L'ex CEO di AMD Hector Ruiz, dai più ricordato per essere, a torto o a ragione, il principale artefice degli sbagli che ancora oggi stanno condizionando la casa di Sunnyvale, ha parlato su Business Week di Intel, e di come il futuro CEO dell'azienda californiana dovrebbe agire.

 

 

L'argomento più interessante proposto da Ruiz, e sul quale concordano molti addetti al settore delle fonderie, non analisti, è la necessità di suddividere Intel in almeno tre distinte società, così che queste siano molto più agili nel muoversi sul mercato: una società dedicata all'Hardware, una al Software ed una che si occupi di gestire le Fonderie.

Ruiz cita Boeing, il gigante statunitense dell'aviazione civile e militare, la quale si è concentrata eccessivamente sui velivoli di linea a lungo raggio, lasciando il mercato degli aerei regionali completamente in mano ai concorrenti: “Intel dominates the PC market, and the PC market dominates Intel. The company needs to get out of its own way or risk going the way of Boeing, a masterful maker of jumbo jets that entirely missed the boom in regional travel. In that case, Brazil’s Embraer saw the need for smaller commuter planes and, having achieved dominance in that market, is now challenging Boeing on its turf. Intel can’t let its powerful PC business squash innovation that could help it establish leadership in mobile technology; soon its competitors in mobile may get strong enough to eat away at its PC market share, especially with the advent of new three-dimensional interconnect technology for microprocessors—where no one yet has the competitive edge”.  


Molte case stanno lasciando Boeing da sola nel settore dei grossi Jet, favorendo gli investimenti in quello dei Jet regionali, come scrive anche Reuters in questo articolo.

Una volta dominati i mercati minori, ci si può muovere verso quelli superiori. In effetti, come abbiamo avuto modo di osservare, ARM si sta muovendo oggi verso i terreni di caccia di Intel: Notebook e Server.

Per questo, secondo Ruiz, Intel non deve aspettare, deve agire immediatamente, così da dare uno scossone anche agli investitori, oggi quasi rassegnati ad una lenta decadenza: “Intel has waited long enough. The company had the capacity to establish leadership in the mobile market years ago, but inertia—and perhaps the defensive mentality that tends to overtake dominant companies—prevented Intel from innovating”.

In linea generare questi suggerimenti non sono una novità, altri ne hanno già dati di molto simili. La novità è che vengano elargiti dall'ex acerrimo nemico, per molti versi sconfitto su più fronti quando era alla guida di AMD. Parlando per assurdo, Ruiz avrà voluto giocare sulla psicologia inversa? Dare consigli buoni, così che Intel non li segua e si riduca come AMD?