Debutta ufficialmente oggi la piattaforma Brazos 2.0 basata sulla seconda generazione delle APU AMD E-series di fascia entry level per i portatili/netbook a basso consumo energetico, PC all-in-one e mini-desktop.

logo

Rispetto alla piattaforma Brazos "1.0" la novità principale riguarda il nuovo FCH (Fusion Controller Hub) aggiornato per supportare gli ultimi standard di connessione.

Le APU continuano a sfruttare la precedente architettura che combina una CPU Bobcat (x86) con una iGPU Cedar (VLIW5) in un unico die dal package BGA realizzato con il processo produttivo a 40nm dalla taiwanese TSMC, ma presentano un aumento delle frequenze di clock ed un miglioramento sul fronte della gestione consumi dovuto all'utilizzo della tecnologia Turbo CORE.

architettura

L'FCH Hudson 3L adesso supporta le connessioni SATA 6Gbps e USB 3.0 ed integra l'interfaccia completa per la gestione SD card reader (utile soprattutto nei sistemi ultra-portatili e nei tablet).

novita

L'APU E2-1800 sostituisce il precedente modello E-450. I due core x86 adesso operano a 1700MHz mentre l'iGPU HD 7340 (rebrand della precedente serie, sempre con 80 Radeon CORE integrati) prevede una frequenza di clock spinta fino a 680MHz.

L'APU E1-1200, anch'essa dual-core, prende il posto dell'E-300, con una frequenza di 1400MHz per la CPU e 500 MHz per lìGPU HD 7310. Da segnalare il supporto alle memorie DDR3 a basso voltaggio: DDR3L-1066 e DDR3U-1066.

apu

Al contrario delle APU A-series di seconda generazione destinate alla fascia mainstream, nome in codice Trinity, le "nuove" APU E-series non integrano la componente AMD VCE (Video Codec Engine) per la codifica/accelerazione hardware dei flussi video H.264 ma dispongono comunque delle tecnologie AMD Steady Video e AMD Quick Stream per migliorare la qualità della riproduzione e minimizzando lo stuttering, assicurando ai flussi video un "trattamento preferenziale" verso l'iGPU.