Il diario del cooling by salucard

Quando ridurre un computer al silenzio è la più grande soddisfazione!
Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

Ma continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dell'H80, quest'oggi andremo ad analizzare più
nel dettaglio il blocco con wobbo e pompa, ma ci soffermeremo anche sul montaggio delle ventole...

ImmagineImmagine

In primo piano possiamo notare la possibilità di montare una configurazion in push/pull, cio permette una grossa pressione aerostatica che garantisce una maggiore efficienza rispetto ad un semplice push o pull, infatti, l'aria passando attraverso le lamelle crea delle turbolenze che sottraggono calore all'intero corpo dissipante (che è appunto composto da lamelle), più le turbolenze sono intense, più di conseguenza aumenta il calore smaltito e quindi dissipato.
Parlerei ora del montaggio delle ventole, ebbene purtroppo ho notato una cosa non del tutto positiva sulle ventole in dotazione: l'eccessiva fragilità del frame delle ventole,ho potuto appurare infatti, che stringendo un pò di più le viti di ritegno si va incontro a sanature o a complete rotture nel caso si continui a stringere.
Aquesto punto ci si potrebbe chiedere...perchè stringere così tanto? Il motivo sta nel fatto che se non si stringono bene le ventole, una volta accese si va ad incontro a delle fastidiose vibrazioni che aumentano il livello complessivo di rumorosità, una soluzione però c'è; basta prendere dei pezzi di gomma isolante a metterla su tutti i lati del frame a contatto con il radiatore ed il gioco è fatto.
Tuttavia è antipatico il fatto che si debbano prendere in considerazione queste soluzioni "artigianali" e soprattutto arivati a questo punto ci si chiede anche dei motivi, ebbene questa defiance sta nella scelta dei materiali che sono poco flessibili e che quindi tendono a spezzarsi, invece di flettersi in caso di trazione o pressione
ImmagineImmagine
il blocco wubbo/pompa ha un tappo che consente il completo svuotamento del sistema liquido, tuttavia conviene non farlo se non si vuole dire addio alla garanzia, ma d'altronde se si vuole tentare ad introdurre un liquido più performante rispetto al glycole propilene perchè non farlo...?
La seconda immagine raffigura i raccordi e le tubature utilizzate per collegare il radiatore al blocco, corsair insieme a COOLIT ha deciso di proporre dei raccordi orientabili in modo da garantire possibilità di montaggio più ampie rispetto ai vecchi modelli (H50, H70).
ImmagineImmagineImmagine

Una volta acceso il tutto tramite un molex 4-pin ci si rende subito conto dell'eleganza che corsair ha voluto imprimere sul suo prodotto...o per lo meno sul brevetto :asd: , a questo punto vi chiederete a cosa servano quegli indicatori luminosi, ebbene servono ad indicare la velocità delle due ventole, eh si è possibile integrare e attaccare le ventole direttamente sul blocco , risparmiando prese sulla scheda madre e ordine all'interno del vostro case, tuttavia è possibile disattivare questo rheobus integrato semplicemente mantenendo premuto il tasto per 5 secondi...

Avatar utente
Alessio89
Messaggi: 8024
Iscritto il: martedì 29 novembre 2011, 23:47

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da Alessio89 »

mmm non sembra tanto silenzioso :look:

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

Alessio89 ha scritto:mmm non sembra tanto silenzioso :look:

beh la pompa è molto silenziosa, cosa che non si può dire per le ventole a pieno regime, comunque riguardo a questo penso di affrontare meglio il discorso dal momento che uscirà la videorecensione :U

Avatar utente
eXo
Messaggi: 4924
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 22:57
Località: On the Mix
Contatta:

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da eXo »

Fottemberg ha scritto:Però con il case che ha adesso Alby l'H100 non sarebbe male ... è un monolocale. :asd:
Ci starebbero entrambi... :asd:
Comunque considerando i flussi d'aria..
penso sia meglio mettere l'H80 al posto della ventola in estrazione in linea con il dissi...
e la ventola in estrazione...metterla sul tetto del case...
piuttosto ke mettere l'H100 sul tetto...ke alla fine spingerà aria calda nel case...

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

eXo ha scritto:
Fottemberg ha scritto:Però con il case che ha adesso Alby l'H100 non sarebbe male ... è un monolocale. :asd:
Ci starebbero entrambi... :asd:
Comunque considerando i flussi d'aria..
penso sia meglio mettere l'H80 al posto della ventola in estrazione in linea con il dissi...
e la ventola in estrazione...metterla sul tetto del case...
piuttosto ke mettere l'H100 sul tetto...ke alla fine spingerà aria calda nel case...
exooooo che case hai, comunque logica come soluzione per l'H80 :zizi:

Avatar utente
eXo
Messaggi: 4924
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 22:57
Località: On the Mix
Contatta:

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da eXo »

Cosmos II

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

eXo ha scritto:Cosmos II

Immagine

Avatar utente
dino
Messaggi: 14169
Iscritto il: mercoledì 30 novembre 2011, 18:21

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da dino »

Tornando alla questione "tipo di liquido" quali sono le possibilità? Che tipi di liquido si possono mettere e ci sono reali vantaggi?
_____________________________
House Music Live on Youtube https://www.youtube.com/c/DinoBrosDJ/live
Follow my House Music: https://www.youtube.com/dinobrosdj
Working harder: http://www.dinofratelli.it

Avatar utente
salucard
Messaggi: 404
Iscritto il: domenica 4 dicembre 2011, 21:15

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da salucard »

dino ha scritto:Tornando alla questione "tipo di liquido" quali sono le possibilità? Che tipi di liquido si possono mettere e ci sono reali vantaggi?
Beh prima o poi si sarebbe dovuta affrontare questa qestione un pò complessa da sviluppare, infatti nella scelta del liquido bisogna mettere in programma di uscire dagli schemi classici del raffreddamento a liquido, si intende per lo meno dal lato informatico, infatti, negli impianti a liquido per pc, si utlizza solo ed esclusivamente acqua distillata o bidistillata in modo da evitare residui e formazione di film che impediscano l'ottimale scambio di calore.
Tuttavia non si tiene a mente che in commercio esistono liquidi di refrigerazione che hanno punti critici di congelamento ed ebollizione molto superiori rispetto all'acqua bidistillata, sto parlando dei dioli ed intendo composti chimici della stessa famiglia del glicole propilene, proprio lo stesso liquido presente nell'H80; ebbene esistono tanti altri composti che possono essere utilizzati o miscelati insieme all'acqua per aumentarne le caratteristiche calorifere.
Fra questi abbiamo:

glicole etilenico: CH2OH- CH2OH
glicole dietilenico: HO-CH2-CH2-O-CH2-CH2-OH

Per la famiglia degli alcoli c'è per esempio:

alcol isopropilico: CH3CH(OH)CH3

Tuttavia il discorso da fare sugli alcoli è un pò diverso, infatti, questi tendono ad essere molto volatili e di conseguenza hanno necessità di agire su circuiti perfettamente sigillati

:zizi:

Avatar utente
dino
Messaggi: 14169
Iscritto il: mercoledì 30 novembre 2011, 18:21

Re: Il diario del cooling by salucard

Messaggio da dino »

Bene e pensi che possiamo sperimentare con queste cose?
_____________________________
House Music Live on Youtube https://www.youtube.com/c/DinoBrosDJ/live
Follow my House Music: https://www.youtube.com/dinobrosdj
Working harder: http://www.dinofratelli.it

Rispondi