Pagine

Enermax, uno dei maggiori produttori di prodotti per personal computer e sistemi di raffreddamento avanzati ha presentato la nuova linea di dissipatori ETS-T40, capaci di supportare molteplici tipologie di processori consumer di casa AMD ed Intel oltre alle neonate CPU AMD Bulldozer su socket AM3+. ETS-T40 è disponibile in tre configurazioni differenti per mix tra componentistica impiegata, prestazioni pure e costo d'acquisto.

enermlogo

Aprescindere dagli elementi cardine, che sono l'impiego dello stessa tipologia di radiatore ed il supporto a CPU con TDP superiore a 200 Watt, evidenziamo la differenza in termini di scelta:

 

  • ETS-T40-TB, modello base con alette in alluminio, heat pipes in rame e ventola standard da 120x120 millimetri

  • ETS-T40-VD, parte dal modello TB ed aggiunge una ventola con effetto led multicolore

  • ETS-T40-TA, differisce dal modello TB per la ventola a led blu e per il rivestimento nickelato delle heat pipes

La dotazione di serie è ricca: troviamo il manuale con le istruzioni, due lamelle per l'installazione della ventola, una backplate a croce per il montaggio alla scheda madre, delle lamine d'acciaio per il fissaggio della base del dissipatore al socket, una spessa piastra di sostegno, set di viti e dadi, pasta termoconduttiva ed una chiave per effettuare le operazioni di montaggio.

 


 

Seguono le specifiche tecniche, a confronto con la concorrenza:

Caratteristiche a confronto
Prolimatech
Super Mega
Noctua
NH U9B-SE2
Noctua
NH-C12P SE14
Zalman
CNPS10x
Enermax
ETS T40
Dimensioni corpo 130x74x158 mm 125x95x71 mm 90x126x152 mm 135x100x160 mm 139x160x93 mm
Materiale base Rame Rame Rame Rame + Alluminio Rame + Alluminio
Materiale HeatPipe Rame Rame Rame Rame Rame
Materiale alette Alluminio + Rame Alluminio Alluminio Alluminio Alluminio
Dimensioni ventola 120x120 mm (opt) 2x 92x92 mm 140x140 mm 120x120 mm 120x120 mm
Velocità ventola N/D 1000~1600 RPM 900~1300 RPM 1000~2150 RPM 800~1.800 RPM
Flusso d'aria N/D 41.1~64.3 CFM 49.2~64.9 CFM N/D 56,5~129 CFM
Rumorosità ventola N/D 7,9~17,6 dBA 13,2~19,6 dBA 20~39 dBA 16~26 dBA
Connettore N/D 4pin 4-pin 4-pin 4-pin
Peso 945,3 g 640 g 730 g 920 g 610 g
Compatibilità Intel 775, 1155, 1156, 1366 - Intel 775, 1155, 1156, 1366
- AMD AM2, AM3
- Intel 775, 1155, 1156, 1366
- AMD AM2, AM3
- Intel 775, 1155, 1156, 1366
- AMD AM2, AM3
- Intel 775, 1155, 1156, 1366
- AMD AM2, AM3

Sulla carta si tratta di un prodotto abbastanza simile ad offerte analoghe e con alcune differenze per la sezione di raffreddamento, che impiega ventole molto potenti con flussi d'aria fino a 129 CFM e silenziose (rumorosità contenuta in appena 26 dBA), capaci di garantire un decente comfort acustico in condizioni di stress e massimo carico di lavoro.

