Pagine

Cominciamo ad abbattere i luoghi comuni. L'abito non fa il monaco? Forse trent'anni fa; al giorno d'oggi l'abito conta, eccome! Ed ecco che Gigabyte veste il suo giocattolo di tutto punto, per non sfigurare nei confronti della concorrenza! La scheda, a cui abbiamo provveduto a rimuovere la sezione di raffreddamento, è a dir poco impressionante: la colorazione è un mix di eleganza ed aggressività, con le componenti disposte secondo una logica e precisione a dir poco maniacale che, da un lato, avvantaggia il parco di connessioni elettriche e, dall'altro, sfrutta al massimo le correnti d'aria fresca generate dal raffreddamento del case, onde mantenere accettabili temperature d'esercizio.

DSC02611

 

Nello specifico, il componente che abbiamo rimosso è quello mostrato nella foto che segue: trattasi di un sistema di raffreddamento passivo a convezione dotato di grandi radiatori in alluminio ed heatpipes in rame, che si occupa del trasporto termico del calore dalla sezione di alimentazione verso il southbridge, con dissipazione lungo il percorso.

DSC02616

 

La poderosa sezione di alimentaziome, realizzata secondo i dettami della tecnologia Ultra Durable 5: in primo piano i Chokes in ferrite con annessi Power Stage PowerIRstage 3550 capaci di gestire sino a 60 Ampere per overclock decisamente elevati. Le temperature d'esercizio dovrebbero essere inferiori ai 60 gradi, a detta del produttore (1 grado per 1 ampere). I componenti sono a profilo ultraribassato, e ben nascosti dal kit di raffreddamento.

 

DSC02614

 

La sezione memorie permette un'espandibilità sino a ben 32 Gigabytes, con frequenze di funzionamento per standard sino a DDR3-1600 ed, in overclock, DDR3-2800.

 

DSC02591

 

E' proprio questione di stile! I due piccoli tasti per il reset del bios e del sistema possono apparire grezzi, ma sono quasi invisibili rispetto al grosso tasto d'avvio con cornice in color silver che, all'angolo superiore destro del PCB, fa proprio di tutto per farsi notare! In prossimità troviamo anche i punti di lettura delle tensioni (via tester), il connettore d'alimentazione principale ATX ed il monitor LED Post.

 

DSC02593

Proprio sotto al socket per CPU troviamo un connettore mSATA per lo sfruttamento della tecnologia Intel Smart Response.

 

DSC02595