Pagine

Liva X, uno sguardo all'interno:

Svitando le quattro viti presenti sulla cover inferiore appare il corposo dissipatore del Liva X. Quella della posizione dell'heatsink è scelta un tantino insolita e criticata da molti, è chiaro a tutti che il calore emanato dal chip sale verso l'alto e che quindi si tratta della zona meno indicata da adottare.

É possibile rimuoverlo con molta semplicità, infilando due dite nelle apposite fressure (difatti solo i pad termici lo tengono "fissato" alla motherboard dopo aver tolto le sopracitate viti).

senza coperchio dissipatore

interno dettaglio wifi ram samsung

Così facendo la motherboard risulterà in bella vista. Su tale faccia è possibile notare sin da subito il processore, i moduli RAM realizzati da Samsung e la soluzione AzureWave AW-NB087H-LE (combo Wi-Fi + Bluetooth) connessa tramite lo slot mini-PCIe (è il case stesso a fare da antenna, Ndr.).

Per poter rimuovere completamente la scheda madre dallo chassis sarà invece necessario svitare, dall'esterno, i dadi dell'uscita VGA e rimuovere il modulo Wi-Fi + Bluetooth. Su tale lato è possibile notare invece l'unico slot mSATA, la batteria connessa tramite un ingresso molex a 2 pin ed il chip audio Realtek ALC283.

motherboard cpu motherboard pano

motherboard frontale motherboard superiore motherboard retro