In questa tabella riportiamo le differenze tra un prodotto e l'altro:

Caratteristiche dei singoli modelli
Enermax ETS-T40-TA Enermax ETS-T40-TB Enermax ETS-T40-VD
Finitura Grezza Grezza Nickel
Materiale base Rame ed Alluminio Rame ed Alluminio Rame ed Alluminio
Materiale HeatPipe Rame Rame Rame
Materiale alette Alluminio Alluminio Alluminio
Dimensioni ventola (mm) 120x120x25 120x120x25 120x120x25
Numero Ventole 1 1 1
Fanless No No No
Tipo di ventola Led Normale Led
Effetti 11 effetti luce Senza illuminazione Illuminazione Color Blu

E' una sola questione di ventole e stile: il modello più costoso, l'ETS-T40-TB offre un rivestimento integrale in nickel che garantisce un evidente impatto visivo, massimizzato dalla ventola Apollish con illuminazione in color Blu; segue il modello "VD" privo di rivestimento in nickel ma con ventola programmabile Vegas, unica discriminante che permette di distinguerlo dall'economico "TA" con ventola standard.

 


 

Per questo prodotto Enermax impiega una classica progettazione a torre con heat pipes in rame, che spostano il calore dal processore al radiatore e fanno da sostegno alle alette. Tale design non differisce molto da modelli come Xigmatech Gaia, CoolerMaster Hyper 212Plus e Thermalright MUX120, segno che la sua tipicità ed efficacia scarsamente si presta a modifiche sostanziali.

Il coperchio presenta una lamella stilizzata, col logo del produttore in evidenza e le punte delle heat pipes a vista. Tutte le lamelle sono realizzate in alluminio con delle asole che seguono il flusso dell'aria e ne permettono uno sfogo più agevole e con degli incavi nelle parti laterali per permettere il posizionamento dei ganci di sostegno per la ventola fornita a corredo. Il modello TA è completamente nickelato, a garanzia di un impatto estetico decisamente evidente, mentre la finitura è opaca per i modelli VD e TB.


I modelli base: ETS-T40 VD e TB


Il modello di punta, ETS-T40 TA

L'efficienza nel trasporto termico è massimizzata per via della particolare base, che rimuove uno strato di materiale delle  progettazioni "a sandwitch" e mette le heat pipes a diretto contatto con l'heatspreader del microprocessore: in questo modo il calore è "sentito" direttamente dal rame delle pipe ed è spostato velocemente verso la ventola, senza la mediazione di uno strato secondario di alluminio o rame che introdurrebbe ulteriore resistenza termica al contatto fra i due materiali.


Heat Pipes in rame (VD e TB)


Heat Pipes in rame con bagno in nickel (TA)

 


 

I prodotti impiegano tre modelli di ventole differenti per prestazioni, livello di comfort acustico e sistema di illuminazione. Il modello VD offre una ventola T.B.Vegas Duo, dotata di illuminazione multicolore e ben 11 effetti visivi, selezionabili tramite apposito switch. Tale prodotto è da impiegare nei case con finestra laterale in plexiglass, mentre è sconsigliato nei cabinet totalmente chiusi.


Ventola T.B.Vegas con 11 effetti luce

Il modello TA è dotato di una ventola T.B Apollish con unico effetto illuminazione di color blu, che resta sempre attivo e non può essere disattivato. Questo prodotto può essere impiegato nei case con finestra laterale in plexiglass o parete con superficie in rete metallica, e risulta più discreto del modello Vegas.


Ventola T.B Apollish illuminata di blu

Infine il modello TB, che impiega una ventola priva di sistemi di illuminazione e dotata di alette dalla conformazione particolare, che massimizzano la portata d'aria. Definitivamente, il miglior prodotto per cabinet completamente chiusi o per chi vuole avere un computer discreto.


Ventola Enermax senza illuminazione

Le richieste energetiche sono le stesse per tutti i prodotti, pari a 12V e 0,45 Ampere. La connessione è del tipo a quattro pin. Sono presenti gommini agli angoli per effettuare un'installazione totalmente noiseless, ove la rumorosità da vibrazioni venga integralmente assorbita dai materiali anziché amplificata in termini di perdita di comfort acustico.


Specifiche tecniche e gommini

Non è possibile scegliere il tipo di ventola con cui equipaggiare il prodotto al momento dell'acquisto: ognuno dei tre modelli è caratteristica fondamentale della versione del dissipatore. E' invece possibile sostituire la ventola con altri modelli che siano compatibili con le clip fornite in dotazione dopo l'acquisto.

