Pagine

E, finalmente, togliamo i veli. Operazione di pochi secondi, dato che basta svitare la coppia di viti a testa grossa presente per ognuno dei due pannelli. Occhio a questi: scorrono sulle rispettive corsie senza opporre resistenza, potete ritrovarveli sul pavimento se non prestate un minimo d'attenzione.

15

La costruzione è piuttosto tradizionale, con la piastra di supporto alla scheda madre contornata da asole passacavo e tutti i cestelli per il montaggio dei dischi sul lato destro. L'impostazione è molto simile a quella dei vari modelli Coolermaster Dominator CM690 anzichè Cosmos. Mancano alcuni particolari come il portello frontale per l'accesso alle schede video o le cover per i vari cassetti HDD (Cosmos prima serie). Non ci sono sistemi di blocco automatico delle unità da 5,25": dovranno essere assicurate al cestello via viti.

16

Se c'è qualcosa di capiente, questa è proprio il cestello dischi: può ospitare ben sei unità fisse da 2,5"/3,5", ulteriori due unità da 2,5"/3,5" con montaggio frontale e tre unità da 5,25". Sono presenti, inoltre, altri due vani nascosti per l'installazione fissa di due unità da 2,5".

 17

Il cestello è scomponibile, permettendo l'installazione di schede video piuttosto lunghe. La modularità è rappresentata dalle tre piastre forate visibili nella foto seguente, avvitate alle strutture portanti del cestello: in caso una scheda vada a toccarle, basta rimuoverle svitando le apposite viti, e rinunciando ad una coppia di posti HDD/SSD.

18

Spostando l'attenzione sulla piastra di supporto per la scheda madre, ci rendiamo conto che non si è badato troppo alle misure per quel che concerne la finestra CPU: in questo modo la si rende compatibile con praticamente tutti i modelli di scheda madre consumer attualmente in commercio, permettendo la sostituzione del dissipatore "al volo" senza troppi impicci.

19

Le asole passacavo sono grandi e dotate di membrane in gomma di qualità, ma posizionate in modo negligente. Ad esempio, cosa ci fa quest'asola all'altezza del vano per alimentatori? Risulta, di fatto, inutilizzabile, venendo completamente coperta anche dal più piccolo degli alimentatori ATX.

20

In quest'ultima foto vediamo parte del sistema di raffreddamento e, per la precisione, la componente d'espulsione. Consta di ben due ventole da 120x120x25mm (posteriore) e 140x140x25mm (superiore), con CFM elevato e rumorosità davvero contenuta, a vantaggio del comfort acustico.

21