Nel mese di agosto dello scorso anno abbiamo parlato per la prima volta di un progetto portato avanti da AMD per realizzare una potente APU destinata al mercato dell' High Performance Computing. Oggi, grazie alle informazioni divulgate da Matthias Waldhauer, abbiamo un quadro più chiaro sulla componentistica CPU (basata su architettura Zen) utilizzata per questa soluzione e conosciuta con il nome in codice di "Zeppelin".

Waldhauer parla di una struttura "Core Complex" simile a quella delle "Compute Unit" della stessa AMD. I singoli blocchi sono composti da 4 core Zen, con la cache L2 separata per ciascun core e quella L3 condivisa. Siccome parliamo di architettura Zen, ogni core è in grado di processare un numero doppio di thread (tecnologia SMT). Il design prevede una combinazione massima di 8 blocchi, per un totale di 32 core fisici.

Il package può essere allestito sia come MCM (Multi-chip module), in maniera simile agli attuali Opteron Bulldozer, sia via interposer: soluzione necessaria all'APU da HPC per poter ospitare le memorie HBM2 da abbinare alla iGPU GCN4.

 

amdzen icon