Possiamo finalmente dire che la divisione Datacenter di NVIDIA è diventata “grande”, in quanto la crescita nell’ultimo anno è stata incredibile, sicuramente superiore a quella dei diretti concorrenti (Intel, Xilinx, AMD, ecc): 1,9 mld di Dollari di fatturato, con un +132% rispetto all’anno scorso! Incredibili anche gli utili dell’ultimo trimestre, pari a 1,1 mld di Dollari (+71% YoY). Questo ha permesso ad NVIDIA di aumentare i dividenti dell’80% rispetto all’anno scorso, decretando così l’impennata del titolo in borsa dopo la chiusura del Nasdaq di ieri (+11,20%). Link alla trimestrale di NVIDIA.

Oggi, possiamo dirlo senza remore, NVIDIA risulta essere la vera regina del settore HPC, grazie ad una politica di produzione oculata (Realizzazione di GPU ad hoc) e ad una capacità organizzativa superba (Schede disponibili alla presentazione, ottimo supporto software). Questi fattori non fanno altro che migliorare la fiducia dei clienti nei prodotti di NVIDIA.

 

 

Ugualmente ottimi i risultati della divisione Gaming, che integra anche le vendite dei SoC dedicati alla console Nintendo Switch: il fatturato del 2017 è aumentato rispetto a quello del 2018 del 35%. Questo incremento si è avuto soprattutto grazie alle vendite avvenute nella seconda metà dell’anno, in coincidenza con la penuria di schede Radeon a causa dei "maledetti" miner di criptovalute. Questi sono stati costretti a ripiegare sulle schede NVIDIA, ed hanno sicuramente favorito questi ottimi risultati. Vedremo se NVIDIA, al contrario di AMD, saprà contrastare adeguatamente questo “assalto”. Per il momento, infatti, anche le schede Pascal di fascia media ed alta sono introvabili a prezzi umani.

Per quanto concerne le divisioni Professional Visualization, Auto e OEM&IP, la situazione non è cambiata rispetto ai trimestri precedenti. Si tratta di settori “piatti” per NVIDIA. Nel campo Automotive sono entrati in gioco diversi concorrenti di peso, tra cui Intel e Qualcomm, mentre nel campo della grafica professionale finalmente AMD ha una line-up competitiva. In ultimo, la divisione OEM&IP non fa registrare grandi variazioni, in quanto ancora nessun produttore Fabless vuole integrare le GPU NVIDIA nei propri SoC.

Chiudiamo comunicando che gira voce che le prossime schede da gaming saranno basate su uArch Ampere, come da noi pronosticato, e che potrebbero essere presentate in Aprile.