Per la seconda volta consecutiva AMD batte le stime degli analisti, offrendo un trimestre superiore alle attese e, fattore da non sottovalutare, nuovamente non in rosso (I dati finanziari forniti in questo articolo sono “GAAP”). Il fatturato del 4Q è di 1,48 mld di Dollari (+33,3% rispetto al medesimo quarto dell’anno precedente), mentre il fatturato complessivo del 2017 è pari a 5,33 mld di Dollari (+24,8% YoY). In aumento anche gli utili, passati nel 2017 a 43 mln di Dollari, contro la perdita di 497 mln di Dollari del 2016. Anche il Margine Utile (Gross Margin) si sta alzando: nell’ultimo anno è passato dal 23% al 34%!

A trainare AMD è stato principalmente Ryzen, nelle sue varie incarnazioni, come avevamo supposto analizzando i risultati finanziati di Intel pubblicati qualche giorno fa, e gli elevati volumi di vendita delle schede Radeon, grazie alla mania ormai incontrollabile del Mining e delle Cryptovalute.

Chi si aspettava che le CPU EPYC lasciassero un segno del loro arrivo (Sono state presentate 6 mesi fa), dovrà aspettare la metà del 2018, in quanto le vendite su larga scala sono iniziate giusto da qualche settimana. I clienti, comunque, sono già numerosi: Microsoft, Baidu, Dropbox, ecc. Stessa sorte per Raven Ridge, presentato mesi fa, ma ancora quasi del tutto impossibile da trovare in vendita in qualche Notebook.

Parlando del bilancio in sé, possiamo notare come i liquidi in cassa siano tornati oltre la soglia del miliardo di Dollari (1.185 mld di Dollari). Si tratta di un valore molto simile al debito a lungo termine (1.325 mld di Dollari). Questo fattore allontana le paure relativamente ad un possibile imminente fallimento di AMD (Voce che negli anni scorsi girava ciclicamente).

Sempre negli ultimi 12 mesi possiamo notare come gli investimenti in R&D siano aumentati del 15% e gli investimenti in Marketing del 11%. Questi aumenti dovrebbero suggerirci che AMD ha piena fiducia sia nei prodotti in listino sia in quelli in arrivo, in quanto negli anni scorsi abbiamo visto come AMD – in situazioni di crisi – abbia sempre tagliato prima di tutto queste due voci.

Relativamente alla Conference Call, va sottolineato come Lisa Su, CEO di AMD, abbia annunciato che i risultati previsti per il 1Q18 saranno decisamente superiori a quelli preventivati dagli analisti di Wall Street: AMD prevede un fatturato di circa 1.55 mld di Dollari, mentre Wall Street un fatturato di 1.25 mld di Dollari. Un evento singolare, se pensiamo che Lisa Su ha sempre comunicato previsioni decisamente conservative (E lo ha fatto anche in quest’ultimo caso). Risulta quindi probabile che AMD abbia chiuso qualche grosso contratto in ambito Server di cui ancora non conosciamo l’entità.

In conclusione, possiamo affermare che AMD ha tutte le carte in regola per tornare ai vecchi fasti, ma v’è ancora un grosso punto interrogativo per confermare questa visione: riuscirà a convincere gli OEM a commercializzare prodotti qualitativamente pari a quelli commercializzati con CPU Intel, ed in quantità, nel settore Consumer?