Secondo quanto riportano diverse testate del settore, principalmente asiatiche, sia Apple sia Huawei sarebbero in procinto di liberare gran parte dei propri slot produttivi attualmente sui 7nm. Apple perché vuole passare la propria produzione sul nuovo nodo 5N (5nm), mentre Huawei si troverebbe costretta a rivedere al ribasso gli ordinativi a causa della politica dei dazi degli USA (Naturalmente anche la casa cinese si appresta a cominciare la produzione sui 5nm, anche se in maniera meno massiccia rispetto alla casa di Cupertino).

Nelle scorse settimane è stato reso noto che NVIDIA avrebbe deciso di spostare la maggior parte della propria produzione di nuove GPU da Samsung a TSMC, a causa dei notevoli problemi della prima con i 7nm FinFET (Rese produttive sotto al 30%).

In ultimo, questa notizia dovrebbe favorire notevolmente AMD, la quale rimarrà sui 7nm almeno fino a Zen4, atteso sui 5nm. Zen3, infatti, utilizzerà il nodo 7N+, ottimizzato per chip ad elevate prestazioni.