Il CES di Las Vegas ha visto la presentazione, da parte di tutti i maggiori produttori, di numerosi SSD. L'enorme successo che stanno incontrando i PC Slim e Mini hanno alzato notevolmente la domanda di SSD nei formati M.2 mentre il continuo, seppur lieve, calo di prezzo delle memorie NAND Flash sta convincendo anche gl utenti più dubbiosi a fare il grande passo, staccandosi definitivamente dai classici HDD quali sistemi di storage principali per il Sistema Operativo, spesso con il passaggio diretto agli SSD PCI-E.

 

 

 

Corsair

La casa statunitense ha presentato la nuova serie di fascia alta Neutron XT disponibile nei tagli da 240GB, 480GB e 960GB, realizzata con quanto di meglio è disponibile sul mercato. Punto di forza di questo nuovo SSD è il NAND Controller Phison PS3110-S10, considerato da molti come l'attuale campione da battere in questo settore. Le NAND Flash sono le ormai conosciutissime, per il pubblico di B&C, MLC da 19nm prodotte da Toshiba, anche in questo caso le migliori disponibili. Per far rendere al meglio tutto questo ben di Dio, Corsair ha deciso di implementare alcune funzioni avanzate, SmartFlush and SmartRefresh, dedicate, rispettivamente, alla salvaguardia dei dati in caso di spegnimenti improvvisi e al mantenimento delle prestazioni anche dopo un utilizzo prolungato. Chiudiamo annotando che i nuovi Neutron XT beneficiano di una garanzia di 5 anni e che, essendo spessi appena 7mm, sono installabili senza problemi su tutti i Notebook dotati di uno scompartimento per HDD da 2.5”. I prezzi, al momento, sono i seguenti: 240GB @149.99$, 480GB @269.99$ e 960GB @539.99$.

 

Kingston

Kingston entra di prepotenza nell'unico mercato SSD ancora per lei scoperto, quello PCI-E, presentando l'HyperX Predator PCIe. Si tratta di un SSD disponibile nei tagli da 240GB, 480GB e 960GB, dotato di connettore PCI-E 2.0 x4 e accreditato di una velocità di 1400MB/s in lettura e di 1000MB/s in scrittura per il modello più capiente. Questo SSD è dotato del NAND Controller SandForce SF3700 e delle ormai classiche NAND Flash MLC da 19nm di Toschiba. Caratteristica particolare di questo SSD: il drive è dotato di un controller Marvell 88SS9293 e di un fattore di forma M.2 per garantire la compatibilità con le piattaforme di prossima generazione che supportano lo slot PCIe M.2.

Immagine presa da TheSSDReview

 

Micron Technology

La statunitense Micron approda al CES presentando due nuove linee di SSD di fascia consumer della propria sussidiaria Crucial, la BX100 (connessione SATA III) e la MX200 (connessioni SATA III, M.2 e PCI-E). Si tratta di SSD che cercano di coniugare le prestazioni ed il prezzo, proseguendo così la storia dell'azienda in questo campo dopo la presentazione della serie MX100. Questi modelli, infatti, si vanno a porre proprio poco sopra (MX200) e poco sotto (BX100) ai modelli MX100, e completano finalmente l'offerta di Micron (nella fascia alta troviamo i modelli M500 e M550).

Slide prese da TheSSDReview

 

OCZ Storage Technologies

OCZ ha sfruttato il CES per presentare non uno, ma due prodotti, sebbene alla fine siano racchiusi in un unico package. Si tratta di un nuovo SSD in formato M.2 dotato dell'appena presentato NAND Controller JetExpress, il primo realizzato da OCZ dopo essere stata acquisita da Toshiba. Osservando le caratteristiche del prodotto, si tratta di un SSD davvero completo. Oltre ad integrare sul PCB un sezione di alimentazione aggiuntiva (Power Failure Management Plus) che permette lo spegnimento sicuro dell'SSD anche in caso di improvviso spegnimento, il nuovo NAND CTRL garantisce il supporto anche al neonato protocollo di comunicazione NVMe, il quale, studiato appositamente per sfruttare al 100% le memorie NAND Flash (e non-volatili in generale), grazie soprattutto ad un minore utilizzo della CPU, sarà destinato a prendere il posto del protocollo AHCI attualmente in uso. Questo NAND Controller verrà utilizzato da OCZ sui propri prossimi SSD (non sull'imminente nuovo Vector 180, il quale utilizzerà i rodati Barefoot, seppure in versione affinata).

 

Samsung

La casa coreana ha presentato la nuova punta di diamante della propria offerta su slot M.2, l'SSD SM951. Le peculiarità di questo SSD constano nel supportare nativamente la connessione PCI-E 3.0, permettendo così il raggiungimento di velocità incredibili, e l'impiego delle ultimissime NAND Flash ad alte prestazioni prodotte a 10nm. Nella modalità PCI-E, l'SM951 raggiunge i 2,150MB/s in lettura e 1,550MB/s in scrittura. Quando connesso tramite PCI-E 2.0, invece, la velocità è la seguente: 1,600MB/s in lettura e 1,350MB/s in scrittura. In entrambi i casi si tratta di valori in lettura/scrittura sequenziale. Decisamente più nella norma i valori relativi agli IOPS in lettura/scrittura random 4K: 130.000 IOPS nel primo caso, 85.000 nel secondo.
Con questa nuova generazione di SSD, Samsung punta soprattutto a conquistare il mercato dei Notebook ultraportabili (Ultrabook, Ultrathin, convertibili, 2in1, ecc.) e delle Workstation compatte e a basso consumo, ormai sempre più richieste. L'SM951 è disponibile nei tagli da 128GB, 256Gb e 512GB. Ancora non comunicati sono i prezzi.

 

Toshiba

Al CES Toshiba ha presentato il più piccolo SSD (BG Series) fino ad ora realizzato, misurando appena 16 x 20 x 1.65 mm. Si tratta di un SSD su slot PCI Express, nei formati da 128GB o 256GB,  poco più grande delle NAND Flash MLC da 19nm che ospita sul PCB. Essendo già compatibile con il precedentemente citato nuovo protocollo di comunicazione NVMe, Toshiba punta a vendere questo piccolo SSD non tanto agli utenti finali, quanto agli OEM, sempre più indirizzati verso il mercato dei Mini PC e Slim PC, ed in cerca di componenti affidabili ma, soprattutto, a basso costo.