiore al 10%?

Dal nostro punto di vista no, in quanto anche l’A8-7670K può essere overclockato ai livelli dell’A10-7860K. Entrambe le APU, inoltre, sono dotate di due moduli Steamroller, quindi da questo punto di vista le differenze sono ancora minori. Nei task dedicati alla CPU le differenze sono tecnicamente inesistenti. Tra le APU attualmente a listino, in conclusione, ci sentiamo di consigliare l'A8-7670K, decisamente la più equilibrata! Si tratta della APU/CPU migliore, sia tra quelle AMD sia tra quelle Intel, per l'utenza consumer che vuole svagarsi ogni tanto anche con qualche videogioco.

Possiamo dire che la piattaforma FM2+, giunti a questo punto, non ha effettivamente più nulla da dare in quanto a potenzialità nei videogiochi, e forse proprio per questo AMD ha deciso di evitare la commercializzazione delle APU “Carrizo” su questa piattaforma. Le APU Kaveri/Godavari la stanno già spremendo al massimo. Non ci resta che attendere la piattaforma AM4 e le APU “Bristol Ridge”, per vedere se le memorie DDR4 riusciranno a garantire il boost prestazionale tanto agognato.

Categoria: Hardware
Commenti (20)   Commenta


VIA Technologies, circa due anni fa, annunciò la presentazione di una nuova micro architettura x86, tanto che pubblicizzò la cosa attraverso un conto alla rovescia, poi rivelatosi inutile: alla conclusione di questo, nulla fu presentato.

 

 

In questi giorni, finalmente, possiamo scrivere che effettivamente qualcosa di reale esiste, e che con tutta probabilità è stato realizzato grazie alla collaborazione con Zhaoxin, compagnia cinese che nel recente passato ha investito molto in VIA. Nel database di SiSoft Sandra sono stati aggiunti i risultati di una CPU octa core FC-1080, caratterizzata da una frequenza di funzionamento di 2 GHz, dalla presenza di 4 MB di Cache L2 (2x2MB) e prodotta a 28nm (BULK? SOI?). Si tratta di una CPU dedicata principalmente al settore Enterprise, in quanto sono integrate alcune funzionalità difficilmente sfruttabili in ambito Consumer, come ad esempio lo sfruttamento degli algoritmi di sicurezza SM3/SM4 (Intel li sfrutta attraverso l'Integrated Performance Primitives – IPP – 9.0: “Introduced the new Cryptography functions for SM2/SM3/SM4 algorithms”), SHA-1 e SHA-256. Sono inoltre presenti i set di istruzioni SSE4.2, AVX, AVX2. Esistono anche delle versioni quad core dell'FC-1080/1081, ma prive di queste funzionalità avanzate.

Il sito cinese Yesky, infatti, ci informa dell'esistenza di queste CPU, caratterizzate dal suffisso ZS, specificatamente dedicate al mercato Consumer, e dotate di quattro core. Sono sempre prodotte con il nodo da 28nm, ed operano a 2GHz. Il TDP è dichiarato essere di soli 18W. Ad accompagnare la CPU vi è il chipset ZX-100S, il quale offre: CTRL DDR3-1600 Dual Channel, PCI-E 3.0, SATA III. Il chipset integra anche una GPU. La iGPU integrata nel chipset dovrebbe essere la Elite2000, sempre di Zhaoxin, caratterizzata dalla possibilità di gestire in hardware lo standard HEVC/H.264 @4K. A riguardo, comunque, non vi sono informazioni certe.

Queste CPU, con tutta probabilità, saranno utilizzate dal Governo cinese per realizzare PC sicuri, privi di Backdoor sfruttabili impunemente dai Servizi di Sicurezza stranieri (qualcuno ha detto NSA?). Non si tratta certamente di CPU all'ultimo grido, ma sono perfette per essere impiegate negli uffici governativi, negli istituti scolastici e in tutti quegli ambienti suscettibili al furto di informazioni sensibili.

Categoria: Hardware
Commenti (5)   Commenta


La rinomata azienda Cherry ha presentato un nuovo switch meccanico denominato MX Speed, dedicato - come lascia intendere il nome - a tutti i giocatori che necessitano di soluzioni con tempi di risposta davvero bassi.

