La recente presentazione al CES dei primi sistemi funzionanti con Carrizo a bordo ha fatto una buonissima impressione presso diverse testate giornalistiche, società di analisi di mercato e case produttrici, sebbene presso il pubblico enthusiast l'APU di AMD goda ormai di ben altra considerazione.

 

 

La volontà, da parte della casa di Sunnyvale, di concentrare lo sviluppo di Carrizo sul versante Mobile, se da un lato costringerà Kaveri a traghettare la piattaforma FM2+ fino al 2016, dall'altro lato dovrebbe permettere agli OEM una maggiore flessibilità nella produzione e nella commercializzazione dei propri prodotti. Come ha sottolineato Patrick Moorhead, Presidente della società di analisi Moor Insights & Strategy, la possibilità di installare due differenti famiglie di processori (Carrizo e Carrizo-L), caratterizzate da un TDP che oscilla tra i 10 e i 35 Watt, utilizzando il medesimo PCB e Socket, permetterà agli OEM di poter risparmiare notevolmente nelle spese di R&D: “AMD has a good case in terms of scalability, because it can go from 10-35 watts, with two distinct performance profiles, and in one socket. This saves OEMs a lot of R&D money but also provides flexibility in that OEMs don't need to be as precise with their forecasts”. Per fare un contro-esempio, gli OEM non possono utilizzare le CPU Celeron/Pentium/i3 ed Atom sul medesimo PCB in quanto utilizzano socket differenti.

Shuttle, azienda specializzata nella produzione di Mini PC e Slim PC, ha già stretto un accordo con AMD per realizzare una nuova famiglia di Notebook estremamente personalizzabili, come ha spiegato Kevin Lensing, Senior Director e Product Management di AMD, a Tomshardware USA: “Our scalable approach, which hasn't been used in the PC industry for many years now, addresses the complete stack from top to bottom with a single platform, meaning that our OEM partners will be able to use "Carrizo" and "Carrizo-L" to serve a wide range of the market – spanning form factors and price points from all-in-ones and mainstream notebooks, to ultra-thin and light performance and gaming notebooks – without needing to design, develop, and validate multiple platforms”. A tal proposito, a questo indirizzo, Shuttle ha aperto il sito (ancora in costruzione) relativo al nuovo progetto Shuttle Notebook Ecosystem. Sarà possibile costruire il proprio Notebook, personalizzandolo, attraverso 4 semplici mosse: 1) Choose display size -> 2) Choose chips -> 3) Choose look -> 4) Choose ship date.

In ultimo, l'introduzione del decoder per il formato video h.265, fino alla risoluzione 4K, potrebbe permettere ad AMD di entrare nel remunerativo mercato dei sistemi Embedded per il Digital Signage, oggi decisamente in crescita, come dimostrano gli ottimi risultati fiscali ed i sempre nuovi prodotti di VIA Technology.