Il diario del cooling by salucard

Quando ridurre un computer al silenzio è la più grande soddisfazione!
Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

Ebbene dopo un bel pò di tempo di silenzio è arrivato il momento di togliere il telo alla nuova iniziativa di bits & chips, sto parlando di un diario di bordo su cui postare degli esperimenti eseguiti su dissipatori ad aria o a liquido, naturalmente il tutto verrà seguito da foto nel dettaglio e videorecensioni in cui sarà possibile apprezzare più da vicino sia qualità costruttiva, sia caratteristiche di costruzione dei componenti che si andranno ad analizzare.
Perchè nasce questo progetto? Beh...nasce per la necessità di creare qualcosa di diverso che non sia strettamente collegato al mondo giornalistico, ma anche ad un semplice rimando alla praticità che occorre dietro all'informazione, insomma pensiamo che l'utente o il consumatore debba sapere effettivamente come va gestito un componente (nel particolare componenti per cooling) e a nostro avviso non c'è miglior cosa che la testimonianza personale, maturata con varie esperienze sia sul campo che di laboratorio.
A questo punto prò qualcuno si chiederà: e allora a cosa serve rimarcare le carateristiche costruttive e la qualità costruttiva oltre che allo studio dei materiali? Ebbene tutto sta nel atto che spesso si trattano i componenti senza avere a conoscenza le loro interazioni con l'ambiente e con altri materiali, di conseguenza per poter garantire all'uente finale un adeguato utilizzo dei componenti che va a trattare, occorre una buona conoscenza anche sotto questo lato...

EBBENE DIAMO INIZIO ALLE DANZE

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

CORSAIR H80
Iniziamo a parlare di questo dissipatore a liquido AIO (all in one); il corsair H80 fa parte dei nuovi modelli della gamma hidro cooling insieme all'H100 il top di gamma della famiglia di prodotti proposti dall'azienda californiana

In primis c'è da sottolineare la personalizzazione del packaging che assicura una buona descrizione visiva del componente tramite foto reali del prodotto montato su un configurazione di prova (da notare sullo sfondo le corsair dominator)
Immagine

una volta aperta la confezione è possibile notare tutto il materiale di imballaggio che protegge l'H80 da urti e graffi dovuti al trasporto, a mio avviso sufficiente a prevenire qualsisi tipo di danno...
Immagine


L'immagine di insieme di questo prodotto fa denotare una caratteristica certamente non da mettere in secondo piano: cioè il prodotto da una certa sensazione di compattezza, infatti, ci si rende conto di trovarsi di fronte ad un prodotto privo di inutili orpelli che spesso appesantiscono la vista e a lungo andare stancano, contrariamente a ciò invece l'H80 mantiene un design minimalista che si sposa benissimo con qualsiasi tipo di soluzione di assembleggio all'interno del case
Immagine


Il radiatore presenta la classica conformazione delle lamelle a "V" che a loro volta raffreddano delle canaline al cui interno scorre il liquido refrigerante che nel caso di tutti i kit AIO è costituito da glicole propilenico (C3H8O2); il modello è un prodotto della COOLIT che ha optato per l'alluminio lavorato per l'intera strutura dell'H80 comprese le alette dissipanti, perchè questa scelta? Beh di solito per le lamelle si utilizza il rame idrolitico uno speciale tipo di rame che consente un alto grado di purezza e quindi a sua volta un alto coefficiente di scambio termico, si utilizza poi l'ottone per la struttura e le camere di introduzione e di uscita del liquido; tuttavia il prezzo di questi materiali è molto più alto ripetto all'alluminio, quindi la COOLIT insieme alla corsair hanno scelto una soluzione più economica per mantenere i prezzi nella fascia di prezzo a cui si rivolge questa soluzione di raffreddamento
ImmagineImmagine



Veniamo poi a descrivere questo componente che ad un prima analisi potrebbe rivelarsi banale, ma soffermandosi di più ci si rende conto che è stato fatto un ottimo lavoro di integrazione tra componenti fondamentali all'interno di raffreddamento a liquido: cioè la costituzione di un unico componente che racchiude in se: pompa, reservoir, rheobus e waterblock; il tutto è stato ottenuto per contenere al minimo le dimensioni dell'intero componente, tutavia cosa si va a rischiare dal momento che si accoppiano la pompa con il waterblock: bene purtroppo la pompa essendo un elemento elettrico produce calore sia di attrito elettrico, sia attrito mecanico dovuto all'albero di trasmissione sulle pale di flusso, di consegunza va a produrre del calore che potrebbe influire sulle performance del waterblock che già deve occuparsi di accumulare e smaltire il calore proveniente dalla CPU, tuttavia il problema viene in parte risolto sia da un potenziometro posto proprio sull'estremità della pompa (CFR foto) e sia da un potenziale basso offerto dalla pompa, di conseguenza il tutto viene equilibrato (seppur relaivamente)
ImmagineImmagine

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

Ebbene signori, di lavoro da fare ce n'è tanto, ma prima che ritorni la cara vecchia signora università a togliere il ritmo scandito del lavoro, cercherò in tutti i modi di deliziarvi con qualche esperimento equalch presentazione, ma perchè no anche qualche videorecensione :U

Avatar utente
Fottemberg
Messaggi: 18726
Iscritto il: martedì 29 novembre 2011, 22:52

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da Fottemberg »

