Pagine

Uno dei desideri più ricorrenti degli adolescenti di fine millennio - tra cui il sottoscritto - era senz'altro la possibilità di guidare un motorino "truccato" all'interno di un videogame. Per fare qualcosa di simile ai tempi ci si doveva accontentare esclusivamente su Radical Bikers (Come dimenticarlo! Ndr), oppure si è dovuto attendere il rilascio di eventuali mod per GTA Vice City o San Andreas.

Spulciando la home di Twitter in questi mesi, grazie alla quale punto a seguire sempre più sviluppatori indipendenti e similia, sono venuto a conoscenza di quel che potrebbe essere il Sacro Graal di noi appassionati delle due ruote..

.. il suo nome è TrackDayR, ed alle sue spalle vi è l'italianissimo team Mad Cow IT!

trackdayr home HQ

Naturalmente non si tratta di un videogame in cui si può saltare in sella ad uno storico Piaggio Zip SP elaborato e sponsorizzato Polini, ma un vero e proprio simulatore motociclistica che - lasciatemelo dire - risulta piuttosto promettente.

Modello di guida simulativo, sviluppatori italiani, pieno supporto alle mod, motorini oltre che pitbike e minimoto (Per distaccarsi dalle "solite" due ruote ad alte prestazioni, comunque presenti), cosa vorreste di più?

Attualmente TrackDayR si trova in versione Early Access su Steam dal 17 Marzo (2021) al prezzo di soli 19.99€. Con l'articolo di quest'oggi vi motiveremo a supportarne lo sviluppo, percui non preoccupatevi se sarete incentivati ad acquistarlo una volta letto.. 😂

 


Senza scendere troppo nei dettagli dato che si tratta di un titolo in fase ancora prototipale, gli sviluppatori hanno dichiarato che per far girare degnamente questo titolo su PC bisogna essere in possesso di una configurazione hardware di livello mainstream, proprio una di quelle che ormai da un paio di anni spopola tra i videogiocatori con budget che si aggirava intorno alle 500€ nel 2019.

In possesso di una configurazione hardware simile a quella indicata tra i requisiti consigliati, anche un po meno prestante a dire il vero, vedremo nella prossima pagina che sarà facile ottenere i 60FPS medi a risoluzione 1080p, con dettagli grafici settati al massimo e Vsync attivo (Come vedremo nella prossima pagina)

Come sempre in questi casi il vantaggio di avere una configurazione di buon livello sarà quello di poter giocare a risoluzioni superiori al classico 1080p (Il gioco supporta le risoluzioni 2K/4K), senza dimenticare i monitor con ratio 21:9 e frequenza di aggiornamento superiore ai classici 60Hz.

 

REQUISITI MINIMI:
OS - Windows 7, 8 o 10 64-bit
CPU - Intel Core i5-4460 oppure AMD FX-8120
RAM - 8GB
HDD - 8GB per la versione testata
GPU - NVIDIA GeForce GTX 770 2GB oppure AMD HD7970 3GB

REQUISITI CONSIGLIATI:
CPU - Intel Core i5-8600K oppure AMD Ryzen 5 2600X
RAM - 16GB
GPU - NVIDIA GeForce GTX 1070 8GB oppure AMD RX 580 8GB

Al pari di altri titoli recenti e non, come ad esempio gli ultimi indie da noi testati quali art of rally dei Funselektor Labs Inc.Cloudpunk di ION LANDS ed il recentemente testato DRIFT21, anche TrackDayR è stato realizzato tramite l'engine grafico Unity, basato sulle librerie grafiche DirectX 11.

A conferma di quanto scritto pocanzi, tra le impostazioni grafiche non troviamo la possibilità di gestire in maniera dettagliata i vari settaggi che ci si potrebbe aspettare, bensì esclusivamente la risoluzione da utilizzare con la possibilità di attivare o meno il VSync, ed infine alcuni preset grafici prestabiliti.