 


Per testare questi dissipatori abbiamo seguito le seguenti regole:

  • Sulla scheda sono stati installati solo i componenti necessari: CPU, memorie, scheda video e hard disk.
  • L'hard disk è stato formattato, sono stati poi installati il sistema operativo, i driver per le periferiche e quando necessario sono state installate patch e aggiornamenti.
  • Ogni test è stato ripetuto per tre volte e nel momento in cui siano stati rilevato valori con una varianza troppo elevata il test stesso è stato ulteriormente ripetuto.
  • Fra un test e l'altro il sistema è stato riavviato.

Di seguito la configurazione utilizzata per le prove:

Sistema di prova
Scheda madre Asus Maximus IV Extreme Z
Processori Core i7-2600K
Memoria 4GB DDR3
Scheda video NVIDIA GeForce GTX 570
Scheda audio Integrata
Media DVD Rom 16x
Alimentatore Corsair 620W
Sistema operativo Windows 7 64-bit

Condizioni specifiche per questa prova:

  • Le prove sono state condotte all´interno di un case chiuso  (Coolermaster HAF X) posizionato in senso orizzontale al fine di ricreare le medesime condizioni di impiego consigliato. Nel case è stata attivata anche una ventola di espulsione dell´aria nella zona posteriore.

  • La ventola del dissipatore è stata collegata direttamente sulle uscite a 12V dell´alimentatore controllando che la tensione applicata sia compresa nel range 12V ~ 13V. Questo ci permette di evitare misurazioni potenzialmente errate a causa dell´intervento dei sistemi di controllo delle temperature della scheda madre.

  • La rilevazione della rumorosità è stata effettuata con ventole installate sul dissipatore all´interno di un ambiente con un rumore di fondo compreso fra 30 e 30,2 dBA. La sorgente del rumore viene isolata da possibili rifrazioni tramite apposite pareti fonoassorbenti. La misurazione viene effettuata con un fonometro Lafayette MSL.80 con tolleranza pari al 2% posizionato ad una distanza di 20cm (±2mm).

  • Le prove sono state effettuate dopo un periodo di preriscaldamento pari a 30 minuti, con sistema in IDLE, controllando che le temperature di CPU e sistema siano stabilizzate.

  • Per sottoporre la CPU al massimo sforzo e farle generare un´elevata produzione termica, è stato usato il test CPU Stress di Prime95. Sono state effettuate comunque anche rilevazioni in modalità IDLE.

  • La rilevazione viene effettuata con temperatura ambiente pari a 21°C ±1°C (controllato continuamente da un termometro digitale posizionato sopra il case).

  • Sono state effettuate due misurazioni:

    • Una prima misurazione è stata effettuata con CPU funzionante a valori di default (3,4GHz, VCore 1,3V)

    • Una seconda misurazione è stata effettuata con CPU funzionante a frequenze e tensioni fuori specifica (3,8GHz, VCore 1,4V).

  • In tutti i casi è stata utilizzata la pasta termoconduttiva ProlimaTech PK-1, applicata nel modo mostrato in fotografia: sono state posizionate alcune gocce sulla CPU ed è stata fatta pressione con il dissipatore stesso. Al termine dei test è stata effettuata una verifica circa la corretta distribuzione della pasta: nel caso in cui questa non risultasse soddisfacente il test è stato ripetuto.

 


Nel grafico seguente vi mostriamo le temperature rilevate per i prodotti in prova nelle condizioni di funzionamento standard.

 I valori in modalità IDLE sono simili per i tre dissipatori, ed oscillano da un minimo di 28°C del modello TA ad un massimo di 28,8°C per i modelli TB e VD.

Nelle condizioni di massimo carico di lavoro i valori massimi di temperatura registrati sono compresi in un range che va da 49,3°C del modello TA a 62,8°C per il modello TB, segno che le differenti configurazioni in termini di ventole e materiali influiscono in modo più o meno evidente sulle temperature.

