Tips & Tricks

Sistemi operativi Linux e software open source
Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

In questo thread verranno raccolti trucchi e i suggerimenti legato al mondo linux.

1) ranpwd - generatore di password

2) ntfsundelete - recuperare file cancellati su file system NTFS

3) FSlint - trovare due o più file uguali sui dischi montati

4) Combinazione di tasti nel terminale e altre scorciatoie utili

5) Chicca sulla sicurezza del vostro sistema

6) Disancorare processo padre da processo figlio: esempio shell->comando_generico

7) Configurazione kernel

8) Sono pronto all'installazione della distro xyz: ma come partiziono il mio disco fisso

9) Copiare in sicurezza file da un sistema locale a un sistema remoto e viceversa (anche per file di grosse dimensioni!]

10) Creare un alias per il vostro sistema per l'automatizzazione di alcuni comandi

11) Modifichiamo i DNS per una rele locale o remota

12) Generare password senza l'utilizzo di ranpwd

13) Collegamenti fisici e simbolici: pro, contro e come crearli

14) Gestire i permessi di accesso a file e directory

15) Trovare facilmente comandi lanciati in passato di cui non ricordiamo la sintassi

16) Sovrascrivere il vostro disco/chiavetta per impedire il recupero dei dati

17) Settare all'avvio nel kernel risoluzione e profondità colore per la VGA

18) Il comando wget: come scaricare un intero sito web e "navigarlo" offline

19) Programmare lo spegnimento o il riavvio

20) La magia di Linux: "chroot" questo sconosciuto!

21) Il filesystem di Linux

22) Come controllare l'occupazione di spazio su disco di file e cartelle

23) Sostituzione comando

24) Cosa fare quando un programma/processo occupa erroneamente tutta la CPU

25) Scaricare video da youtube (e non solo) od estrarne soltanto l'audio

26) Pagine "man"

27) Streaming sul sito RAI

28) Set della tastiera

29) Accertiamo l'integrità dei download

30) Cambiare MAC alla vostra schede di rete


Riporto anche un comodo Cheat Sheat, pure stampabile, magari da avere sempre sottomano: http://www.cheatography.com/davechild/c ... mand-line/
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Re: Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

ranpwd - generatore di password

ranpwd è un pacchetto che permette la generazione di password casuali, pacchetto molto utile in cui si vogliono creare password crittograficamente sicure, ad esempio per la protezione di file in generale, archivi o per la protezione della vostra rete wireless o di qualsiasi altra cosa richieda una password.

É presente nei repository delle distribuzioni più diffuse, pertanto per installarlo è cosa semplice.

Esempio su fedora:

Codice: Seleziona tutto

yum install ranpwd
Esempio su Ubuntu:

Codice: Seleziona tutto

sudo apt-get install ranpwd
Esempio Gentoo:

Codice: Seleziona tutto

emerge ranpwd
Qualora non fosse presente nel repository della vostra distribuzione spero voi riusciate a trovare su web il pacchetto installante (al momento i server ftp del pacchetto sono offline)

NdR: guarda anche qui per generare password complesse senza installare ulteriori pacchetti
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Re: Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

ntfsundelete - recuperare file cancellati su file system NTFS

Il comando "ntfsundeleted" è contenuto nel pacchetto "ntfsprogs", pertanto per poterlo usare dobbiamo installare il pacchetto che lo contiene. (Ndr: talvolta è già dipendenza in ntfs-3g, quindi se avete installato quest'ultimo è probabilmente già presente)
Molte distribuzioni lo ingloba nei loro repository, pertanto è installabile direttamente da terminale con i classici comandi.
Come sempre consiglio l'utilizzo del comando:

Codice: Seleziona tutto

man ntfsundeleted 

per utlizzarlo al meglio.

Salva i file e/o directory direttamente nella directory:
/home
Se i dati salvati non sono accessibili per via dei permessi di proprietà, usate il comando:

Codice: Seleziona tutto

chown 

per cambiare proprietario.