Trattandosi di un titolo in via di sviluppo, che tra le altre cose non ha la qualità grafica come obiettivo principale, al momento possiamo darvi solo un parere preventivo, che bisognerà sicuramente rivedere quando il titolo raggiungerà la versione "definitiva".

Attualmente il colpo d'occhio non è affatto male, anzi, ma da vedere c'è ben poco dato che ad oggi vi sono esclusivamente quattro circuiti ufficiali e poche due ruote a disposizione, i cui modelli però dobbiamo ammettere sembrano riprodotti in maniera piuttosto discreta (Che spettacolo l'espansione a curva alta dello Zip Polini!). A parte questo, un discreto comparto audio e diverse animazioni che però necessitano una ovvia "limatina", non possiamo fare altro che rimandare questo appuntamento.

 


La nostra prova è stata effettuata sull'ultima revisione della nostra nuova build ATX basata sul case Byzon Advanced di iTek, illuminata a giorno dalle strisce LED ARGB ARYA, nella quale trova posto la motherboard AsRock B450 Steel Legend aggiornata all'ultimo bios v4.00 - Resizable Bar attivo - che fa da base alla fiammante accoppiata casalinga tra la CPU Ryzen 7 3700X e la GPU RX 6800XT Gaming OC (GigaByte) di AMD.

Il tutto senza dimenticare ovviamente l'intramontabile configurazione ITX, divenuta ora di fascia mainstream con tanto di arroganza grazie alla nuova motherboard AORUS B550I Pro AX fornitaci da GigaByte, ricordiamo realizzata in collaborazione con SilverStone ed ora con a bordo la CPU AMD Ryzen 5 3600, accompagnata dalla GPU RX 580 in variante Nitro+ di Sapphire.

Spunti di lettura: AMD Ryzen 5 3600 Vs Ryzen 7 3700X, su quale CPU puntare ad oggi?

itek byzon 6800xt arctic lf ii 420 9

 

Sistemi di prova B&C Mainstream ITX

B&C Enthusiast ATX

Processori

Frequenza

AMD Ryzen 5 3600

default

AMD Ryzen 7 3700X

default

Dissipatore

Raijintek Pallas 120 RGB

Arctic Liquid Freezer 420

Memoria RAM

2*8GB DDR4 G.Skill TridentZ

@3200MHz (CL16)

2*16GB DDR4 G.Skill TridentZ

@3200MHz (CL15)

Scheda Madre

GigaByte Aorus B550I Pro AX

AsRock B450 Steel Legend

dGPU

vendor

frequencies

heatspreader

AMD RX 580 8GBD5

Sapphire Nitro+

1411MHz-8GHz

(core-memory)

AMD RX 6800XT 16GBD6

GigaByte Gaming OC

≈2300MHz - 16GHz

(boost-memory)

Driver

Adrenalin 2020 21.3.1

SSD

SP P34A80 256GB PCIe 3X4

OCZ Arc 100 240GB

-

-

SanDisk Extreme Pro 480GB

Transcend SSD220S 480GB

KIOXIA XG6 1TB PCIe 3X4

KIOXIA BG4 1TB PCIe 3X4

HDD

Seagate Momentus 1TB

2.5" - 5400rpm/8MB

Toshiba L200 2TB

2.5" - 5400rpm/128MB

Alimentatore

EVGA Supernova 750W 80+

SilverStone Strider Gold 850W

Case

SilverStone RVZ033

iTek LED RGB

iTek Byzon Advanced

iTek ARYA ARGB LED strips

OS

 Windows 10 PRO - 20H2 (x64) - Build 19042.868

Periferiche

Razer Blackwidow X Chroma

Razer Mamba Wireless & mousepad Sharkoon 1337 RGB XXL

Razer Wolverine Tournament Edition

Monitor

iiyama G-MASTER GB3461WQSU

34" - 21:9 - 3.440*1.440p 144Hz

 

Valutare ad oggi la resa delle varie configurazioni hardware durante l'utilizzo di TrackDayR non ha molto senso, in quanto attualmente il gioco è in fase non troppo avanzata ed oltretutto carente dei molti dettagli e contenuti che verranno aggiunti durante lo sviluppo (Primo tra tutti l'assenza dell'IA in corsa).

