CPU World pubblica una news sui primi tre processori Celeron e Pentium, dedicati ai desktop, basati su architettura Bay Trail-D.

 

 

Fino ad oggi, per realizzare le CPU Celeron e Desktop, Intel ha sempre utilizzato l'architettura delle CPU di fascia più alta semplificandola, ad esempio diminuendo il quantitativo di cache o affiancando ai core x86 una iGPU di fascia bassa. Dal punto di vista architetturale non cambiava nulla: stessa qualità, ma minore quantità.

Oggi la casa di Santa Clara decide di cambiare approccio, ribaltando questa dottrina. Utilizzerà l'architettura Atom, potenziandola. Questo permetterà ad Intel di migliorare le economie di scala, potendo usufruire di un'architettura più semplice e meno costosa da produrre per la fascia bassa del mercato PC, come abbiamo già avuto modo di scrivere.

 

 

Le CPU di cui si è venuto a conoscenza sono i Celeron J1750 e J1850, ed il Pentium J2850, tutti e tre accreditati di un TDP di soli 10 Watt. I rispettivi prezzi sono di 72, 82 e 94 dollari. V'è da notare che il Pentium J2850 sarà un quad core reale, e che sarà prezzato quanto l'attuale Pentium G2140 (93 dollari), basato su architettura Ivy Bridge, il quale comunque è dotato di soli 2 core fisici ed ha un TDP di ben 55W.

A questo punto sarà interessante leggere le prime recensioni di queste nuove CPU Bay Trail-D, così da verificare se effettivamente vi sia un guadagno prestazionale palpabile rispetto alle CPU dell'attuale generazione. Riuscirà la nuova architettura Out-of-Order di Bay Trail a reggere il confronto con SNB/IVB?