Attraverso il palcoscenico del CES di Las Vegas veniamo finalmente a conoscere alcune informazioni sulle CPU Ryzen basate sull'uArch Zen2, attese per la metà del 2019. Le informazioni rese pubbliche non sono moltissime, ma lasciano assolutamente ben sperare.

Partendo dal principio, AMD per il momento ha svelato la sola variante 8 core quale modello di punta, ma grazie alla tecnologia Chiplet, ed allo spazio lasciato libero sul package, non sarà impossibile vedere anche varianti fino a 16 core, come da noi preventivato. La stessa AMD ha implicitamente dato conferma di ciò.

 


La vera bomba, comunque, riguarda i consumi in relazione alle prestazioni. AMD ha mostrato una demo in cui venivano confrontate due configurazioni identiche, a parte scheda madre e CPU: una con CPU Ryzen 3000 a 8 core (Frequenza non rivelata) ed una con CPU Intel Core i9-9900K (4.7 GHz all-core) in Cinebench R15. Le due configurazioni hanno fatto segnare un punteggio praticamente identico, mentre lato consumi le cose sono ben diverse.

 

CPU AMD Ryzen 3000 ES Intel Core i9-9900K
Frequenza CPU ? 4.7 GHz
Consumo del Sistema 130W 180W
Coonsumo Presunto della CPU 75-80W 125-130W
Score Cinebench R15 MT 2057 2040

 

Alla luce di questi valori, possiamo supporre che una CPU Ryzen 3000 8 core consumi attorno ai 75-80W (La CPU Intel dovrebbe consumare attorno ai 125-130W in Cinebench R15). Questo ci lascia credere che AMD abbia ancora circa 50W da gestire per alzare le frequenze, portando un eventuale Ryzen 3000 8 core top di gamma ad essere tra il 25% ed il 35% più veloce dell'attuale top di gamma Intel (Comunque AMD dovrebbe fermarsi attorno ai 105W di TDP).

Continuando l'analisi di quanto visto, viene confermata la presenza di un Chiplet I/O prodotto a 14nm presso GlobalFoundries. Questo Chiplet può gestire le connessioni PCI-E 4.0, e sarà retrocompatibile con le connessioni PCI-E 3.0 attualmente disponibili sulle schede madri AM4 basate sui chipset X370 e X470. Con l'uscita del chipset X570, probabilmente, vedremo le prime schede madri AM4 PCI-E 4.0 native.

In conclusione, l'uArch Zen2 sembra essere una versione notevolmente migliorata dell'uArch Zen/Zen+ sotto il profilo dell'IPC, come avevamo già annunciato su Twitter. I bassi consumi derivanti dall'utilizzo dei 7nm HP di TSMC sono un'ulteriore grande aggiunta.