La casa taiwanese evidentemente si è accorta del buon momento che sta passando la piattaforma FM2 di AMD, apprezzata sia dai videogiocatori sia dagli utenti che vogliono realizzare un buon HTPC.

 

 

Per venire incontro ai primi Gigabyte ha presentato al Computex la G1.Killer, basata su chipset A85X e caratterizzata da tutte quelle feature che hanno reso famose le schede della serie G1: un sottosistema audio curato da Creative Labs, il Sound Core 3D (lo stesso presente sulla Sniper con Chipset Z87), ed una scheda di rete Gigabit ad alte prestazioni per limitare le latenze (per i videogiocatori più esigenti).

 

 

Completano la dotazione 4 Slot per DDR3, la cui frequenza massima supportata è di ben 3000 Mhz, due slot PCI-16 x (16x/4x in caso di Crossfire), tre slot PCI-E 1x, due slot PCI 32 Bit, otto porte Sata III, quattro porte USB 3.0 (pannello posteriore) e le porte HDMI, DVI e VGA.

La CPU è sostenuta da un'alimentazione a 6 fasi mentre tutta la componentistica (condensatori, mosfet, ecc) è Made in Japan. Il Bios è immancabilmente di tipo UEFI. In ultimo, viene garantito il pieno supporto a tutte le APU Richland in via di commercializzazione.