La casa taiwanese, accesa sostenitrice dei Chromebook (e le vendite le stanno dando ragione), con un comunicato ufficiale annuncia il futuro lancio del primo PC All-In-One dotato del sistema operativo Chrome OS di Google.

 

 

Esteticamente ricorda molto, forse fin troppo (basta osservare la tastiera in formato ridotto), gli Apple iMac, ma il prezzo dovrebbe essere decisamente inferiore, sebbene non sia stato ancora comunicato. Il lancio, infatti, avverrà durante il 2Q di quest'anno.

Parlando più nel dettaglio del Chromebase, a muovere il tutto ci penserà il SoC nVidia Tegra K1, predecessore dell'X1: si tratta di un quad Cortex A-15 @2,3 GHz (+1 companion core), affiancato di una iGPU Kepler dotata di 192 Cuda Core. Lo schermo è da 21,5” e monta un pannello lucido con risoluzione Full-HD (1920x1080), sovrastato dall'immancabile Webcam, mentre alla sua base trovano posto due speaker da 3W.

Disponibili in buona quantità, almeno così sembra, sia le connessioni wireless (802.11a/b/g/n Wi-Fi e Bluetooth 4.0) sia le porte di espansione (HDMI, USB 3.0, USB 2.0 – sebbene di queste ultime non si conosca il numero esatto). Poiché tastiera e mouse sono cablati, va considerato il fatto che due porte USB saranno sicuramente già inutilizzabili dall'inizio (a meno di non acquistare un kit wireless in un secondo momento). Forse Acer avrebbe fatto più bella figura dotando la macchina, fin dall'inizio, di un kit del genere (sia per una questione di ergonomia, sia per una questione di immagine).

Va considerato, in ultimo, che un PC del genere, almeno per il momento, è utile al solo utilizzo per l'intrattenimento domestico (navigazione internet, visione contenuti multimediali, giochi casual, ecc), in quanto i software per la produttività personale sono completamente assenti per questa piattaforma.