Ciò nonostante, al fine di darvi comunque un riferimento, abbiamo deciso di monitorare i parametri di sistema tramite il task manager di Windows ed il tool GPU-Z di Techpowerup, durante un time-attack a bordo dello Zip Polini.

Possiamo dunque confermare che l'accoppiata Ryzen 5 3600 più RX 580 è stata capace di garantire agilmente i 60FPS a risoluzione 1080p (Consumi delle risorse piuttosto moderati, utilizzo della GPU pari al 65% circa e 4.5GB di VRAM occupata), così come il team Ryzen 7 3700X più RX 6800XT ci hanno permesso di far girare il titolo a 144FPS costanti a risoluzione 3.440*1.440p con VSync attivo (Utilizzo della GPU pari al 85% circa e 6GB di VRAM occupata),

trackdayr 3600 rx580

• screenshot provenienti dal sistema con GPU AMD RX 580 e CPU AMD Ryzen 5 3600,
durante l'esecuzione del test con le massime impostazioni grafiche,
VSync abilitato e risoluzione 1.920*1.080p@60Hz

trackdayr 3700x rx 6800xt

• screenshot provenienti dal sistema con GPU AMD RX 6800XT e CPU AMD Ryzen 7 3700X,
durante l'esecuzione del test con le massime impostazioni grafiche,
VSync abilitato e risoluzione 3.440*1.440p@144Hz

 


Come già anticipato lo storico Piaggio Zip SP elaborato Polini, disponibile in due versioni distinte dalla cubatura del gruppo termico, non è l'unico mezzo degno di attenzione presente nel simulatore. Oltre a due modelli di grossa cilindata (Che ricorducono alla Triumph Daytona 675 ed alla BMW S1000RR), vi sono due ulteriori reconditi sogni degli appassionati come il sottoscritto.

Ebbene sì, dimostrando come gli sviluppatori di TrackDayR vogliano spaziare ed offrire qualcosa di inedito nel panorama della simulazione motociclistica, troviamo differenti versioni della MiniGP Ohvale insieme alle stuzzicanti pitbike motard YCF.

1 2 3

4 5

La fisica di guida è davvero interessante, seppur attualmente ancora da limare, ma da subito l'impressione che gli sviluppatori vogliano farla avvicinare quanto più possibile alla realtà, ovviamente rimanendo nei limiti della godibilità tramite gamepad.

Io stesso, che posso vantare svariate centinaia di ore di esperienza, ho potuto constatare l'iniziale "frustrazione" derivante dall'utilizzo di un modello di guida che si discosta dai più blasonati, come ad esempio quelli presenti nei titoli di Milestone, a confronto piuttosto "guidati e meno grezzi".

Riuscire a segnare un tempo sul giro senza sbavature richiede abbastanza impegno, sopratutto nel momento in cui si deve domare lo Zip Polini - pronto ad impennarsi laddove si dia pieno gas in uscita di curva - oppure effettuare staccate al limite con le più potenti due ruote. In aggiunta a tutto ciò vi è anche da citare la presenza dell'usura dinamica degli pneumatici, simulati fisicamente attraverso il punto di contatto della gomma sull’asfalto.

trackdayr gameplay 1 trackdayr gameplay 2 trackdayr gameplay 3

trackdayr gameplay 4

Sebbene sia ancora lontano dall'essere completo, personalmente ho apprezzato la presenza di una componente che attualmente nei titoli più blasonati risulta ancora assente. Se Milestone introdurrà il recupero della moto a seguito della caduta, in TrackDayR non dovrete solo raggiungere e rialzare il mezzo da terra, ma fare attenzione a mettere la seconda marcia per far si che la spinta possa risultare sufficiente a far riaccendere il motore!

Per quanto riguarda i circuiti, attualmente TrackDayR può contare su quattro "location" tutte italiane come ad esempio il kartodromo di Adria oppure il circuito di Cremona, insieme al Misanino ed al Jeepers Kart. 