Per ovviare a tale necessità, Cherry ha progettato questo switch con un punto di attuazione pari a soli 1,2mm (per un rapido paragone, il comune switch MX Red ha un punto di attuazione pari a 2mm); inoltre, bastano solo 45g per attivarlo.

switch-mx-speed-pres           cherry-mx-speed disassembly 2

Il tutto si basa sulla ormai garantita tecnologia di contatto Gold-Crosspoint, ed il produttore garantisce inoltre tali switch per oltre 50 milioni di battiture. Come per le altre varianti, anche questo switch sarà disponibile nelle versioni standard e con superficie trasparente unitamente al LED RGB.

Corsair in quanto partner ufficiale per il lancio tale prodotto, sul quale avrà l'esclusiva di utilizzo per sei mesi rispetto agli altri produttori, ha presentato per l'occasione una nuova serie di tastiere denominata "RAPIDFIRE", naturalmente basate su tale switch.

I prodotti appartenente a tale serie saranno ben tre, seppur molto simili tra loro, disponibili sia nelle varianti RGB che con retro-illuminazione statica monocolore, con prezzi che vanno da 130$ a 170$.

 

corsair rapidfire k70-k65-rgb

(clicca sul rispettivo modello per maggiori informazioni)

K70 RGB - K65 RGB - K70

Di seguito il video di presentazione delle nuove tastiere Corsair con gli switch Cherry MX Speed:

Fonte - HWUpgrade.it - Tomshw.it

Categoria: Hardware
Commenti (0)   Commenta


bf5 countdownElectronic Arts ha comunicato che il giorno 6 maggio rivelerà le prime informazioni ufficiali sul prossimo capitolo di Battlefield, formalmente indicato come Battlefield 5, e mostrerà al pubblico il primo gameplay trailer del gioco. Contemporaneamente Nvidia ha organizzato un incontro a porte chiuse nel quale presenterà alla stampa specializzata le schede video Geforce basate su GPU GP104 (architettura Pascal), formalmente indicate come GTX 1080 e GTX 1070. I due eventi non sembrano del tutto scollegati visto che - secondo le ultime indiscrezioni - Nvidia e DICE avrebbero preparato un'apposita live-demo della versione alpha del nuovo Battlefield da far girare proprio sulle GPU GP104.

Battlefield 5 è chiamato a riportare in alto il nome della nota saga di FPS bellici dopo la parziale delusione di Battlefield 4 ed il totale flop di Battlefield Hardline. Il nuovo capitolo sfrutterà l'ultima iterazione del motore grafico Frostbite di DICE e dovrebbe supportare a pieno il rendering in D3D12.

Per quanto riguarda le schede video con GPU GP104 si tratta delle soluzioni desktop basate su architettura Pascal che andranno a sostituire le attuali schede GTX 980 e GTX 970 equipaggiate con GPU GM204 (Maxwell 2.0).

gp104 img

(sample di GP104 con memorie GDDR5X. Fonte: WCCF)

Categoria: Hardware
Commenti (5)   Commenta


AMD estende il bundle del dissipatore Wraith a due ulteriori modelli di CPU. Si tratta dei processori FX-8350 e FX-6350, che beneficeranno del nuovo sistema di raffreddamento silenzioso realizzato dalla casa di Sunnyvale senza subire alcuna variazione di prezzo (rispettivamente: 179.99 Dollari e 129.99 Dollari). Ricordiamo che inizialmente questo dissipatore è stato abbinato solo alla CPU FX-8370 e all'APU A10-7890K, mentre sulle restanti soluzioni AMD ha rinnovato il bundle inserendo vari dissipatori ispirati al Wraith ma leggermente diversi.

Wraith img

Quando nei mesi scorsi AMD ha lanciato il nuovo Wraith Cooler, era sicura che il dissipatore sarebbe stato accolto positivamente dai consumatori. Quello che l’azienda non si aspettava era tutto l’interesse riscontrato, e la richiesta di averlo a disposizione anche insieme ad altre CPU.

AMD annuncia oggi che l’attesa è terminata. I processori AMD FX 8350 e AMD FX 6350 saranno infatti disponibili con l’AMD Wraith Cooler, senza alcuna variazione dei prezzi suggeriti di vendita al dettaglio. I processori AMD FX 8350 e AMD FX 6350 con il nuovo Wraith Cooler avranno anche un moltiplicatore sbloccato, che consentirà agli utenti maggiori possibilità di configurazione delle performance della CPU attraverso il software AMD OverDrive.

