Difficile non notarlo allo stand di QNAP al CeBIT 2015. Dopo l'annuncio ufficiale che ha anticipato l'apertura della fiera dell'elettronica di Hannover di qualche giorno, è così che l'azienda mostra nella sua prima apparizione al pubblico, il TS-251C, il fratello economico del più costoso TS-251.

TS-251C

Poche le differenze e tanti i punti in comune. Oltre alla chiara differenza nello chassis, cosa che ha comportato la perdita della funzionalità di hot-swap dei dischi, rimane confermata la CPU Intel Celeron J1800 (2C/2T @2,41 GHz con Turbo fino a 2,58 GHz) abbinata ad 1 GB di memoria DDR3L funzionate a 1333 MHz con latenza pari a CL11 questa volta però non upgradabile. Per la strada perdiamo anche una Ethernet Gigabit (dalle due presenti nel TS-251) e una USB 3.0 cosa che porta la dotazione finale del TS-251C a 2 USB 2.0 ed una singola USB 3.0. Al contrario, confermato il supporto per un alloggiamento di espansione (UX-800P e UX-500P).

Qualche differenza è possibile infine trovarla anche analizzando i consumi. Nonostante l'utilizzo di hardware simile, grazie anche all'eliminazione di un controller Intel I210 per la gestione delle porte Ethernet Gigabit, il TS-251C riesce a consumare 2,9W in meno (7,38W in termini assoluti) e 3,51W in meno (15,71W in termini assoluti) rispettivamente in modalità sospensione HDD e in modalità di funzionamento tipico. Ci sarebbe qualche differenza stavolta in negativo, (0,47W contro 0,7W) anche durante lo stato S3 (ovvero a NAS collegato alla presa di corrente) ma visti i consumi effettivamente misurati durante i nostri test sul TS-251-4G, tale differenza risulterebbe in teoria praticamente nulla.

Infine, la brutta notizia. Nonostante sia attualmente già disponibile in commercio, come solito QNAP non ha dichiarato un prezzo ufficiale di vendita anche se dando uno sguardo ai vari negozi italiani, è possibile trovarlo a 299€ IVA inclusa. Troppi, se si considera che il TS-251 lo si porta a casa, negli stessi negozi, a circa 340€. A suo discapito, il fatto che, al lancio, il TS-251 costava di più e quindi uguale sorte potrebbe toccare anche al TS-251C ma, vista l'attuale situazione del mercato, non sarebbe dispiaciuto avere uno street price più basso.