NVIDIA ha presentato le soluzioni Enterprise basate sull'uArch Ampere (GPU A100) e, grazie alle slide pubblicate, veniamo a scoprire che i prodotti di punta saranno realizzati con il nodo N7 di TSMC, cioè la prima generazione dei 7nm FinFET della fonderia taiwanese. Questo significa che la prossima generazione di GPU di AMD sarà ancora leggermente in vantaggio rispetto a quella di NVIDIA, in quanto RDNA2 sarà prodotta con il nodo N7P.

Fonte: ComputerBase

Come sappiamo, AMD ha cominciato a sviluppare i propri prodotti sui 7nm di TSMC ben prima di NVIDIA, e questo le ha permesso non solo di migliorare il proprio Know-How riguardo questo nodo, ma anche di avere un accesso privilegiato alle sue evoluzioni. Per NVIDIA, al contrario, si tratta del primo prodotto sui 7nm, quindi probabilmente ha preferito sviluppare Ampere su un nodo ormai rodato, di cui si conoscono pregi e difetti al 100%.

Nodo N7 N7P N7+ (EUV)
Frequenza a parità di consumi 100% 107% 110%
Consumi a parità di frequenza 100% 90% 85%
Densità 1 1 1,2 x

Come è possibile osservare dalla tabella, questo comporterà una leggera perdita di frequenza, a parità di consumi, rispetto alle soluzioni AMD. Non si tratta di una differenza abissale, ma sicuramente costringerà NVIDIA a binnare al meglio le proprie GPU per limitare questo leggero svantaggio.