Ndr: Questo comando non fa miracoli. Il File System NTFS usa la MFT (Master File Table) per definire dove file e directory sono archiviate. La cancellazione di file o directory determina la sola etichettatura come spazio non usato, ma file o directory ci sono ancora. Quindi nel sol caso vengano sovrascritture, non è più possibile recuperarli.
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Re: Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

FSlint - trovare due o più file uguali sui dischi montati

FSlint è un pacchetto che permette di trovare i file doppioni sparsi per il disco rigido, ma cosa migliore è che possiamo collegare anche dischi esterni e chiavette e lui controllerà in ogni dispositivo montanto. Ovviamente più c'è da "scansionare" e più il tempo totale cresce esponenzialmente, però potrebbe rivelarsi molto utile.
Inoltre tale pacchetto permette di ricercare nomi errati e cartelle vuote tra le altre cose.
Solitamente si trova già nei repository delle varie distribuzioni. Ad ogni modo qui il sito ufficiale del progetto. Seguite le indicazioni riportate sul sito per installarlo sulla vostra distribuzione installata.

Il programma può essere eseguito con la GUI, ma raccomando sempre di dare il comando:

Codice: Seleziona tutto

man fslint
per saperne di più.
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Re: Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

Combinazione di tasti nel terminale e altre scorciatoie utili

Una carrellata di "tasti" che sono utili, spesso fanno risparmiare molto tempo. Iniziamo:

TAB: il tasto TAB aiuta a completare automaticamente percorsi e comandi. Si scrivono le prime lettere del percorso/comando e poi ci si aiuta nel completare col tasto TAB.

Ctrl + c: serve per interrompere il comando in corso, che magari abbiamo dato per errore o che notiamo consumare troppe risorse. Questa combinanzione di tasti interrompe il processo, il quale non sarà più possibile riprendere a meno che non venga rilanciato nuovamente da zero.

Ctrl + z: serve per sospendere un comando, e quindi di non interromperlo, che potrà poi essere ripreso.
Per riprendere un processo sospeso abbiamo due modi:
a) farlo ripartire in background dando il comando nel terminale:

Codice: Seleziona tutto

bg
quindi non visibile nel terminale, ma nascosto.
b) farlo ripartire in foreground dando il comando nel terminale:

Codice: Seleziona tutto

fg
quindi visibile nel termninale.
Ndr: se volessimo lanciare sin da subito un comando in background, possiamo porre alla fine del comando il carattere '&'.
Esempio:

Codice: Seleziona tutto

gedit &
[/i]

Ctrl + r: serve per reperire un comando della shell inserito in precedenza, in base alla digitazione di alcune lettere.
(Ndr: talvolta è anche possibile guardare nelle bash history.
Date un:

Codice: Seleziona tutto

locate .bash_history
per vedere dov'è la vostra cronologia di shell.Solitamente in /home/utente/ e in /root/ in base all'utente utilizzatario[/i]

MAIUSC + PAG-up: mostra l'output di un comando nelle pagine superiori.

MAIUSC + PAG-down: mostra l'output di un comando nelle pagine inferiori.

Ctrl + a o INIZIO: manda il cursore all'inizio del rigo di comando.

Ctrl + e o FINE: manda il cursore alla fine del rigo di comando.

Ctrl + d: chiude la shell. Equivale, qualora ci fossimo loggati con un solo utente, al comando 'exit'.

Ctrl + k: taglia tutto il comando da dove si trova fino alla fine, per poi essere incollato...

Ctrl + y: ...incolla il testo tagliato

Ctrl + w: cancella una parola dalla posizione del cursore all'inizio della parola precedente, cioè cancella l'ultima parola scritta.

Ctrl + u: cancella l'intera riga scritta

Ctrl + Alt + F(N): con N che va da 1 a 9, quindi da F1 a F9, sono le varie sessioni, grafiche e testuali, che possiamo avviare.
Questo comando ci riporta alla schermata di login testuale, lasciando la nostra sessione corrente - normalmente la 1 - in background.

Alt Gr + ì: riproduce il carattere tilde (~), che nel terminale di linux corrisponde a scrivere /home/utente, cioè l'indirizzo della directory della nostra home.

Altri caratteri fondamentali sono:
| : detto 'pipe' serve per "fetchare" due comandi in maniera parallela. Esempio plottare un file di testo con 'cat', ma solo determinate righe in cui è presente una parola chiave, identificata con 'grep'.
Esempio:

Codice: Seleziona tutto

cat /etc/X11/xorg.conf | grep driver
...richiama il file xorg.conf, ma plotta a video solo le righe inerenti ai "driver".

