Dopo oltre 7 anni di onorato servizio, anche Kimberly Stevenson abbandona Intel. Si tratta di un addio che giunge inaspettato, in quanto la Stevenson era stata promossa a COO (chief operating officer) appena sei mesi fa. Probabilmente all'interno dell'azienda vi sono diversi contrasti sulla gestione della strategia da tenere tanto in campo PC quanto in campo Mobile, e questo sta spingendo alcuni nomi a cercare un impiego altrove.

 

 

Un altro pezzo da novanta, quindi, abbandona la casa di Santa Clara, dopo gli addii degli anni passati (Pensiamo a Renee James) e l’annuncio di oltre 12.000 licenziamenti a tutti i livelli.