Con otto core CPU, i processori desktop AMD sono progettati per le DirectX 12. Infatti le nuove API di Microsoft sfruttano al meglio i processori con 4 core e oltre, consentendo di ottenere performance eccezionali con i processori AMD FX e titoli come Ashes of the Singularity oppure Hitman, in attesa di nuovi e ulteriori titoli ottimizzati per le DirectX 12 in arrivo, come Deus Ex: Mankind Divided e Total War: Warhammer.

Con l’arrivo di HTC Vive e di Oculus Rift, i giocatori PC hanno bisogno più che mai di processori in grado di offrire prestazioni elevate e piena compatibilità con questi dispositivi: le CPU AMD sono raccomandate da HTC per il suo headset VR Vive, in particolare i processori AMD FX 8350, classificati come “VR-ready”. Sia l’AMD FX 6350 che l’AMD FX 8350 raggiungono il punteggio più alto nel benchmark SteamVR di Valve se abbinati a una scheda grafica appropriata. Test indipendenti hanno inoltre mostrato come la CPU FX 6350 possa offrire le performance necessarie per una esperienza ottimale con Oculus Rift VR se abbinata a una scheda grafica Radeon R9 390 (o equivalente). Anche i processori AMD Athlon X4 e A10 sono in grado di superare i requisiti richiesti per il benchmark SteamVR.

Con l’annuncio di una nuova famiglia di dissipatori ultra-silenziosi, nello scorso febbraio, AMD ha di fatto alzato il livello nelle soluzioni di raffreddamento vendute insieme al processore. Dopo la novità di oggi, i processori AMD disponibili in bundle con le nuove soluzioni sono adesso 12.

Categoria: Hardware
Commenti (0)   Commenta


Vignetta aggiornata di Carl8 sulla nuova piattaforma Apollo Lake di Intel. Questa volta vediamo un Apollo realizzare in concreto il “Lake” associato al suo nome. Una figura ben misera per un Dio tanto importante.

 

Categoria: Hardware
Commenti (2)   Commenta


Apollo è il Dio greco del Sole, ed oltre ad essere bellissimo, era anche uno tra gli dei più intelligenti, essendo il patrono delle scenze, ed arguti. Possiamo paragonarlo, passando ai giorni nostri, al personaggio dei fumetti Marvel Tony Stark. Eppure Intel ha utilizzato il nome di questo Dio per una piattaforma senza grosse pretese ed economica. Secondo il nostro Carl8 ora abbiamo un Apollo, come si suol dire, "con le pezze al culo".

 

Categoria: Hardware
Commenti (0)   Commenta


Pagina 8 di 221

 
 

Friend links

Quotazioni

Loading
Chart
o Advanced Micro Devices 6.85 ▲0.03 (0.44%)
o Intel Corp. 34.84 ▲0.07 (0.20%)
o ARM Holdings 66.46 ▲0.54 (0.82%)
o NVIDIA Corp. 57.13 ▲0.95 (1.69%)
o Microsoft Corp. 56.58 ▲0.37 (0.65%)
o Texas Instruments 69.76 ▼0.47 (-0.67%)
o Apple Inc. 104.15 ▼0.19 (-0.18%)
NYSE:AMD

Advanced Micro Devices

Company ID [NYSE:AMD] Last trade:6.85 Trade time:3:43PM EDT Value change:▲0.03 (0.44%)
NASDAQ:INTC

Intel Corp.

Company ID [NASDAQ:INTC] Last trade:34.84 Trade time:3:43PM EDT Value change:▲0.07 (0.20%)
NASDAQ:ARMH

ARM Holdings

Company ID [NASDAQ:ARMH] Last trade:66.46 Trade time:3:43PM EDT Value change:▲0.54 (0.82%)
NASDAQ:NVDA

NVIDIA Corp.

Company ID [NASDAQ:NVDA] Last trade:57.13 Trade time:3:43PM EDT Value change:▲0.95 (1.69%)
NASDAQ:MSFT

Microsoft Corp.

Company ID [NASDAQ:MSFT] Last trade:56.58 Trade time:3:43PM EDT Value change:▲0.37 (0.65%)
NASDAQ:TXN

Texas Instruments

Company ID [NASDAQ:TXN] Last trade:69.76 Trade time:3:43PM EDT Value change:▼0.47 (-0.67%)
NASDAQ:AAPL

Apple Inc.

Company ID [NASDAQ:AAPL] Last trade:104.15 Trade time:3:43PM EDT Value change:▼0.19 (-0.18%)

Newsletter



Ricevi HTML?

Ultime dal forum