Brutte notizie per gli appassionati di gaming, soprattutto per quelli che vorrebbero acquistare, nel prossimo futuro una scheda video di fascia alta. AMD e NVIDIA dovrebbero presentare le nuove schede video nel corso del terzo trimestre di quest'anno, e quasi sicuramente queste schede faranno uso, nelle varianti più spinte, delle memorie HBM2, al pari delle attuali top di gamma (VEGA56/64 e Titan V).

Secondo quanto è emerso all'ISC "High Performance Conference" che si sta tenendo a Francoforte (GER), se anche Samsung avesse la forza di raddoppiare la produzione di HBM2, la Domanda rimarrebbe comunque molto superiore all'offerta. Questo perché attualmente le memorie HBM2 sono molto richieste nel mercato Enterprise, e poiché è un mercato dai margini utili decisamente superiori a quelli garantiti dal mercato Consumer, il ricarico di prezzo per aggiudicarsi la fornitura di queste memorie non è un problema. Per andare più sul concreto, vendere una GPGPU a 10.000 Dollari invece che a 9.500 Dollari non è un problema. Vendere una scheda video da gaming da fascia alta a 1000 Euro invece che a 500, invece, può risultare problematico (Anche per questo, ad esempio, AMD con VEGA20 punterà principalmente al mercato Enterprise).

La nostra unica speranza, quali videogiocatori, è che AMD e NVIDIA siano state abbastanza accorte da presentare una serie di schede video di fascia media che sfruttino le recenti memorie GDDR6, molto più economiche da produrre rispetto alle HBM2.

Fonte