&&: serve,invece, per concatenare due o più comandi; i quali verranno eseguiti con ordine da sinistra verso destra.
Esempio:

Codice: Seleziona tutto

emerge --sync && emerge -DNu world
...prima sincronizzera quello che ho nel mio "mondo" con quello disponibile, poi lo aggiorna.

>>: permette di aggiungere ad un file altro file o testo senza però cancellare ciò che stava prima.
Esempio:

Codice: Seleziona tutto

echo "bits and chips">>/home/utente/lettera.txt
..."bits and chips" andrà aggiunto nel file puntato.

>: permette di cancellare le vecchie informazioni di un file e di aggiornarle con delle nuove.
Esempio:

Codice: Seleziona tutto

echo "bits and chips">/home/utente/lettera.txt
..."bits and chips" andrà a sostituire il file puntato.

<: permette di prendere informazioni da un file e passate automaticamente ad un comando.
Esempio:

Codice: Seleziona tutto

comando</home/utente/input.txt
...nella shell verra passato al comando il contenuto del file "input.txt".

!!: riesegue l'ultimo comando appena eseguito.

!n: riesegue l'ennesimo comando dato. Per attribuire il giusto n, dai il comando history aiutandoti con un pipe grep seguito da quel_che_cerchi (esempio: history | grep mount).

!nome_comando:p: ricerca e mostra (senza eseguire) l'ultimo comando che contiene nome_comando.

!nome_comando: ricerca e rieseguire l'ultimo comando che contiene il nome_comando.

!?stringa?: ricerca e riesegue l'ultimo comando che contiene la stringa.

^nome_comando1^nome_comando2: riesegue l'ultimo comando eseguito che contiene la parola 'nome_comando1' sostituendola con 'nome_comando2'.

Ricordo che la shell di linux è case sensitive. Cioè scrivere Ls è diverso da scrivere ls.
Inoltre, dato un comando, con esecuzione molto lunga, è possibile scrivere all'interno della shell un altro comando e darlo in pasto con il tasto <invio>. Quest'ultimo verrà eseguito non appena finirà il comando in esecuzione.
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Re: Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

Chicca sulla sicurezza del vostro sistema

Questo è un consiglio che vi voglio lasciare il quale aumenta sensibilmente la sicurezza del vostro sistema. Praticamente c'è un file di configurazione, il quale modificandolo vi permette di visualizzare in tempo reale eventuali tentativi di intrusione.
Il file in questione è:
/etc/rsyslog.conf
il quale, molto probabilmente tra le varie righe avrete questa sezione, cosi composta:
#The authpriv file has restricted access.
authpriv.* /var/log/secure
Aggiungeta alla sezione un'altra riga, facendo diventare la sezione:

#The authpriv file has restricted access.
authpriv.* /var/log/secure
authpriv.* root,vostro_nome_utente
Dopo questa modifica, riavviate il sistema.

Cosi facendo ogni cosa è visualizzata in tempo reale nel terminale, sia che vi siate loggati come root sia che siate loggati come "utente normale".
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

lies2yk
Messaggi: 38
Iscritto il: lunedì 12 dicembre 2011, 12:07
Località: Roma

Re: Tips & Tricks

Messaggio da lies2yk »

Disancorare processo padre da processo figlio: esempio shell->comando_generico

Vorrei contribuire anche io con qualche tip da aggiungere a quelli da te indicati, previa tua analisi ed approvazione ovviamente:

A completamento da quanto già da te esposto vorrei sottolineare che ogni volta che lanciamo un processo, questo si lega alla "pts" da qui siamo loggati per quella sessione e anche se proviamo a mettere in "background" il processo e chiudessimo la shell, questo inevitabilmente riceverà un SIGTERM di tipo SIGKILL o SIGQUIT (ovvimente quanto espresso è applicabile ai sistemi un pò più vecchiotti - Gli ultimi dovrebbero riuscire a forkare la sessione e di conseguenza il processo ad esso agganciato)

Per evitare quanto sopra esposto e chiudere in tutta tranquillità la nostra shell senza che il processo s'interrompa occorre effettuare questa serie di comandi:

Mettere un processo in Background (sequenza)

Codice: Seleziona tutto

 ctrl+z 
per stoppare il processo.

Codice: Seleziona tutto

jobs 
per visualizzare il numero del job

Codice: Seleziona tutto

bg %n
dove n è il numero del nostro job di interesse.

