Ormai il mercato dell'hardware ha raggiunto una competitività interna incredibile, ed ogni casa cerca di catturare nuovi clienti non soltanto attraverso l'introduzione di particolari tecnologie o accorgimenti, ma anche cercando di abbassare il più possibile il prezzo di vendita, giocando su partership e produzioni di scala. Oggi, i clienti, guardano anche al centesimo.

 

 

Per questo motivo Chaintech, ora Walton-Chaintech, e Colorful hanno deciso qualche mese fa, marzo più precisamente, di stringere un'alleanza così da realizzare una linea di prodotti a 360° dedicata ai videogiocatori ed overclocker, sulla scia di quello che stanno facendo, ad esempio, Asus, con la serie ROG (Republic of Gamers) e MSI, con i prodotti che utilizzano la sigla Military Class relativamente alla componentistica.

 

Chaintech, casa storica ma in declino da anni, aveva raggiunto la sua vetta di notorietà all'epoca del socket 754, quando commercializzò la scheda madre VNF3-250, mentre Colorful, nel mercato europeo, non ha mai goduto di particolare prestigio.

 

I CEO di Colorful e Chaintech durante la conferenza che sancisce la partership tra le due case, a marzo di quest'anno

 

Per sopperire a queste problematiche le due case hanno deciso di dare vita ad una serie comune di prodotti, caratterizzati da una medesima veste grafica e dalla stessa nomenclatura, sotto il nome di Colorful. Chaintech, quindi, produrrà le schede madri per il partner.

 

La proposta per socket AM3+

 

Per ora sono state mostrate due schede di fascia alta, una basata su chipset Z77 ed una su 990FX. Caratteristica peculiare di queste schede è la tecnologia proprietaria “Smart Power Engine 3”, la quale permette di gestire in maniera certosina le sezioni di alimentazioni della scheda tramite Bios, così migliorare l'esperienza di Overclock.

La proposta per socket 1155


Entrambe le schede avranno un prezzo di commercializzazione sotto i 200 dollari e ci si aspetta che vengano commercializzate anche in Europa.