L'ultimo trimestre di SMIC del 2020 sembra essere eccellente, guardando solamente i numeri: il fatturato fa segnare un +10,3% YoY e gli utili un +93,5% YoY rispetto all'ultimo trimestre del 2019. Questi numeri sono stati possibili sia grazie all'entrata in servizio del nodo 14nm FinFET, sia grazie alla produzione di chip di grosse aziende, come ad esempio Huawei (il Kirin 710A è prodotto sui 14nm FinFET di SMIC).

Le recenti sanzioni imposte dagli USA alle aziende cinesi per i prodotti importati, però, potrebbero mettere in pericolo numeri contratti, soprattutto con Huawei, l'azienda più colpita dalla politica dell'ex-presidente Trump. Secondo le ultimi voci di corridoio, infatti, sembrerebbe che Huawei voglia annullare diverse opzioni di produzione, e questo potrebbe far precipitare il fatturato di SMIC.

Queste voci sembrano essere particolarmente verosimili se consideriamo le future spese di aggiornamento di SMIC: la maggior parte dei 4,3 mld di Dollari destinati all'aggiornamento delle FAB servirà per aumentare l'output delle linee produttive dedicate ai nodi da 40/45 mm e 55/65 mm. I nodi FinFET vedranno ben pochi aggiornamenti.

Alla luce di ciò, nel caso le grosse aziende cinesi continuassero ad avere problemi d'esportazione negli USA, SMIC potrebbe ritardare l'entrata in servizio dei propri 7nm FinFET. I dirigenti cinesi, a questo punto, sperano in un'apertura da parte del neo presidente Biden.