AVM annuncia la disponibilità dello standard WPA3 sui modelli FRITZ!Box e FRITZ!Repeater con FRITZ!OS 7.20. WPA3 (Wi-Fi Protected Access) è lo standard più recente per la protezione della rete Wi-Fi e definisce la procedura con la quale un dispositivo wireless si connette alla rete Wi-Fi al fine di garantire la protezione dei dati trasmessi.

AVM Logo

Navigazione e reti ancora più sicure grazie a WPA3: il nuovo standard utilizza i metodi di crittografia più recenti (SAE) e assicura una maggiore sicurezza delle reti pubbliche e private contro i cosiddetti "attacchi dizionario", impedendo i tentativi da parte dei criminali informatici di scoprire la password della rete Wi-Fi. WPA3 rende inoltre obbligatorie alcune procedure di sicurezza, come, ad esempio, i Protected Management Frames (PMF), lo strumento che garantisce uno scambio sicuro dei dati tra il dispositivo wireless e il punto di accesso Wi-Fi.

Per utilizzare WPA3 bisogna prima conoscere alcuni requisiti che cambiano in base al sistema operativo e al device utilizzato. Windows 10 supporta lo standard a partire dalla versione 1903, macOS a partire dalla versione 10.15 (Catalina), iOS e iPadOS dalla versione 13 mentre Android ha introdotto il nuovo standard a partire dalla versione 10.

Alcuni dispositivi wireless meno recenti potrebbero non supportare WPA3 o il Protected Management Frames (PMF), in questo caso è utile contattare il produttore del device per conoscere tutte le informazioni sulla gamma di funzioni disponibili.

avm fritz os 7.20

WPA3 è disponibile per i modelli FRITZ!Box e FRITZ!Repeater che utilizzano FRITZ!OS 7.20. Per attivarlo bastano pochi e semplici passaggi: è sufficiente andare nella sezione "Wi-Fi" > "Sicurezza" e impostare la modalità Wi-Fi su "WPA2 + WPA3". In questo modo i device potranno connettersi sia attraverso WPA2 che, se già disponibile sul dispositivo, attraverso WPA3.

Questa modalità (Transition Mode) consente al FRITZ!Box di mettere a disposizione contemporaneamente connessioni WPA3 e WPA2 che utilizzano lo stesso nome e la stessa chiave di rete, assicurando così lo standard migliore possibile e una transizione semplice e veloce.