Quando parliamo di schede video custom by HIS parliamo di soluzioni che esteticamente non hanno mezza misure, nel senso che non riescono mai a mettere d'accordo tutti gli appassionati perchè sono prodotti dal design particolare che si odia oppure si ama a prima vista.

La R9 290X IceQ X² Turbo, appena annunciata, non si discosta dalla filosofia di questo storico marchio di Hong Kong.

290X IceQ X 2 Turbo

HIS non ha rinunciato al suo caratteristico PCB Blue ma, probabilmente per creare contrasto, lo ha abbinato ad una copertura del dissipatore di colore soft-gold e ad un backplate nero e bianco. Il risultato è una scheda video dall'apparenza quanto meno opinabile ma che nella sostanza (che poi è quella che conta realmente) non ha nulla da invidiare alle versioni personalizzate della concorrenza. Infatti il dissipatore è una soluzione molto efficiente basata su un generoso radiatore in alluminio collegato alla base di contatto sulla GPU tramite 5 heatpipe maggiorate in rame nichelato e sormontato da due ventole da 100mm di diametro con profilo aerodinamico/antiturbolenza. Il backplate di ritenzione, oltre a proteggere buona parte della circuiteria posteriore, prevede un'estensione (smontabile) che va a coprire le heatpipe esterne (accorgimento importante perchè quest'ultime raggiungono temperature molto elevate).

290X IceQ X 2 Turbo b

Il PCB è una soluzione semi-custom: il layout è quello reference di AMD ma HIS è intervenuta rinforzando la sezione di alimentazione interna (sostituzione dei choke e dei mosFET originali con componenti elettronici migliori) e portando la configurazione dei connettori ausiliari PCIe a 8+8 pin (quella originale è a 6+8 pin).

290X IceQ X 2 Turbo a

La GPU Hawaii XT della HIS R9 290X IceQ X² Turbo è overcloccata di fabbrica a 1060MHz, mentre le memorie video (4GB di GDDR5 con bus a 512 bit) viaggiano sempre a 5000MHz (effettivi).

Al momento non ci sono dettagli su prezzo e data di commercializzazione.

290X IceQ X 2 Turbo c