Secondo quanto è emerso da alcune voci provenienti direttamente da Cupertino, i prossimi prodotti di Apple dedicati al mondo desktop utilizzeranno tre differenti declinazioni di Haswell, la prossima architettura x86 di Intel.

 

 

Per i Mac Mini sarà utilizzata la versione mobile di Haswell, nel package BGA, direttamente saldato sul PCB della scheda madre. Le CPU utilizzate saranno le versioni a bassissimo consumo e la scheda video utilizzata sarà la iGPU integrata nel processore, nelle versioni GT2 e GT3, a seconda del modello.

Gli iMac monteranno la versione desktop di Haswell, attraverso l'utilizzo del Socket LGA. E' possibile che venga presentata anche una versione di iMac con processore mobile. Non va dimenticato, infatti, che la versione più avanzata di iGPU, la GT3, sarà presente solo nelle CPU dedicate al settore mobile. Sarà comunque possibile la selezione in fase di ordine di GPU discrete, probabilmente di nVidia, così da sfruttare appieno gli schermi retina ad alta risoluzione.

Per i Mac Pro, dedicati al mercato business, saranno utilizzati i processori Haswell di fascia professionale sotto marchio Xeon.

Tramite questa diversificazione sia Intel sia Apple vogliono massimizzare i profitti, offrendo prodotti dall'elevato margine a seconda della fascia di mercato.