Ma se avessimo molti jobs?

Esiste il comando:

Codice: Seleziona tutto

disown
e la sequenza prima descritta diventa:

Codice: Seleziona tutto

 ctrl+z 
per stoppare il processo.

Codice: Seleziona tutto

bg
per mettere in background l'ultimo corrente

Codice: Seleziona tutto

disown -ar
per "disaccoppiare" il processo padre da tutti i processi figli o

Codice: Seleziona tutto

disown -h
per "disaccoppiare" il processo padre da tutti i processi filgi, con la possibilità di ricollegarli.

Ovviamente si consiglia sempre l'utilizzo dei comandi:
man <comando>
e
help <comando>
per saperne di più.

Grazie a lies2yk
edit by conoscenza
...perfection

Avatar utente
dino
Messaggi: 15074
Iscritto il: mercoledì 30 novembre 2011, 18:21

Re: Tips & Tricks

Messaggio da dino »

lies2yk ha scritto: Vorrei contribuire anche io con qualche tip da aggiungere a quelli da te indicati, previa tua analisi ed approvazione ovviamente...
Ottimo intervento! Qui serve davvero il contributo di tutti :woohoo:
_____________________________
Working harder: http://www.dinofratelli.it
Listen House Music: https://www.dinobrosdj.it
Safety online https://omniadpi.it/

Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Re: Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

Ottimo lavoro lies2yk!
Ti ho solo editato qualcosina e aggiunto altre stringhe!

Come ha detto il buon Dino, qui serve il contributo di tutti...
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

Avatar utente
conoscenza
Messaggi: 3781
Iscritto il: venerdì 2 dicembre 2011, 23:27
Località: Fidenza (PR)

Re: Tips & Tricks

Messaggio da conoscenza »

Configurazione kernel

Questo suggerimento vuole dare semplicemente l'idea generale di come configurare il proprio kernel.
NB:usa questo consiglio solo quando sei sicuro di avere altri kernel funzionanti. Se hai problemi chiedi sul forum.
Ogni distribuzione ha il suo modo per aggiornare il kernel, qui se ne vuole dare solo un'idea di come configurare quello esistente. (Per eventuali problemi legati ad aggiornamento kernel o altro postate pure sul forum)
La morale è:
Vi spostate in:
/usr/src/

con

Codice: Seleziona tutto

cd /usr/src/
(anche qui dipende da distribuzione a distribuzione. Esempio Fedora ha la sottocartella ./Kernel, mentre Gentoo ha qui le varie configurazioni ./linux-*)
e quindi:

Codice: Seleziona tutto

su -c 'make menuconfig'
questo comando aprirà nel terminale (è possibile farlo anche tramite GUI) la schermata di configurazione del vostro kernel.
Scorrendo nelle varie sezioni (inutile elencarle tutte, molte sono intuitive) è possibile entrare in esse ed escludere moduli che ad esempio sappiamo di non usare. Esempio se abbiamo processore INTEL, possiamo pure escludere tutte le voci inerenti a processori AMD. Stesso discorso vale per tutto l'hardware: è inutile caricare moduli di hardware che non abbiamo. Questo contribuirà a rendere, un pelino, più leggero il nostro sistema e più performante.
Ricordo che:
1) se la voce è[M] indica che il modulo viene caricato solo se necessario;
2) se la voce è [*] indica che il modulo è caricato automaticamente, anche se non serve;
3) se la voce è [ ] indica che non vi è alcun modulo presente.

Una volta "scrollata" tutta la configurazione, salviamola e lasciamo che il sistema la "compili".
Questa configurazione verrà mantenuta, volendo, anche nei futuri aggiornamenti del kernel.

I sorgenti kernel è possibile trovarli su:
Ndr: per compilare i sorgenti sono richiesti GCC e gli "strumenti di lavoro" come dipendeze! (Ogni distribuzione ha i suoi "nomi")

Si veda, inoltre, il comando modprobe:

Codice: Seleziona tutto

man modprobe
utile per la gestione dei moduli da inserire nella blacklist o da aggiungere al sistema.

PS: vi lascio con l'immagine della "mappa del kernel linux".
Clicca qui
Sono allergico a mele morsicate e a finestre con tende.

Segnalate qui le vostre offerte di smartphone e tablet!!!

Rispondi