Lo avevamo scritto circa un mese fa, citando il sito cinese MyDrivers.com, il quale aveva avuto l’informazione da una gola profonda di Apple, ed oggi xBitLabs lo conferma: Apple sta preparando il terreno per lasciare completamente Intel anche nel campo desktop e notebook.

 

 

La casa di Cupertino ha intenzione di fare tutto da sé, anche dal lato CPU. Tra un paio di generazioni di Mac,  con probabilità, i processori che equipaggeranno i propri prodotti saranno dei SoC ARM. Questa decisione è stata presa, probabilmente, per via di due fattori: la crescita esponenziale di potenza dei processori ARM (e l’A57 è qui a dimostrarlo), mantenendo comunque consumi minimi rispetto all’architettura x86, e la crescita del mercato consumer in rapporto a quella prosumer.

Attualmente iPad, iPhone e Mac hanno grande successo tra il pubblico generalista, mentre tra i professionisti la crescita si mantiene stabile, senza grosse variazioni. Anzi, percentualmente il mercato prosumer è sempre meno importante per Apple.

Alla luce di questi dati non dovrebbe meravigliare il cambio di strategia: Apple aumenterà l’utile per ogni terminale venduto, ed al contempo potrà progettare da sé quanto le serve. Cosa chiedere di più?