Skin ADV

La prima trimestrale del 2017 di Intel colpisce sicuramente per il fatturato record pari a ben 14,8 mld di dollari, facendo segnare così un +8% (GAAP) rispetto al medesimo trimestre dell’anno precedente. Anche gli utili hanno toccato una cifra importante, con 3,6 mld di dollari (+40% YoY!). In quest’ultimo caso bisogna però ricordare che l’acquisizione di Altera si è conclusa proprio nel 1Q16, e per questo gli utili sono stati tanto ridotti un anno fa.

Nonostante questi ottimi numeri, che sicuramente sono quelli che più colpiscono il lettore occasionale e la massa, bisogna necessariamente andare ad analizzare più in profondità la documentazione che fornisce Intel. A fronte di un aumento di fatturato da parte delle due più importanti divisioni interne, Client Computing Group e Data Center Group, vediamo come il numero delle unità vendute continui a ridursi continuamente di anno in anno, mentre il prezzo medio delle CPU continui ad aumentare. Questo trend ha una lettura ben precisa: i PC basati su uArch x86 vengono acquistati principalmente dagli utenti enthusiast e dai videogiocatori in ambito casalingo (Client Computing Group), e dai professionisti e dalle aziende che cercano le massime prestazioni in ambito workstation/server (Data Center Group). A grandi linee Intel si sta DECghettizzando, cioè sta vedendo le proprie quote di mercato essere mangiate da prodotti più economici che bastano alla massa per le proprie esigenze basilari (Cioè Smartphone e Tablet in mabito consumer, e dai SoC ARM in ambito Cloud Computing). Un'ultima cosa: per chi se lo stesse chiedendo, Ryzen non c'entra nulla con questo calo delle vendite, è un fatto contingente da diversi anni.

 

 

Continuando, questo sviluppo del mercato nel medio-lungo periodo renderà impossibile ad Intel il mantenere l’usuale ammodernamento cadenzato delle proprie fonderie, e già si sta osservando, seppure in misura ridotta, con la futura introduzione del terzo aggiornamento dei 14nm (14nm++) e dell’abbandono della strategia per i microprocessori del Tick-Tock in favore di un molto più tranquillo Tick (Broadwell) -Tock (Skylake) -Tock (KabyLake) -Tock (CoffeLake).

A confermare questa visione ci pensa la stessa documentazione Intel. Quando si ha un margine ridotto di manovra a causa di un mercato in contrazione e di spese in espansione, si devono fare necessariamente delle scelte difficili. Qui di seguito elenchiamo le principali aree in cui deve operare le scelte la dirigenza di Intel:
- R&D
- Acquisizioni
- Personale
- Debito
- Borsa ed investitori

Per mantenere l’attuale vantaggio tecnologico sulla concorrenza, Intel deve necessariamente continuare ad investire nella Ricerca e Sviluppo, ed infatti il budget dedicato a questo settore non è stato tagliato assolutamente. Sempre per cercare di essere un passo avanti alla concorrenza, si rende necessario operare delle acquisizioni, anche esose, in quanto in un mercato tanto veloce e vario è impossibile crearsi un Know-How da zero in fretta e bene (Da qui l’acquisizione prima di Altera, poi di Mobileye, senza dimenticare Soft Machine). Non va poi dimenticato che Intel è una delle aziende più importanti quotate al Nasdaq, e trova grande giovamento dagli investimenti esterni, quindi risulta essenziale mantenere un valore elevato delle proprie azioni. Poiché gli investitori vedono in Intel un’ottima “macchina di dividendi”, questi ultimi si devono mantenere elevati, anche attraverso corposi buyback. In queste operazioni finanziarie se ne vanno oltre 15 mld di dollari l’anno!

A questo punto rimane poco da utilizzare per ridurre il debito a lungo termine (Rimasto invariato a 20,6 mld di dollari), e per mantenere tutta la propria forza lavoro, passata da 112.400 a 106.900 unità (-4,9% YoY).

Detto questo, risulta essenziale per Intel il capitalizzare il prima possibile un ancora remunerativo mercato PC, così da inserirsi in altri mercati in crescita. Quello Mobile, come sappiamo, è ormai perso. Riuscirà in questa impresa nel mercato dell'HPC/Deep Learning e nel mercato dell’Automotive?

Delicious
Submit to Digg
StumbleUpon
Gian Maria Forni
Autore: Gian Maria Forni
Esperto in:
Esperto di mercati e CPU
Sebbene sia laureato in Lettere e Filosofia, indirizzo Storia Contemporanea, e scriva per quotidiani e riviste di tale settore, ha sempre avuto la passione per l'informatica ed ha collaborato quale moderatore in importanti forum del settore
Notizie postate da Gian Maria ForniArticoli postati da Gian Maria Forni
2960
news
210
articoli
    

Ultime dal forum



[Official Topic] AMD "Zen" (2443 messaggi)
Ultimo messaggio di: ermanno (20/07/2019 18:45)

[Official Thread] GPU Nvidia Volta e Turing (261 messaggi)
Ultimo messaggio di: Alessio89 (20/07/2019 12:11)

[Waiting for] AMD GPU Navi (571 messaggi)
Ultimo messaggio di: Bivvoz (19/07/2019 18:59)

Consiglio Upgrade Scheda Madre, CPU e RAM (11 messaggi)
Ultimo messaggio di: Alessio89 (19/07/2019 17:18)

VMware benchmark (4 messaggi)
Ultimo messaggio di: Fottemberg (19/07/2019 17:00)

Meme e immagini divertenti sul mondo IT (215 messaggi)
Ultimo messaggio di: Masciale (19/07/2019 14:04)

aggiornamento bios asus ROG STRIX B450-I GAMING senza cpu (4 messaggi)
Ultimo messaggio di: matteo78it (19/07/2019 13:40)

[OFFICIAL THREAD] GTA Online & news recap! (45 messaggi)
Ultimo messaggio di: Masciale (19/07/2019 08:53)

Il meglio dal forum



[Guida] all'overclock di AMD Ryzen.
Il thread per spiegare ai novizi come overclockare le CPU Ryzen, per raccogliere pareri e per scambiarci suggerimenti.

[Official Topic] AMD APU Kabini, Temash, Kaveri e... Carrizo.
Discutiamo le ultime novità sulle APU AMD basate su microarchitettura Bulldozer e Jaguar.

[Waiting for] AMD GPU Polaris & Vega (ex-Arctic Islands).
Discutiamo le ultime novità sulle GPU Polaris di AMD, senza dimenticarci di Vega!

[Official Topic] Nvidia Pascal GPU.
Discutiamo le ultime novità sulle GPU Pascal di NVIDIA e su quanto ci aspetta in futuro!

[Official Topic] AMD "Zen".
Discutiamo le ultime novità sulla microarchitettura x86 Zen di AMD e le CPU/APU in arrivo.

Creative Sound Blaster e Windows 10/8.1/8/7/Vista.
Dedicato a tutti i possessori delle schede audio di Creative Labs!

B&C e la questone "degli articoli prezzolati".
Perché B&C è un portale diverso?