TeamViewer, fornitore leader mondiale di soluzioni di connettività remota sicura, rilascia oggi TeamViewer 15.12 per macOS che supporta la nuova architettura customizzata nota come Apple Silicon. L'app di TeamViewer è ottimizzata per utilizzare al meglio la nuova architettura senza emulazione tramite Rosetta 2.

L'ultimo client TeamViewer supporta sia Apple Silicon sia il nuovo macOS Big Sur che sarà il primo sistema operativo su Apple Silicon. I vantaggi principali dell'utilizzo dell'ultima versione che supporta Apple Silicon in modo nativo sono il miglioramento delle prestazioni e il minor consumo energetico. E questo è fondamentale per le applicazioni che devono funzionare in modo affidabile come TeamViewer.

teamviewer

Spunti di lettura: Apple M1, il nuovo SoC ARM dei MacBook Pro ed Air

Christoph Schneider, Direttore Product Management di TeamViewer afferma: "Siamo in grado di offrire connessioni tra un numero enorme di dispositivi diversi basati su tutti i principali sistemi operativi. Garantire la massima connettività possibile fa parte del nostro DNA. Pertanto, siamo particolarmente orgogliosi che la nostra applicazione funzioni in modo nativo sull'architettura Apple Silicon fin dall'inizio".

Apple fornisce il software Rosetta 2 insieme ad Apple Silicon che consente l'esecuzione di altri programmi sulla nuova architettura anche se progettati per processori intel. Le versioni precedenti di TeamViewer per Mac continueranno a funzionare tramite l'emulatore Rosetta 2. Per una migliore esperienza di utilizzo, si consiglia di usare l'ultima la versione TeamViewer 15.12.