Stando a quanto riportato da Fudzilla, alcuni produttori di avrebbero confermato che i primi esemplari di CPU Ivy Bridge funzionano su pochi modelli di schede madri basate su chipset della serie 60 oggi disponibili.

Per garantire la compatibilità fra CPU Ivy Bridge a 22nm e schede madri con chipset Cougar Point è necessario un nuovo bios, drivers aggiornati e firmware M8. Solo in questi casi i processori Ivy bridge funzionano bene con schede basate su chipset H61, H67, P67 e Z68.

Al contrario, le CPU Intel di prossima generazione, non funzionano sui chipset business Q65, Q67 e B65.

Allo stesso tempo Intel sta lavorando sulla nuova famiglia di chipset "70" (Panther Point) i quali saranno i primi ad offrire controller USB 3.0 nativo, PCI Express 3.0 e supporto per tre display. Il lancio delle nuove CPU e dei chipset resta previsto per i mesi di Marzo o Aprile.