Non pensavo si potesse commentare, credevo fosse un diario ad una voce sola. :D

Ottima la descrizione del dissipatore, Alby ne vorrebbe prendere uno, un tuo giudizio a riguardo potrebbe sicuramente interessargli. ;)
PC: ANTEC P7, CoolerMaster V650 80+Gold, AMD Ryzen 5 3600X, Gigabyte AORUS X470 Gaming 7 WiFi, 4x8GB Patriot Viper DDR4-3600, GOODRAM IRDM 480GB M.2, 2x Toshiba RC500 500GB M.2 in RAID 0, Sapphire Radeon 5700@XT, Windows 10 Professional
Immagine

Avatar utente
eXo
Messaggi: 4924
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 22:57
Località: On the Mix
Contatta:

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da eXo »

Alby ormai lo compra.. :asd:

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

Fottemberg ha scritto:Non pensavo si potesse commentare, credevo fosse un diario ad una voce sola. :D

Ottima la descrizione del dissipatore, Alby ne vorrebbe prendere uno, un tuo giudizio a riguardo potrebbe sicuramente interessargli. ;)

beh questo diario è fatto anche pr raccogliere le testimonianze di altri utenti in modo da poter garantire un'informazione il più ricalcante posibile al reale uso che si fa di questo prodott; quindi nessun problema fotty sei sempre il benvenuto, anzi tutti siete i benvenuti su questo topic di discussione :mrgreen: :U

Per quanto riguarda le impressioni personali, diciamo che non sempre sono compatibile con il mercato consumer per quanto riguarda i kit a liquido già pronti, sono abbastanza estremista nelle scelte: o un buon sistema ad aria o un ottimo sistema a liquido, alrtrimenti NISBA :asd: .
Tuttavia mi sento di dire che questo nuovo fronte di mercato continuerà ad evolversi e ad espandersi quindi perchè non espandere i propri orizzonti?...
nello specifico per quanto riguarda la scelta dell' H80 non so fino a che punto sia una buona idea, non tanto per la soluzione adottata, quanto invece per i materiali utilizzati, se mi fosse concesso dirlo, non sono un grande fan dell'alluminio come ripiego di economia, l'alluminio deve essere utilizzato come mezzo sinergico con il rame, tuttavia, purtroppo c'è da fare economia, quindi a questo punto casomai si prende un bell' H100 e si va sul sicuro :zizi:

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

eXo ha scritto:Alby ormai lo compra.. :asd:
l'alby spendaccione :asd: :asd:

Avatar utente
eXo
Messaggi: 4924
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 22:57
Località: On the Mix
Contatta:

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da eXo »

salucard ha scritto:nello specifico per quanto riguarda la scelta dell' H80 non so fino a che punto sia una buona idea, non tanto per la soluzione adottata, quanto invece per i materiali utilizzati, se mi fosse concesso dirlo, non sono un grande fan dell'alluminio come ripiego di economia, l'alluminio deve essere utilizzato come mezzo sinergico con il rame, tuttavia, purtroppo c'è da fare economia, quindi a questo punto casomai si prende un bell' H100 e si va sul sicuro :zizi:
Ho scritto Alby lo prende..
perkè ho già visto un gozzilione di bench comparative recensioni e quant'altro.. :asd:
tra H80 e H100 nelle più disparate situazioni..
alla fine ci sono (quando ci sono) al massimo 2-3 gradi di differenza... :U

riguardo allo spendaccione...alla fine costa quasi come un buon dissi ad aria.. :p

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

eXo ha scritto:
salucard ha scritto:nello specifico per quanto riguarda la scelta dell' H80 non so fino a che punto sia una buona idea, non tanto per la soluzione adottata, quanto invece per i materiali utilizzati, se mi fosse concesso dirlo, non sono un grande fan dell'alluminio come ripiego di economia, l'alluminio deve essere utilizzato come mezzo sinergico con il rame, tuttavia, purtroppo c'è da fare economia, quindi a questo punto casomai si prende un bell' H100 e si va sul sicuro :zizi:
Ho scritto Alby lo prende..
perkè ho già visto un gozzilione di bench comparative recensioni e quant'altro.. :asd:
tra H80 e H100 nelle più disparate situazioni..
alla fine ci sono (quando ci sono) al massimo 2-3 gradi di differenza... :U

riguardo allo spendaccione...alla fine costa quasi come un buon dissi ad aria.. :p
Il motivo per cui consiglierei l'H100 al posto dell'H80 sta nel fatto che c'è una maggiore superficie dissipante ed è una caratteristica che avvantaggia nei risultati a lungo termine, cioè quando si utilizza il pc per più tempo la superficie maggiore riesce a garantire meglio la gestione degli stress termici, inoltre con l'H100 puoi applicare 4 ventole e se questa caratteristica viene accoppiata alla scelta di ventole con flusso aerostatico a colonna (es.silverstone air penetrator) ecco che le performance ottenute sono migliori; tuttavia per questioni di spazio molto meglio l'H80... :zizi:

Avatar utente
Fottemberg
Messaggi: 18726
Iscritto il: martedì 29 novembre 2011, 22:52

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da Fottemberg »

Però con il case che ha adesso Alby l'H100 non sarebbe male ... è un monolocale. :asd:
PC: ANTEC P7, CoolerMaster V650 80+Gold, AMD Ryzen 5 3600X, Gigabyte AORUS X470 Gaming 7 WiFi, 4x8GB Patriot Viper DDR4-3600, GOODRAM IRDM 480GB M.2, 2x Toshiba RC500 500GB M.2 in RAID 0, Sapphire Radeon 5700@XT, Windows 10 Professional
Immagine

Rispondi