La nuova scheda video di punta di AMD Radeon VII, basata sulla GPU Vega 20 prodotta sui 7nm di TSMC, è finalmente disponibile sul mercato, sebbene al momento nella sola variante reference. Le recensioni apparse online hanno mostrato, oltre a prestazioni spesso superiori a quanto previsto, due peculiarità non proprio amate dagli utenti: una rumorosità eccessiva da parte del dissipatore reference, e consumi - come al solito, ultimamente, per AMD - forse troppo elevati se rapportati al nodo produttivo utilizzato.

Le recensioni hanno messo in luce come le ventole della Radeon VII lavorino a circa 3000 RPM, contro i 2000 RPM della GeForce RTX 2080 referce, ed il 50% di RPM in più si sente, soprattutto in gioco.  Come è possibile osservare dal video qui in basso, la rumorosità in full load (Senza la fruizione di tweak manuali via driver) potrebbe risultare alquanto fastidiosa per molti utenti. Integriamo anche il grafico della recensione di Anandtech relativamente alla rumorosità della Radeon VII, così che si possa quantificare la rumorosità attraverso dei valori oggettivi. Fortunatamente, con l'arrivo delle schede custom, da qui ad un mese, questo problema dovrebbe risolversi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per quanto concerne i consumi, anche in questo caso AMD ha deciso di effettuare un binning piuttosto "largo di manica", come accaduto anche con le Vega56 e Vega64. Il sito tedesco Computerbase.de ha effettuato un'approfondita analisi a riguardo, e si è giunti - dopo alcuni tweak - ad avere un'efficienza superiore alla GeForce RTX 2080 FE senza grossi problemi (Consumo -25% rispetto alle impostazioni di default, da 277W a 207W). Nel complesso, comunque, anche a default la Radeon VII si dimostra più efficiente della VEGA64, grazie soprattutto all'utilizzo del nodo produttivo a 7nm di TSMC.

Consumo della Radeon VII @ default e in UnderVolt

Efficienza della Radeon VII @ Default e in UnderVolt

Ultima nota da discutere in questa breve news, è quella relativa alle temperature. I ragazzi di GamerNexus hanno mostrato come il dissipatore non poggi perfettamente sul Die della GPU. Questo fatto porta a temperature decisamente elevate, come è possibile osservare dai grafici. Si tratta sicuramente del difetto più grave, perché il più difficile da risolvere. Se il consumo e la rumorosità possono essere livellati attraverso i driver, agendo sulle tensioni di funzionamento e le impostazioni delle ventole, in questo caso bisogna necessariamente smontare il dissipatore della scheda video. Si renderà, infatti, necessario sostituire la pasta termina stock con un pad più spesso, al fine di far aderire perfettamente il dissipatore al Die della GPU.

In conclusione, possiamo affermare che AMD abbia forse anticipato un po' troppo il lancio di questa Radeon VII. Con il senno del poi, sarebbe stato il caso di rimandare tutto a marzo, così da avere un prodotto molto più affinato e meno problematico. Questi difetti, come al solito, andranno a danno dell'immagine di AMD, e sicuramente NVIDIA li sfrutterà per portare acqua al proprio mulino (In un mercato capitalistico, una cosa assolutamente buona e giusta). A quanto pare, nonostante l'abbandono di Koduri e Hook, le cattive abitudini in casa AMD, per le GPU, non so cambiate per nulla ...