Tutto si può dire, tranne che QNAP sia andata in vacanza durante questa estate. A distanza di 6 settimane precise dalla presentazione della serie TS-x51, una tra le prime al mondo insieme alla serie NAS Pro di Seagate ad utilizzare SoC basati sull'architettura Silvermont di Intel, QNAP oggi ha presentato la neonata serie TS-x53 Pro.
TS-x53_ProDisponibili in versioni con 2, 4, 6 o 8 bay (ed in due particolari versioni, la SS-453 Pro e la SS-853 Pro rispettivamente per soli 4 o 8 HDD/SSD da 2,5") alla base di tutto nuovamente la famiglia Celeron ma, a differenza della serie TS-x51, questa volta invece che il J1800 (2C/2T, 2.41 GHz - Turbo 2.58 GHz, 1 MB cache L2) troviamo il J1900 (4C/4T,  2.00 GHz - Turbo 2,42 GHz,  2 MB cache L2). Raddoppia anche il numero di porte Gigabit LAN (ad esclusione del TS-253 Pro e dell'SS-453 Pro, fermi a 2GB), ora passato a 4 e il numero massimo possibile di macchine virtuali in esecuzione, ora pari a 2.

Inoltre, ancora come per la serie TS-x51 dove troviamo due declinazioni dello stesso modello con il solo quantitativo di RAM a far da elemento di differenziazione, anche qui avremo due gamme appartenenti alla stessa serie. La gamma base, con 2 GB di RAM DDR3L 1333MHz, e la gamma più performante, con il massimo quantitativo di RAM supportato (8GB) già preinstallato. Quest'ultima sarà facilmente riconoscibile dalla gamma base per la presenza del suffisso "-8GB" alla fine del nome del prodotto. Presenti inoltre 3 USB 3.0 e 2 USB 2.0 (ad esclusione dei modelli TS-453 Pro e SS-453 Pro con solo le 3 porte USB 3.0), 1 porta HDMI, il supporto al telecomando ad infrarossi di QNAP e la possibilità di espandere il quantitativo di HDD collegati tramite la connessione di una singola unità di espansione a scelta tra la UX-500P e la UX-800P anch'esse presentate in contemporanea alla famiglia TS-x51.

Grazie all'utilizzo del SoC di Intel inoltre, come per la famiglia TS-x51, è possibile decodificare "al volo" flussi HD grazie all'accelerazione HW offerta da Quick Sync e, forse ancora più interessante, utilizzare la tecnologia QvPC. Con tale termine, QNAP vuole indicare tutte quelle funzionalità  che permettono agli utenti di utilizzare la gamma TS/SS-x53 Pro come se fossero dei PC a cui collegare tastiera, mouse e monitor. Come già detto infatti, è possibile avviare contemporaneamente fino ad un massimo di due Virtual Machine per utilizzare applicazioni Windows/Linux/UNIX/Android (il supporto ad Android sarà reso disponibile a breve) in modo tale da espandere le funzionalità del NAS. Tre sono le "modalità di visualizzazione" disponibili:

  • QVM Desk grazie alla quale è possibile avere una finestra per ogni VM avviata sul NAS
  • Defense Desk grazie alla quale si ha accesso alla Surveillance Station per monitorare le telecamere di video sorveglianza su un display locale
  • e Local Display Desk, la modalità standard di visualizzazione dove è possibile riprodurre video Full HD con audio 7.1 grazie a XBMC/Kodi 14, navigare sul web con Google Chrome o vedere video tramite Youtube.

Disponibili fin da subito, troviamo il TS-253 Pro a 599,90€, il TS-453 Pro a 799,90€, il TS-653 Pro a 999,90€, il TS-853 Pro a 1199,90€, l'SS-453 Pro a 649,90€ ed infine l'SS-853 Pro a 1049,90€.