Pagine

Circuiteria

Cooler Master ha deciso di utilizzare due PCB per la realizzazione di questo alimentatore. Quello principale, sul quale sono saldati tutti i componenti necessari per abbassare e rendere continua la tensione di ingresso di 220V alternata, e quello secondario che ospita la circuiteria per la protezione delle linee di corrente. A dire il vero, il produttore ha integrato più di una daughterboard, ove altri piccoli PCB sono utilizzati, ad esempio, per implementare i regolatori di tensione per le linee da +3,3 e +5V (che derivano da quella principale a 12V). 

DSC08226

A differenza di quanto avevamo visto nel caso del Seasonic, l'organizzazione interna non è così pulita, a causa di numerosi spezzoni di cavi utilizzati per portare le linee di tensione dal PCB principale verso le uscite.

DSC08226

I componenti più caldi (mosfet e diodi) sono stati fissati su un paio di alette di raffreddamento in alluminio piegate a T sulle quali finisce il flusso d'aria soffiato dalla ventola.

DSC08226

Il produttore afferma di aver utilizzato componentistica di qualità elevata, compresi condensatori elettrolitici giapponesi capaci di sopportare temperature elevate e garantire una lunga vita media all'alimentatore.

DSC08226

DSC08226

I tre grossi condensatori della circuiteria del PFC, che include anche altri componenti attivi fissati sulla vicina aletta di raffreddamento che regolano la forma d'onda della corrente, hanno una capacità di 330μF e supportano una tensione di 420V e temperature fino a 105°C (i tipici condensatori commerciali si fermano solitamente a 85°C) . A ben guardare si tratta esattamente degli stessi condensatori che avevamo trovato anche sul Seasonic.

DSC08226

Come facciamo ogni volta che abbiamo fra le mani un alimentatore, anche stavolta lo abbiamo pesato, visto che generalmente il peso di un alimentatore è un ulteriore indicatore della sua bontà. Il CM Silent Pro Hybrid non è invece così pesante come ci si potrebbe aspettare. Scarsa qualità oppure altro?

Leggendo fra le specifiche del prodotto rileviamo in effetti che si tratta davvero di altro, in particolare della tecnologia brevettata Hybrid Transformer: questa prevede trasformatori speciali dall'elevata efficienza che hanno dimensioni e dissipazione termica ridotte. Le conseguenze non sono solo dirette ma, grazie alla minore dissipazione, anche indirette, permettendo di utilizzare radiatori più piccoli.

DSC08226

La sezione di ingresso, che prevede un sistema di filtraggio dei transienti, è stata particolarmente curata da Cooler Master che ha utilizzato uno schema a doppio filtro per ridurre sia il rumore di fondo che le interferenze. Sono presenti tutti i componenti tipici per questo genere di filtri, dal varistor in ossido di metallo (MOV) connesso in parallelo alla linea di ingresso, ai condensatori in poliestere e bobine, fino ai nuclei in ferrite avvolti sui cavi. Il pulsante di accensione permette di scollegare entrambi i cavi, invece che aprire una sola linea, proteggendo così l'alimentatore ed i suoi circuiti in maniera completa.

DSC08226

I sistemi di protezione integrati da Cooler Master sono molti ed includono anche un certo numero di sonde PTC posizionate sulle alette di raffreddamento per il controllo delle temperature raggiunte dai componenti.

DSC08226

DSC08226

Il PCB secondario, sul quale sono realizzati i circuiti per il controllo delle linee, è anche quello che fornisce i connettori di uscita. Questo è collegato al PCB principale tramite spezzoni di cavo che trasportano solo le linee di bassa tensione, come quelle a 3,3V, 5V e 12V.

DSC08226

 

 

 

Noi usiamo i cookie
Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online.