Attualmente viene offerta esclusivamente la possibilità di correre per lo più al fine di segnare il miglior tempo sul giro, ma a quanto pare verranno presto introdotte le corse contro l'intelligenza artificiale unitamente al comparto multiplayer online.

1 2 3 4

Gli sviluppatori ci tengono a sottolineare che questi sono fedeli riproduzioni di circuiti reali, realizzati all’interno del proprio studio, così come le moto sono riproduzioni dei modelli reali, fatte tenendo conto di tutte le dimensioni reali ottenute tramite i CAD (Pneumatici, sospensioni, forcelle, sterzo, peso, passo, ecc. tutti i dati sono tutti fedelmente riportati nella simulazione).

Ma le sorprese non finiscono qui. Gli sviluppatori si sono dichiarati pienamente aperti al modding, e messo a disposizione diverse guide non solo per personalizzare le skin delle moto presenti in gioco, bensì la possibilità di creare e/o importare ulteriori circuiti/tracciati da altri videogame.

Vi basti pensare che esistono già le conversioni di svariati circuiti creati da Assetto Corsa, non c'è bisogno che io aggiunga altro!

Approfondimenti sul modding:
Forum tecnico generale sul modding di TrackDayR
Come convertire i circuiti/tracciati da altri giochi
Come creare i propri circuiti/tracciati
⇒ Thread con tutte le mod attualmente disponibili per TrackDayR ⇐

 


Provare la versione Steam Early Access mi ha riportato indietro nel tempo di circa otto anni, quando in quanto possessore di una licenza Pro di Netkar - acquistata per l'occasione - ebbi modo di testare la Technology Preview di Assetto Corsa.

Le emozioni provate sono state praticamente le stesse, ed ora sappiamo tutti bene che livelli ha potuto raggiungere la creatura di Kunos Simulazioni, italianissima anch'essa come Mad Cow IT, partendo da un "diamante grezzo" come appare oggi ai nostri occhi TrackDayR.

Mettermi d'impegno per poter domare il terribile Zip SP elaborato Polini è stata la quintessenza dell'esperienza, arricchita dalla possibilità di sbizzarrirsi con le pitbike YCF e le MiniGP Ohvale negli stretti kartodromi messi a disposizione, potendo apprezzare il tutto tramite la modalità foto attivabile in qualsiasi momento.

Gli sviluppatori hanno già comunicato che TrackDayR riceverà più o meno a cadenza mensile diversi aggiornamenti dei contenuti, unitamente al fix degli eventuali bug segnalati dalla community (Devo ammettere molto attivi, complimenti ragazzi!), come ad esempio:

  • la già citata introduzione dell'IA per le corse offline ed il comparto multiplayer online, unitamente a competizioni speciali e modalità Endurance;
  • l'introduzione di ulteriori moto per spaziare il più possibile nella simulazione, come la classe 300cc ed i prototipi 500cc due tempi, oltre ad ulteriori scooter e minimoto elaborate Polini;
  • ulteriori circuiti, molti dei quali ancora da svelare, unitamente a telemetria e modalità replay;
  • tuning avanzato della centralina per i modelli compatibili, elaborazione delle moto e riproduzione completa del garage;
  • supporto alla modalità VR per chi possiede visori compatibili.

trackdayr update roadmap

La piena apertura del team al modding pone il gioco su di un gradino più alto rispetto ai più blasonati concorrenti, e la possibilità di importare una infinità di circuiti proprio da titoli come Assetto Corsa promette da sola a TrackDayR un futuro più che roseo.

Il suo debutto è solo l'inizio, la strada verso la versione "finale" potrà anche essere lunga ma personalmente la vedo già ben tracciata. TrackDayR non ha bisogno di alcun voto finale ma solo il tempo di crescere e di farsi conoscere, pertanto non posso consigliarvi altro che acquistarlo e seguirne lo sviluppo, perchè non ne rimarrete affatto delusi!

Si ringrazia Mad Cow IT per la chiave digitale gentilmente offerta per realizzare questo articolo!

recommanded