Il valor medio, che consiste in una rilevazione delle temperature lungo un intervallo di un'ora, permette di registrare temperature ottimali per i modelli TA e VD, mentre il modello TB soffre decisamente di più con uno scarto di ben 10°C.

Seguono le rilevazioni in modalità overclock, che rappresentano l'estremizzazione delle condizioni di funzionamento di una moderna macchina di fascia media od alta.

In condizioni di carico di lavoro minimo, si va dai 32,3°C del modello TA ai 39,5 °C del TB passando per i 32,3°C del prodotto VD. Trattasi di temperature decisamente accettabili, che non comportano problematiche di stabilità alcuna.

La situazione cambia in modo radicale in condizioni di massimo carico di lavoro: il modello TB tocca punte massime di 95,5°C, che fanno storcere decisamente il naso se le si pone a confronto con gli 81 e gli 86°C degli altri due modelli in prova. Le temperature medie sono un chiaro riflesso delle rilevazioni di cui sopra: i modelli TA e VD riescono ancora a reggere condizioni di stress in modo decente, con medie che oscillano tra i 72 e gli 83°C; lo stesso non può dirsi del modello TB, che fallisce miseramente a causa di una media di 94,3°C.

Infine il fattore rumorosità, giacchè nessuno si sogna di avere una macchina che, sebbene prestante e ben raffreddata, produca la stessa rumorosità di un elicottero.

Ancora una volta brillano i modello TA e VD per prestazioni complessive, con una rumorosità rilevata pari a 43,6 e 46,9 dBA per il primo, e 44,4 e 46 dBA per il secondo. Male il modello TB, che offre valori medi superiori, rispettivamente, di tre e quattro dBA rispetto a quelli rilevati per il prodotto più performante.

 


L'analisi ha mostrato che prodotti dalla base comune possono mostrare differenze evidenti quando li si pone a confronto diretto. Così è successo per la famiglia di prodotti ETS-T40 di Enermax, chiaro segno che minime modifiche possono comportare cambiamenti radicali, superiori alle aspettative.

La costruzione del dissipatore in se è eccellente: Enermax fornisce una "base" comune che non presenta difetti di produzione ed ha tutte le caratteristiche di qualità tipiche delle passate produzioni di fascia alta. Il kit di fissaggio per la scheda madre, ad esempio, è di ottima fattura e molto resistente alla torsione e, sebbene macchinoso, garantisce un aggancio solido alla CPU, capace di eliminare ogni brutta sorpresa.

Il sistema di contatto diretto delle heat pipes al coperchio della CPU è cosa già vista e decisamente efficiente: rimuovendo uno strato alla base che fa da primo layer di contatto col processore e ponendo le heat pipes a diretto contatto col processore, si massimizza l'efficienza del trasporto termico verso il radiatore riducendo al minimo la resistenza termica.

La conformazione delle alette permette un montaggio a doppia ventola grazie agli incavi per i supporti in acciaio presenti ambo i lati.

Le differenze principali dei tre modelli sono le seguenti:

  • Il modello TA è impreziosito da una finitura totale in nickel, che lo rende molto bello da vedere e ne preserva i materiali dall'ossidazione nel tempo. La combinazione con la giusta ventola massimizza le prestazioni in termini di riduzione delle temperature e massimizzazione del comfort acustico. Fra i tre modelli in prova si rivela la scelta migliore e per questo adatta anche all'overclock e all'overvolt.

  • Il modello VD integra una ventola di qualità con ben 11 effetti luce, e perde di poco in prestazioni rispetto al modello TA per via dell'assenza del rivestimento in nickel. Interessante per coloro che amano il modding estremo e impazziscono di fronte alle "lucine".

  • Il modello TB crolla definitivamente in termini di prestazioni pure per via dell'assenza del rivestimento in nickel del modello TA e per l'impiego di una ventola di qualità più bassa rispetto ai concorrenti diretti. In questo caso il prezzo d'acquisto scende di pari passo con le prestazioni e la silenziosità. Consigliato solo per utilizzi su configurazioni non overcloccate