Skin ADV

Intel ha pubblicato i risultati finanziari relatvi al 2Q19 e, nonostante siano superiori alle previsioni (Da qui il +5% delle azioni alla chiusura di Wall Street), possiamo notare come vi siano diversi valori tutt'altro che incoraggianti per il medio-lungo periodo.

Il fatturato del 2Q19 è pari a 16,5 mld di Dollari (-3% YoY), mentre gli utili sono pari a 4,2 mld di Dollari (-17% YoY). Il Gross Margin, nell'arco dell'ultimo anno, è sceso di 1,6 punti, passando dal 61,4% al 59,8%. Questi sono i numeri principali di una qualsiasi trimestrale, ma per capire cosa sta accadendo ad Intel bisogna necessariamente ad andare più a fondo.

La divisione Client Computing Group sta tenendo ottimamente il mercato. Il fatturato è addirittura superiore a quello dello scorso anno nel medesimo periodo: 8,8 mld di Dollari contro 8,7 mld di Dollari. A preoccupare, invece, è la divisione Data Center Group, la quale fino a pochi trimestri fa era quella che generava più utili (Come si può ben immaginare osservando il prezzo medio delle CPU Server). Nel 2Q19 questa ha fatturato 4,98 mld di Dollari, contro i 5,55 mld di Dollari del 2Q19 (-10% YoY). Le cifre risultano ancora più drammatiche se consideriamo il 3Q19, trimestre che ha visto il più grande successo del Data Center Group, con un fatturato pari a 6,14 mld di Dollari.

Perché questa flessione? Le  cause sono molteplici: i recenti problemi riguardanti le falle di sicurezza, il successo commerciale delle CPU EPYC di AMD nella fasce media ed alta di mercato e la concorrenza dei SoC ARM nella fascia bassa di mercato. Il notevole ritardo nella commercializzazione delle soluzioni a 10nm, inoltre, sta dando il colpo di grazia finale (mentre i concorrenti sono sui 7nm, o lo saranno a breve). Nel grafico relativo alle vendite, infatti, si può osservare come le unità vendute siano in notevole calo, mentre il prezzo medio di vendita è in rialzo.

Altre divisioni di Intel non se la stanno passando molto bene. Il Non-Volatile Memory Solutions Group soffre di un ulteriore calo di fatturato (12,9% YoY), così come il Programmable Solutions Group (ex-Altera), nuovamente sceso sotto i 500 mld di Dollari di fatturato (-5,4% YoY). Nonostante la diversificazione del portfolio prodotti effettutata negli ultimi anni, Intel è ancora un'azienda CPU centrica, in particolare dipendente dal mercato Client.

Sempre in questa trimestrale Intel rendo finalmente noto che venderà la propria divisione Modem ad Apple, con relativo portfolio brevetti, per l'irrisoria cifra di 1 mld di Dollari: "Announced an agreement for Apple to acquire the majority of Intel’s smartphone modem business". Consapevole di non poter contrastare Qualcomm e le nascenti stelle cinesi, e dovendo fare cassa per limitare i porblemi con AMD ed ARM, la vendita della divisione Modem darà una piccola boccata d'ossigeno alle finanze di Intel.

Sì, perché sebbene a prima vista Intel sembri un'azienda in piena salute, osservando più attentamente i conti attuali ed i problemi tecnici incontrati (7nm nel 2021-22, nuova uArch x86 nel medesimo arco temporale) le ombre non mancano. Il debito a lungo termine rimane costantemente oltre i 25 mld di dollari, mentre gli utili da diversi trimestri sono in costante calo, al pari del denaro in cassa (in questo momento pari a "soli" 2,88 mld di Dollari).

Perché, allora, le azioni Intel hanno ancora un valore così elevato? Molto semplicemente, Intel ha effettuato un altro corposo buy  back delle proprie azioni: 67 milioni di azioni per un totale di 3 mld di Dollari spesi. Questo ha permesso al titolo di mantenersi stabile, senza perdere eccessivo valore. Un "gioco" fattibile quando un'azienda è in salute e macina utili record. Sarà in grado Intel di continuare in questo modo anche nei prossimi due anni? Forse è per questo che a capo dell'azienda hanno messo Bob Swan, un contabile, e non un ingegnere ...

Delicious
Submit to Digg
StumbleUpon
Gian Maria Forni
Autore: Gian Maria Forni
Esperto in:
Esperto di mercati e CPU
Sebbene sia laureato in Lettere e Filosofia, indirizzo Storia Contemporanea, e scriva per quotidiani e riviste di tale settore, ha sempre avuto la passione per l'informatica ed ha collaborato quale moderatore in importanti forum del settore
Notizie postate da Gian Maria ForniArticoli postati da Gian Maria Forni
3002
news
213
articoli
    

Ultime dal forum



[Official Topic] AMD "Zen" (2585 messaggi)
Ultimo messaggio di: mafferri (21/10/2019 21:39)

Liquidare xfx RX480 GTR BE..Work in progress (42 messaggi)
Ultimo messaggio di: mafferri (21/10/2019 10:42)

Problema NAS - aMule (28 messaggi)
Ultimo messaggio di: Bivvoz (20/10/2019 08:41)

Le recensioni e gli articoli che pubblicheremo sul nostro portale (78 messaggi)
Ultimo messaggio di: Masciale (17/10/2019 10:26)

[Official Thread] AMD GPU Navi RX5000 (704 messaggi)
Ultimo messaggio di: Masciale (12/10/2019 00:41)

Che state ascoltando in questo momento? (35 messaggi)
Ultimo messaggio di: ragen-fio (07/10/2019 16:23)

Buongiorno e buonasera (5385 messaggi)
Ultimo messaggio di: Fottemberg (01/10/2019 15:33)

Ram per nas (6 messaggi)
Ultimo messaggio di: mafferri (25/09/2019 21:18)

Il meglio dal forum



[Guida] all'overclock di AMD Ryzen.
Il thread per spiegare ai novizi come overclockare le CPU Ryzen, per raccogliere pareri e per scambiarci suggerimenti.

[Official Topic] AMD APU Kabini, Temash, Kaveri e... Carrizo.
Discutiamo le ultime novità sulle APU AMD basate su microarchitettura Bulldozer e Jaguar.

[Waiting for] AMD GPU Polaris & Vega (ex-Arctic Islands).
Discutiamo le ultime novità sulle GPU Polaris di AMD, senza dimenticarci di Vega!

[Official Topic] Nvidia Pascal GPU.
Discutiamo le ultime novità sulle GPU Pascal di NVIDIA e su quanto ci aspetta in futuro!

[Official Topic] AMD "Zen".
Discutiamo le ultime novità sulla microarchitettura x86 Zen di AMD e le CPU/APU in arrivo.

Creative Sound Blaster e Windows 10/8.1/8/7/Vista.
Dedicato a tutti i possessori delle schede audio di Creative Labs!

B&C e la questone "degli articoli prezzolati".
Perché B&C è un portale diverso?