NANYA Technology, il più piccolo produttore indipendente di memorie DDR4, ha di che stare allegro nell’ultimo periodo, soprattutto dopo il problema sopraggiunto recentemente ad una FAB di Inotera, controllata di Micron.

Secondo i dirigenti di Nanya, i prezzi delle DRAM continueranno ad aumentare durante la seconda metà di quest’anno, come già preannunciato, e più precisamente di circa il 6% tra luglio e settembre. Sempre più prodotti necessitano di memorie DRAM, e per questo motivo la Domanda risulterà sempre superiore all’Offerta: “DRAM are the crucial memory chips found in almost every electronic product. The Taiwanese company does not supply Apple, but sells to Chinese mid-range smartphone makers, networking gear providers such as Huawei Technologies and ZTE, and a wide range of PC and consumer electronics makers. The key growth generator for the DRAM industry mainly comes from more complicated features such as dual cameras, artificial intelligence applications for smartphones, and robust demand for data center servers, according to Lee. Demand is booming for a range of products featuring the chips, from 4K televisions, gaming consoles and automobiles, to emerging voice-activated devices” (Fonte).

Sempre i dirigenti di Nanya fanno notare come i problemi alla FAB di Inotera causeranno una diminuzione della produzione decisamente limitata, quindi con un impatto minimo sull'economia reale, ma psicologicamente ha avuto una grande risonanza, soprattutto tra i produttori di Smartphone, i quali si sono precipitati nel fare incetta di DDR4, causando uno svuotamento dei magazzini, intimoriti dalla possibilità di rimanere senza memorie.

Per questo motivo, prima che le riserve di DRAM tornino a livelli normali ci vorranno almeno un paio di mesi.