La taiwanese Biostar ha mostrato al pubblico due schede madri Socket 1151, quindi dedicate alle future CPU Skylake di Intel, dotate di slot per la RAM sia DDR3 sia DDR4.

 

 

Come abbiamo avuto modo di affermare in anteprima diversi mesi fa, Skylake integra un doppio IMC (Integrated Memory Controller) DDR3 e DDR4, al fine di garantire ai propri clienti la possibilità di utilizzare le economiche DDR3, o le più performanti e costose DDR4, a seconda delle esigenze personali. Questa strategia secondo Intel si rivelerà necessaria per aumentare l'appeal delle nuove CPU, in quanto molti utenti potrebbero passare alla nuova piattaforma su Socket 1151 con un esborso di denaro minimo, in quanto potrebbero riutilizzare le memorie DDR3 del “vecchio” PC. Si tratta di una strategia già utilizzata da AMD con i processori Phenom II, integranti un IMC DDR2 e DDR3 o, in principio, dai produttori di schede madri all'epoca del Socket 462, quando i alcuni chipset permettevano l'utilizzo di moduli SDRAM e DDR.

 

 

Le schede madri di Biostar, più nello specifico, sono i modelli H170Z3 e H150Z5, dotate di due slot DDR3 e due slot DDR4, e basate, rispettivamente, sui chipset H170 ed H150. Si tratta di modelli di fascia media, dedicati principalmente ai possessori di CPU della serie non-K (con il moltiplicatore bloccato). Questi, secondo Intel, non solo sono utenti che con più probabilità guarderanno al costo dell'intera piattaforma, in relazione ai vantaggi ottenibili per decidere se effettuare o meno l'upgrade, ma sono anche gli utenti più numerosi (quelli, cioè, che generano i volumi di vendita pù elevati). Le schede madri di fascia alta (chipset Z170), invece, permetteranno l'utilizzo dei soli moduli DDR4, in quanto gli utenti Enthusiast sono generalmente più propensi a spendere cifre elevate, spesso non proporzionali alle prestazioni ottenibili.