Gigabyte, dopo aver ritirato dal mercato alcune schede madri X79, come abbiamo notificato ieri, potrebbe aver trovato la soluzione ai problemi a queste relativi.

 

Secondo quanto comunicato da Gigabyte stessa, non sembrano né la sezione di alimentazione né i componenti usati ad essere al centro dei problemi riguardanti le schede madri GA-X79-UD3, GA-X79-UD5 e G1.Assassin 2.

Si tratterebbe, in realtà, di un'errata release dei Bios, i quali non avrebbero alcun sistema di protezione riguardo le impostazioni di overclock. Questa negligenza è stata la causa, molto probabilmente, dei problemi incontrati dai molti overclocker.

Gigabyte, per risolvere la gravosa situazione, ha prolungato la garanzia delle schede madri in oggetto, che passa da 3 anni a Vita.

Gigabyte ha inoltre rilasciato i Bios F7, i quali dovrebbero aver risolto i problemi di combustione della sezione di alimentazione.

Nel caso qualcuno sia impossibilitato a falshare il Bios nuovo, Gigabyte si offre di ritirare la scheda madre e di fornirne un'altra con il Bios aggiornato. Tale servizio viene offerto indipendentemente che la scheda madre sia morta o meno.

Inconventienti simili sono capitati a molte aziende, e ci fa piacere constatare che Gigabyte stia risolvendo la questione in maniera tanto efficiente.