L'israeliana SolidRun ha ufficialmente presentato la propria piattaforma di sviluppo a basso costo, chiamata HummingBoard, la quale sembra essere l'erede di Raspberry Pi che in tanti stanno aspettando. Dal punto di vista della costruzione, infatti, non si discosta molto rispetto alla fortunata creatura della Raspberry Pi Foundation, ma in quanto a caratteristiche tecniche il passo in avanti è notevole.

 

 

La HummingBoard è disponibile in tre versioni, le quali differiscono anche in maniera marcata in alcuni ambiti, come è possibile osservare dalla tabella sottostante.

 

Scheda HummingBoard-i1 HummingBoard-i2 HummingBoard-i2eX
SoC FreeScale iMX6 Solo FreeScale iMX6 Dual Lite FreeScale iMX6 Dual
Architettura ARMv7 ARMv7 ARMv7
Core Cortex-A9 Cortex-A9 Cortex-A9
Numero Core 1 2 2
Canali Memoria Single Channel Dual Channel Dual Channel
RAM 512MB DDR3-800 MHz 1GB DDR3-800 MHz 1GB DDR3-1066 MHz
iGPU Vivante GC880 Vivante GC880 Vivante GC2000
Librerie GPU

OpenGL ES 1.1 e 2.0
OpenGL 2.1 e 3.0

OpenGL ES 1.1 e 2.0
OpenGL 2.1 e 3.0

OpenGL ES 1.1 e 2.0
OpenGL 2.1 e 3.0

Supporto 3D 
Porte Video HDMI 1.4 HDMI 1.4 HDMI 1.4 
Porte d'espansione 

Ethernet 10/100, 2xUSB 2.0, MicroSD Reader,
SPDIF Out, Jack Audio out, GPIO Header,
MIPI CSI 2.0 Camera

 

Ethernet 10/100, 2xUSB 2.0, MicroSD Reader,
SPDIF Out, Jack Audio out, GPIO Header,
MIPI CSI 2.0 Camera

 

 

Ethernet 10/100/1000, 4xUSB 2.0, MicroSD Reader,
SPDIF Out, Jack Audio out, GPIO Header,
MIPI CSI 2.0 Camera, LVDS Out, PCI-E 2.0,
mSATA II, Ricevitore infrarossi

 
Prezzo

44,99$

74,99$ 99,99$

 

A parte il più potente hardware, l'HummingBoard potrebbe essere il degno erede di Raspberry Pi soprattutto perché, contrariamente a quanto è accaduto con altre case che hanno tentato di fare lo stesso (ad esempio, Texas Instruments con BeagleBone), fallendo, SolidRun mira a rendere la propria piattaforma aperta a tutte le community di sviluppo. L'HummingBoard è infatti già da ora pienamente compatibile sia con GNU/Linux sia con Android sia con FreeBSD. Detronizzare il Raspberry Pi non sarà comunque facile, considerata l'enorme community che ha saputo conquistare, e l'incredibile mole di software creato ad hoc che si può trovare.

L'HummingBoard, se non vi saranno intoppi nella produzione, dovrebbe cominciare ad essere consegnata ai clienti già dal 20 di questo mese. La scheda, in ultimo, è acquistabile direttamente dal sito di SolidRun, a questo indirizzo.