Il reparto marketing AMD ha deciso di fare nuovamente marcia indietro dopo una manciata di anni, per la precisione tre. Correva l'anno 2009.

 

 

A quel tempo AMD decise di utilizzare il brand Vision per le proprie piattaforme Fusion nelle seguenti varianti: Vision, Vision Premium (Per gli utenti che cercano maggiori funzioni), Vision Ultimate (Per gli utenti avanzati), Vision Black (Per gli utenti enthusiast).

Secondo SemiAccurate questo marchio non ha incontrato il favore del pubblico, ed anzi a sentire altre fonti non è mai entrato nella mente della clientela. Andando in un negozio di informatica quanti conoscono il brand Vision? Praticamente nesssuno.

AMD semplificherà la nomenclatura, così da rendere maggiormente familiare la linea di prodotti. Ad esempio l'attuale “AMD Vision A10 Technology” si ridurrà al minimale “AMD A10”.


Le piattaforme saranno le seguenti: AMD FX, AMD A10, AMD A8, AMD A6, AMD A4, AMD E2, AMD E1, AMD Athlon, AMD Pro.

Se da un lato tale modifica ai nomi renderà per l'utente più semplice la classificazione delle piattaforme, dall'altro mostra ancora una volta come AMD non sappia esattamente come agire dal punto di vista del marketing. Considerata l'importanza di tale componente, nella vendita, molti si dimostrano dubbiosi sull'effettiva capacità di AMD di rialzarsi.