Il terzo trimestre di AMD conferma quanto era stato pronosticato tre mesi fa, ma non riesce a stupire gli analisti di mercato. Osservando la crisi in cui versa Intel e la sequela di annunci riguardandi i nuovi supercomputer dotati di CPU EPYC2, in molti erano convinti che il fatturato avrebbe sfiorato i 2 mld di Dollari. Sogno che non si è avverato.

Il fatturato cresce del 9% YoY, passando da 1,65 a 1,80 mld di Dollari, mentre gli utili sono aumentati del 18%, passando da 102 a 120 mln di Dollari. Il vero dato interessante di questo trimestre rimane però il Gross Margin (Margine utile), ora giunto al 43%! Ricordiamo che nel 2016 era di appena il 27%. Questo significa che AMD vende prodotti che producono elevati utili e che, probabilmente, potrebbe generare un fatturato decisamente migliore se avesse la possibilità di sfruttare un maggior numero di slot produttivi presso TSMC.

Sfogliando il documento, possiamo notare come la spesa dedicata alla Ricerca & Sviluppo abbia finalmente visto un aumento consistente (+12% YoY). Anche il debito a lungo termine è diminuito, passando da 1114 mln di Dollari (4Q18) agli attuali 872 mln di Dollari (-22%).

Parlando delle singole divisioni, il segmento Smi-Custom ha visto una notevole flessione di fatturato, dovuto principalmente all'ormai imminente dismissione delle console PS4 e XBOX1 (Vendite crollate del 35% nell'ultimo trimestre). A tenere a galla - per quanto possibile - la divisione ci hanno pensato le CPU EPYC, le quali fanno registrare un aumento del 50% delle vendite su base sequenziale.

Ottima la performance della divisione Graphics and Computing, che fa segnare ben 1,27 mdl di Dollari di fatturato (+36% YoY). Ricordiamo che tre anni fa, la stessa divisione, fatturava appena 472 mln di Dollari!

In linea generale AMD mostra una buona solidità. La società di analisi Nomura Instinet crede che le azioni di AMD possano raggiungere il valore di 40$, mentre Rosenblatt addirittura le crede a quota 52$ per il 2021.