Secondo quanto afferma la testata coreana Electronic Times, AMD dovrebbe produrre alcune GPU presso le FAB di Samsung durante il 2016, facendo del gigante asiatico il proprio terzo fornitore dopo GlobalFoundries e TSMC.

 

 

Questa decisione, se la notizia dovesse rivelarsi fondata, potrebbe essere intesa come l'implicita constatazione della non perfetta validità del 14nm FinFET di GlobalFoundries, licenziataria sì della tecnologia di Samsung, ma sfruttata (come ci dicono alcune voci) su macchinari non proprio allo stato dell'arte (AMD, quindi, non dovrebbe ridisegnare i chip per sfruttare i 14nm di Samsung).

Inoltre, le voci che vogliono GloFo in vendita, dimostrano una volta di più come la dirigenza di Abu Dhabi si sia dimostrata più che inadeguata ad affrontare una sfida tecnologica di alto livello: vendere una materia prima quale il petrolio, è ben diverso dal dirigere un'azienda che battaglia in ambiti ben più raffinati. Come sono solito ripetere, “il vivere da secoli in mezzo al sabbione, non ti dà la capacità innata di saper sfruttare il silicio”. La cancellazione dei 20nm e dei 14nm XM sono lì a dimostrarlo.