CRAY, leader mondiale nel settore HPC e dei Server ad alte prestazioni, ha ufficialmente annunciato che la linea di Server Cray CS500 farò uso delle CPU EPYC (Ricordiamo che CRAY fornisce a Microsoft i Server per Azure): “Cray's decision to offer the AMD EPYC processors in the Cray CS500 product line expands its market opportunities by offering buyers an important new choice. The AMD EPYC processors are expressly designed to provide highly scalable, energy- and cost-efficient performance in large and midrange clusters”, ha affermato Steve Conway, VP presso Hyperion Research, azienda leader nel consigliare soluzioni ad alte prestazioni alle aziende che le richiedono (In pratica, offrono consulenza tecnica).

Si tratta di un ottimo spot pubblicitario per AMD (Oltre che una fonte di utili), in quanto questa scelta da parte di CRAY non solo conferma la bontà del progetto Zen, ma soprattutto dimostra che AMD è un’azienda affidabile sia dal punto di vista del supporto tecnico, sia dal punto di vista della longevità commerciale (AKA, AMD non è a rischio fallimento).

 

 

Il mondo Enterprise è estremamente differente da quello Consumer, in quanto prima delle prestazioni, si ricercano l’affidabilità ed un ottimo supporto tecnico. AMD, quindi, sembra essere tornata ai fasti degli Opteron "Sledgehammer" … stiamo parlando del lontano 2003. Ed era dal 2013 che CRAY non aveva più utilizzato una CPU AMD (CRAY avrebbe abbandonato anche prima AMD, ma l’elevata flessibilità del BUS Hyper Transport era ancora molto richiesta da alcuni clienti. Solo con Bulldozer alla fine CRAY abbandonò AMD, a causa delle prestazioni ormai sottotono rispetto alle controparti Intel).