Pagine

 

Caratteristiche tecniche

Queste le specifiche tecniche del display AOC Q2963PM:

  • Dimensioni pannello: 29 pollici
  • Luminosità (tipica): 300 cd/m²
  • Rapporto di contrasto: 1.000:1 (tipico), 50.000.000:1 (DCR)
  • Response Time: 5ms (tipico)
  • Angolo di visione: 178/178 (orizzontale/verticale)
  • Risoluzione consigliata: 2560x1080 pixel
  • Colori: 16,7 milioni
  • Ingressi: D-Sub, DVI (Dual link), HDMI (MHL), Display Port 1.2a con HBR2 (multi-stream transport technology)
  • Consumi: < 65W in modalità operativa, < 0,5W in Stand by
  • Plug & Play: VESA DDC2B & DDC2B/CI
  • OSD in 16 lingue
  • Speaker: Si, stereo
  • Standard di sicurezza: CCC, cTUVus, TUV-BAUART, ISO9241-307, TCO6.0, FCC, CE, VCCI, PSE, J-Moss, E-standby, MEPS, BSMI, C-Tick(N26268), CB, Eneregy Star, EuP, WEEE, EU RoHS Doc, REACH DoC, KC/KCC
  • Colore: titanio
  • Feature speciali: pannello WFHD AH-IPS, connettività MHL/HDMI/DP, PIP/PBP, timer di spegnimento, e-saver, i- Menu, screen+

Lo schermo, come avrete intuito, è fortemente sviluppato in senso orizzontale, permettendo la visualizzazione di un contenuto Full HD (1920x1080) e lasciando spazio per una ulteriore finestra di generose dimensioni (640x1080). Una simile risoluzione richiede un formato 21:9, molto raro in ambito PC ma praticamente lo standard nelle sale cinematografiche, tanto che già da un primo sguardo ci si rende conto di avere di fronte un monitor molto particolare. Preparate un certo spazio libero sulla vostra scrivania, insomma, se decideste di acquistare questo prodotto.

Frontalmente l'AOC Q2963PM prevede un pannello a filo: la superficie che lo protegge è incollata a filo della cornice che, a dire il vero, risulta essere molto sottile. La parte sottostante ospita il logo del produttore, per il resto non rileviamo altri dettagli degni di nota. Il pannello utilizzato è di produzione LG basato su tecnologia AH-IPS (Advanced High-Performance IPS) che garantisce non solo ampi angoli visivi ma anche un'elevata precisione dei colori ed una importante densità dei pixel.

Guardando il monitor posteriormente notiamo come lo chassis del pannello sa completamente piatto, di colore titanio e su di esso è attaccato un piedistallo che permette di appoggiarlo su un qualunque piano.  Il piedistallo ha una forma a "L" piegata con una base di appoggio ampia e solida, necessaria a sostenere un il pannello in tutta la sua larghezza e a permetterne l'inclinazione da -5° a +20°. Ancora, il piedistallo dispone di un coperchio atto a nascondere i punti di aggancio a muro: non nascosti, ma invece posizionati sul profilo inferiore e laterale del piedistallo, trovia i vari connettori di cui il monitor dispone.

Il profilo inferiore prevede, oltre all'ingresso della tensione (quello più a destra) che arriva da un piccolo alimentatore esterno, una porta HDMI/MHL (a questa può essere connessa una sorgente HDMI oppure uno smartphone compatibile HML usando un cavo adeguato), una connessione Display Port di uscita per la realizzazione di configurazioni multi-display in Daisy Chain, un jack di ingresso audio ed un jack di uscita cuffie.

Sulla sezione laterale del piedistallo sono presenti altri tre ingressi video: uno analogico D-Sub, uno Display Port ed uno DVI dual-link.

Il piedistallo comprende anche i due altoparlanti stereo, posizionati in alto dietro una griglia, uno a destra e l'altro a sinistra.

Tutte le regolazioni del monitor possono essere eseguite utilizzando i tastini circolari posizionati sul lato destro del pannello in verticale. I tasti sono ben spaziati anche se non hanno alcuna indicazione particolare che permette di distinguerli l'uno dall'altro. Effettivamente schiacciando qualunque di essi viene aperto un menu OSD che ne indica la funzione: occorre una seconda azione per attivare il menu desiderato, entrare e apportare le modifiche desiderate.

I tasti che permettono regolazioni rapide ed accesso al menu OSD completo. In particolare fra i tasti rapidi troviamo:

  • Power / Exit
  • Menu / Up
  • Volume / Down
  • Aspect (21 : 9, 16 : 9, 16 : 10, 4 : 3, 1 : 1)
  • Source / Auto / Enter

Il dettaglio di cosa fa ognuna delle funzionalità presenti nel menu OSD ve lo raccontiamo nel video seguente: