Pagine

Gaming

Per il test "in game" abbiamo installato la scheda su una macchina mainstream, con una CPU ed una mainboard non proprio di ultimissima generazione, ma comunque sufficienti per far girare quasi tutti i giochi a dettagli alti alla risoluzione di 1680x1050. Lo scopo di questa prova è valutare i benefici prestazionali (in termini di frame-per-seconds) che un sistema dotato di Recon3D riesce a fornire rispetto ad uno con chip audio integrato ed è proprio per questo che abbiamo bisogno di una CPU che sia portata verso il suo limite di potenza.

Di seguito la configurazione

  • CPU: Intel Q8400 @3.2GHz
  • Scheda madre: Asus P5K con controller audio Realtek ALC883
  • RAM: 4GB DDR2
  • VGA: MSI GTX 560
  • CASSE: Creative Gigawork T40
  • OS: Windows 7 Ultimate 64bit

 I risultati sono stati ottenuti prendendo il valore medio su tre caricamenti consecutivi per ciascun gioco.

avp

Il test di AvP da risultati assolutamente identici. L'aggiunta di una scheda audio dedicata incide sono nella qualità del suono ma non "aiuta" la CPU in nessun modo, neanche a risoluzione e dettagli bassi. 

dirt3

DiRT 3, come i precedenti due episodi, dispone di un sistema audio scalabile con le varie tipologie d'interfacce. In questo caso possiamo notare qualche "ottimizzazione driver" fatta dal team Creative Labs. 

JC2

Just Cause 2 sfrutta le librerie audio FMOD. Al pari di DiRT 3 mostra un leggero miglioramento con la Recon3D, ma siamo sempre nell'ordine di 1-2 frame al secondo.